sabato 5 settembre 2015



 
ULTIMO AGGIORNAMENTO: ORE 7.00
"SEGNALAZIONI" SARÀ ULTERIORMENTE AGGIORNATO PIÙ TARDI






CON FASSINA - ALMENO FINCHÉ NON CAMBIERÀ ESPLICITAMENTE PENSIERO SU QUESTO IMPORTANTE TEMA - C'È PURTROPPO UNA, INSUPERABILE, INCOMPATIBILITÀ CULTURALE:
FASSINA SABATO 4 LUGLIO 2015 AL PALLADIUM DI ROMA:

«Siamo qui perché vogliamo combattere la “cultura dello scarto” verso l’uomo e verso il creato denunciata da Papà Francesco anche nell’ultima enciclica».
«La “crisi antropologica” denunciata da Papa Francesco è una realtà ineluttabile oppure possiamo puntare a rianimare la soggettività politica del lavoro e la dignità della persona?»
cfr.
Nuova Atlantide 5.7.15

Fassina: una sinistra di governo, nazionale e popolare

Il suo discorso integrale
qui

«Siamo qui perché vogliamo combattere la cultura dello scarto, come ci ricorda spesso papa Francesco».
l’articolo integrale qui

«La necessità di un modello di crescita e sviluppo radicalmente alternativo a quello seguito finora, in linea con le analisi e i suggerimenti forniti da papa Francesco nell’enciclica “Laudato si'”».
l’articolo integrale qui

e, solo poco tempo prima:
Fassina: “La critica del Papa all’individualismo liberista è di gran lunga la più radicale in circolazione, anche a sinistra”
cfr:
Il Foglio 3.6.15 Il Papa, nume della sinistra “Nella gabbia mercantilista dell’euro la sinistra è morta. E da qui dobbiamo partire per capire come riaffermare sia la sovranità costituzionale sacrificata dall’agenda liberista, sia la dignità della persona come ci dice la dottrina sociale della chiesa interpretata da papa Francesco”. Il finale della tirata di Stefano Fassina dev’essere apparso eccessivo anche al redattore del manifesto che lo intervistava, tanto da fargli chiedere: “E’ sicuro che l’unico riferimento culturale della sinistra sia il Papa?”. Ma Fassina, implacabile: “La sua critica all’individualismo liberista è di gran lunga la più radicale in circolazione, anche a sinistra”. Dunque il Papa gesuita e peronista nume tutelare di una nuova sinistra fondata sul no-euro, il ritorno alle sovranità nazionali e, tremontianamente, anti mercantilista. Un pasticcio mai visto, da far rimpiangere la “ditta”. Colonna sonora “Messico e nuvole” di Enzo Jannacci.

«È sicuro che l’unico riferimento culturale della sinistra sia il Papa?
La sua critica all’individualismo liberista è di gran lunga la più radicale in circolazione, anche a sinistra. Mi rendo conto che questa non è l’unica interpretazione possibile, ci sono altri filoni di pensiero a cui non voglio rinunciare. Credo però che la forza comunicativa di Papa Francesco siano in pochi ad averla oggi».  
cfr.
il manifesto 2.6.15
Stefano Fassina: «Alle regionali il Pd ha perso sulla scuola»
Intervista. «Renzi dice di avere vinto? Nega la realtà. L’emorragia di voti alle elezioni è un chiaro segnale per il governo. Sempre più urgente iniziare a pensare alla domanda sinistra che il Pd non intercetta più. Ma per farlo dobbiamo uscire dalla gabbia mercatista dell’Euro. Bisogna riscoprire la dignità della persona come dice la dottrina sociale di  Papa Francesco»
intervista di Roberto Ciccarelli
qui

venerdì 4 settembre 2015



ULTIMO AGGIORNAMENTO: ORE 21.15
LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI OGGI È DISPONIBILE QUI
LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI IERI È DISPONIBILE QUI
I CITATI PRECEDENTI, QUI DI SEGUITO E QUI, ALTRI CONTENUTI IMPORTANTI, QUI E QUI

FANTASIA, DISOBBEDIENZA E SPERANZA:
LA MARCIA DEI MIGRANTI A PIEDI VERSO VIENNA



VENERDI 4 SETTEMBRE:
L'ASINO D'ORO SUL VENERDI DI REPUBBLICA
VEDI QUI DI SEGUITO
QUI DI SEGUITO: I NUOVI "CITATI"

LUNEDI 31 AGOSTO
SANDA PANDŽA É STATA OSPITE A TG3 LINEA NOTTE SU RAI 3:

SANDA PANZA PRIMO INTERVENTO di segnalazioni

SANDA PANDŽA SECONDO INTERVENTO- 31 ago 2015 di segnalazioni
QUI SOPRA DUE STRALCI DALLA TRASMISSIONE
LA REGISTRAZIONE INTEGRALE, CON MAURIZIO MANNONI, È DISPONIBILE QUI
NOTA BENE: TUTTE QUESTE REGISTRAZIONI DISPONIBILI SU "SEGNALAZIONI" SONO STATE REALIZZATE IN DIRETTA
E IN SEGUITO PUBBLICATE DA NOI NELLA MATTINATA DI MARTEDI 1.
A TUTT'ORA INFATTI SUI SITI DELLA RAI LA REGISTRAZIONE DEL TG3 LINEA NOTTE DI LUNEDI 31 NON È ANCORA DISPONIBILE!
IN PRECEDENZA LA REGISTRAZIONE DEL TG3 LINEA NOTTE ERA SEMPRE RESA DISPONIBILE SUI SITI RAI
AL PIÙ TARDI NELLA MATTINA SUCCESSIVA ALLA SUA MESSA IN ONDA
Giovanni Senatore, Ufficio stampa L'Asino d'oro
m
INDICE:
L'ASINO D'ORO EDIZIONI: QUI
• L'ASSOCIAZIONE CULTURALE "AMORE E PSICHE": QUI
SUL MONOTEISMO: QUI
TUTTI I MATERIALI SU HEIDEGGER: QUI, QUI, MA ANCHE QUI, E QUI

I CONTENUTI CITATI IN PRECEDENZA, SU QUESTA PAGINA E QUI
ALTRI CONTENUTI IMPORTANTI, QUI
LUGLIO E AGOSTO 2015: QUI
"SEGNALAZIONI D'ESTATE 2015": QUI 
LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI OGGI: QUI
SULLA STAMPA DI GIOVEDI 3: QUI
 SULLA STAMPA DI MERCOLEDI 2: QUI
SULLA STAMPA DI MARTEDI 1 SETTEMBRE: QUI
SULLA STAMPA DI LUNEDI 31: QUI
SULLA STAMPA DI DOMENICA 30: QUI
SULLA STAMPA DI SABATO 29: QUI
SULLA STAMPA DI VENERDI 28: QUI
SULLA STAMPA DI GIOVEDI 27: QUI 
SULLA STAMPA DI MERCOLEDI 26: QUI
IL DISCLAIMER: QUI

«Una ricerca affascinante per il superamento del comunismo»
   Massimo Fagioli sul n.45/2010 di LEFT
«Una lotta, senza armi, soltanto rivoluzione del pensiero e parola»
  
Massimo Fagioli sul n°49/2008 di LEFT
«Vorrei un partito rivoluzionario, che faccia ricerca sulla realtà umana»
   Massimo Fagioli nell'intervista al Corriere della sera del 22 giugno 2014
«una posizione personale di realizzazione umana completa nel senso di vivere una disponibilità per gli altri senza secondi fini di vantaggi materiali o di vantaggi psicologici».
   Massimo Fagioli, Istinto di morte e conoscenza, L’Asino d’oro edizioni, Roma 2010, pag.248
«Troppo difficile per loro la comprensione della dialettica, troppo pesante il conflitto di sentirsi cattivi nel momento del rifiuto. Troppo lontano, da loro, l’interesse per gli altri, troppo povero l’amore per volere una realtà degli uomini diversa dall’attuale».
   Massimo Fagioli, Premessa alla quinta edizione di Istinto di morte e conoscenza, L’Asino d’oro edizioni, Roma 2010, pag.43


LE REGISTRAZIONI DEGLI INTERVENTI DI MASSIMO FAGIOLI
SU RAI UNO IL 30 MAGGIO 2015
E SU RAI TRE IL 28 NOVEMBRE 2014
E LE REGISTRAZIONI DELLE PRESENTAZIONI DI
"L'IDEA DELLA NASCITA UMANA"
DI MASSIMO FAGIOLI
IL 16 MAGGIO A TORINO, IL 5 GIUGNO A ROMA
E IL 26 GIUGNO A FIRENZE
SONO DISPONIBILI SU QUESTA PAGINA
CON ALTRI IMPORTANTI MATERIALI
LEGGI TUTTO SU QUESTA PAGINA


"IO DONNA" DEL CORRIERE DELLA SERA
8 AGOSTO 2015:
UN'INTERVISTA A MARCO BELLOCCHIO
QUESTA INTERVISTA, NELLA VERSIONE INTEGRALE APPARSA SUL CORSERA ON LINE
(COL TITOLO "MARCO BELLOCCHIO: QUESTO FILM È UNA RESA DEI CONTI") 
È DA QUEL GIORNO DISPONIBILE SU "SEGNALAZIONI" SU QUESTA PAGINA, QUIQUI.
MA NELLA SUA VERSIONE CARTACEA, APPARSA QUEL GIORNO NELLE EDICOLE
- E ANCORA OGGI ON LINE PER GLI ABBONATI -
È STATA AMPUTATA DI AMPIE SUE PARTI.
EVIDENZIAMO QUINDI QUI IL PIÙ SIGNIFICATIVO DEI BRANI TAGLIATI.
TUTTA L'INTERVISTA NELLA VERSIONE TAGLIATA
COMPARSA NELLE EDICOLE SUL CARTACEO DI  "IO DONNA"
È INVECE DISPONIBILE PER UN CONFRONTO  QUI.
DA LEGGERE ANCHE L'ALTRA INTERVISTA DI BELLOCCHIO AL VENERDI DI REPUBBLICA, 
CON IL TITOLO "TUTTO SU ME STESSO"
USCITA PRECEDENTEMENTE VENERDI 31 LUGLIO E DISPONIBILE QUI
in quest’ultima intervista (pagina 18 de Il Venerdì) Marco Bellocchio a proposito di “Pugni in tasca” dichiara anche:
«mi resi conto che non potevo affrontare da solo il montaggio e mi affidai un po’ troppo a Silvano Agosti, mio compagno al Centro Sperimentale: In seguito mi è stato chiesto di chi era il film...»
Leggi una lettera del 1998 di Silvano Agosti a Marco Bellocchio, dove si cita anche Massimo Fagioli qui e qui
Ascolta una intervista (s.d.) di "Formacinema" a Silvano Agosti, disponibile qui
Una scheda su Paola Piacenza, la giornalista dell'intervista di "Io Donna"
è disponibile qui
vedi anche QUI e QUI 
si ringrazia Francesco Maiorano

Fratelli, di Carmelo Samonà, Einaudi 1978
oggi in vendita nella riedizione di Sellerio Editore
«”Fratelli" venne pubblicato nel 1978 e diventò subito un caso editoriale. L'autore, noto ispanista, era alla sua prima prova narrativa e le 30.000 copie della tiratura andarono immediatamente esaurite mentre critici come Giorgio Manganelli, Natalia Ginzburg, Alfredo Giuliani lo accolsero come un capolavoro. "Vivo, ormai sono anni, in un vecchio appartamento nel cuore della città, con un fratello ammalato". In una vasta casa di una città imprecisata vivono due fratelli. È il più grande a raccontare, l'altro è affetto da disturbi che riguardano "l'attività del pensiero" che non vengono comunque mai precisati, il ricovero in ospedale, predisposto da anni, "sembra di là da venire". Il rapporto tra i due è tormentato, la comunicazione è difficile, fatta di poche parole, di molti sguardi, silenzi, contatti fisici - il fratello maggiore accudisce l'infermo, lo lava, lo veste, lo segue da una stanza all'altra del grande appartamento, semivuoto di mobili, colmo comunque di ricordi, "arnesi dall'uso incerto" che "interrompono, di tanto in tanto, la sequenza dei vuoti", residui di una intimità familiare ormai perduta».
Acquistabile qui

VENERDI 24 LUGLIO A SABAUDIA
LA REGISTRAZIONE DELL'EVENTO È DISPONIBILE QUI:

PRODUZIONE, RIPRESE E DIRETTA STREAMING DI MAWIVIDEO 
si ringraziano William Santero e Daniele Carlevaro
VENERDI 10 LUGLIO A ROMA
LA REGISTRAZIONE DELL'EVENTO È DISPONIBILE QUI:

UNA PRODUZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE AMORE E PSICHE
REALIZZAZIONE DI MAWIVIDEO
si ringrazia William Santero 
TUTTI GLI ALTRI CONTENUTI SULL'EVENTO
DELLA PUBBLICAZIONE E DELLA PRESENTAZIONE
DEL LIBRO DI SANDA PANDŽA SONO DISPONIBILI QUI

CITATI ANCHE:
VEDI ANCHE I NUOVI EPISODI ESTIVI DELLO SCONTRO SU HEIDEGGER
ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE SOPRATTUTTO
GLI ULTIMI DIECI MINUTI DELLA DI CESARE NEL VIDEO DEL 6 AGOSTO DISPONIBILE QUI
UNA SINTESI DELLE DICHIARAZIONI CONCLUSIVE DI DONATELLA DI CESARE DALLA REGISTRAZIONE VIDEO SEGNALATA QUI SOPRA:
«Per me H. è stato un punto di riferimento. Perché H. ha avuto tanti allievi ebrei?  Perché sicuramente c’è una grande affinità tra il pensiero di H. e il pensiero ebraico: penso al concetto del NULLA, potrei fare molti altri esempi...
L’errore di H. è stato quello di pensare che tutto si giochi nel risalire all’Origine, un pensiero difensivo: nel suo cammino solitario H. si imbatte nell’Ebreo e lì intuisce che l’Ebreo è l’Altro, che l’Ebreo potrebbe essere il Varco, e lo lascia cadere. È lì che ricade nella metafisica, nel pensare che l’Ebreo sia il vero pericolo: tra l’Essere e l’Ebreo lui lascia cadere l’Ebreo.
Per me H. è un apocalittico della Rivoluzione, cioè H. è un rivoluzionario di un nuovo concetto di rivoluzione, che non è solo un rivolgimento come quella marxista, ma è una rivoluzione nazionale, soltanto tedesca, aristocratica.
È per questo che H. divide la sinistra, perché lui dice che la Rivoluzione non può essere dialettica, perché questa sarebbe metafisica».
«La mistica ebraica, incentrata sull’idea di un nulla nell’intimo di ogni essere, offre analoghi spunti di riflessione. Donne e uomini viaggiano da un mondo all’altro e capita allora che proprio nelle condizioni di sospensione tra diversi stati, in punti di ramificazione tra due mondi, si svelino dimore celesti. La bella Jechidà, un’anima femminile condannata a incarnarsi, soltanto dormendo e sognando supera «l’illusione del tempo e dello spazio, della causa e dell’effetto, del numero e della relazione», avvicinandosi così alla verità del mondo delle origini».
Repubblica 30.8.15
La mistica della fisica
di Paolo Zellini
qui
Il rabbino Della Rocca su Repubblica di martedì 1 settembre:
la lezione ebraica: «l’idea di una uguaglianza tra gli uomini è un mito astratto» (sic!)
Corriere 1.9.15
Alterità è libertà, la lezione ebraica
Il rabbino Della Rocca: le differenze sono il sale prezioso che contrasta l’omologazione di Babele
di Stefano Jesurum
qui
«Ayin (in ebraico: אַיִן‎?, trad. "nulla", correlato a Ain- "non") è un importante concetto della Cabala e della filosofia chassidica: dalla prospettiva Divina, la Creazione avviene "Ayin me-Yesh" ("Nulla dall'Essere"), poiché solo Dio possiede esistenza assoluta; la Creazione è dipendente dal flusso continuo della vitalità Divina, senza la quale ritornerebbe nel Nulla».

«...una pulsione di annullamento nei riguardi della totalità dell’altro. L’uomo così accecato si riempie di odio e ucciderebbe... se non si realizzasse ... un rapporto religioso con l’oggetto parziale circondato dal nulla che paralizza l’uomo... è il rapporto con dio, ovvero con l’alone nero che circonda l’oggetto parziale»
da Teoria della nascita e castrazione umana” di Massimo Fagioli, 1974

«staccare il pensiero dal corpo rassicura chi guarda perché così l’essere umano simile a se stesso può essere conosciuto perché determinato; ma il pensiero così staccato dal corpo diventa fatto strano... Togliere il pensiero all’organismo umano significa creare un non materiale senza organismo umano ... ciò che è proprio al pensiero religioso ovvero l’impossibilità di conoscenza viene fatto realtà e valore assoluto della specie umana»
da “La ragione che genera mostri genererà qualcosa di nuovo quando renderà libero ciò che non è se stessa” di Massimo Fagioli, 1999
...SUL MONOTEISMO, LEGGI QUI

CITATI ANCHE:



Il Venerdì di Repubblica 14.8.15
Il feto sogna e il bambino già conosce la narrazione grazie all’inconscio: una stessa idea innata si esprime attraverso le elaborazioni notturne
Torna in libreria una raccolta di Borges sul tema
di Luigi Zoja
segnalazione di Silvia Brugnara
Corriere 13.8.15
Vediamo i sogni come film In fase onirica funziona la stessa area cerebrale attiva quando guardiamo immagini da svegli
I contenuti 860 volte su 1.200 sono di minaccia

di Anna Meldolesi
qui
Il Sole Domenica 19.7.15
Concita De Gregorio
Ballata di sogni angoscianti
di Elisabetta Rasy
qui












Repubblica 28.8.15
Dike, il nuovo saggio di Emanuele Severino
Tra Essere e Destino quando la filosofia è scommessa estrema
di Massimo Cacciari
qui
Corriere 23.8.15
Cerchi la giustizia e trovi l’eternità
Giovedì in libreria un nuovo libro di Emanuele Severino
L’indagine del filosofo tocca un tema capitale senza ricorrere alle categorie della politica e dell’etica
Concetto né divino né umano né naturale: la via difficile di Emanuele Severino, l’ultimo dei greci
di Mauro Bonazzi
qui
Corriere 3.8.15
La tecnica unirà l’Europa
Né la politica né l’economia possono governare processi dominati dall’obiettivo di accrescere la potenza
di Emanuele Severino
qui



Repubblica 21.8.15
Fausto Bertinotti
“La sinistra impari dalla Chiesa la politica oggi è miserabile”
Ogni volta che il potere è sottoposto a una critica tende a delegittimare la critica stessa
intervista di Giovanna Casadio
qui
si ringrazia Francesco Forte 
Il Sole 26.8.15
Al Meeting DI Rimini
Bertinotti piace alla platea Cl: «Qui si rispettano le differenze»
qui

il manifesto 26.8.15
Meeting di Rimini, applausi al debutto di Bertinotti: «Per me, altrove, è difficile…»
Comunione e liberazione. Oggi cala il sipario con il ministro Padoan. Lezione sulla «buona scuola» di Luigi Berlinguer, mentre nella sussidiarietà nazionale si affaccia anche Fantinati, deputato veronese del M5S
di E. M.
qui


MARCELO FIGUERAS IN ITALIA DAL 9 AL 23 SETTEMBRE
PER PRESENTARE IL SUO NUOVO LIBRO “AQUARIUM”
L’ASINO D’ORO EDIZIONI
TUTTI GLI APPUNTAMENTI QUI


Venerdì 4 settembre 2015
si ringrazia Pina Mercuri
L'ASINO D'ORO EDIZIONI: QUI E QUI 

IN QUESTO NUMERO 31-32 DI LEFT, ANCHE:
E una intervista di Ilaria Bonaccorsi a Paolo Fiori Nastro
E un articolo di Elisabetta Amalfitano
IN QUESTO NUMERO 27 DI LEFT, ANCHE:

È IN TUTTE LE LIBRERIE:

MERCOLEDI 26 AGOSTO LA DIRETTRICE DI LEFT ILARIA BONACCORSI
È STATA OSPITE IN DIRETTA DI "L'ARIA D'ESTATE"
 SU LA7 
LA REGISTRAZIONE DELLA TRASMISSIONE È DISPONIBILE QUI
si ringrazia Matteo Fago
MARTEDI 25 AGOSTO AD "AGORÀ" SU RAI 3
È STATA OSPITE IN DIRETTA ILARIA BONACCORSI
DIRETTRICE DI LEFT 
LA REGISTRAZIONE DELLA TRASMISSIONE È DISPONIBILE QUI
si ringrazia Matteo Fago


Modena Today 4.9.15
Un caffè amaro con Corradino Mineo, il 5 settembre a Ponte Alto
Sabato 5 Settembre alle ore 21.00 allo spazio presentazioni Buk Shop della Festa de l'Unità Provinciale di Modena il Senatore Corradino Mineo presenta il libro "Caffè amaro" in dialogo con Ilaria Bonaccorsi
qui

SEGNALAZIONI NELLE SUE SCELTE EDITORIALI ESPRIME GLI ORIENTAMENTI DELLA
ASSOCIAZIONE CULTURALE AMORE E PSICHE 
E PUBBLICA I CONTENUTI CHE RITIENE COERENTI CON TALI ORIENTAMENTI. 
Segnalazioni” è un weblog di informazioni segnalazioni e stralci dalla stampa e dal web. Per inviare un articolo una segnalazione un’informazione, per suggerimenti e richieste, scrivici un’e-mail al nostro indirizzo: SEGNALAZIONI.BOX@GMAIL.COM
In questa pagina sono disponibili i post pubblicati più di recente. Per contenuti di periodi precedenti cerca negli Archivi - se conosci la data che ti interessa - altrimenti utilizza il box di ricerca di “Google” qui a sinistra.
Questo weblog è pubblicato nell’osservanza degli articoli 65 e 70 della Legge 633.41 e della Licenza Creative Commons (qui a sinistra). Le immagini e la grande maggioranza  dei testi sono state scaricati da Internet e quindi ritenuti di dominio pubblico. Se si desidera chiederne la rimozione è sufficiente scrivere alla redazione. Pagine ottimizzate per Firefox 39.0.
CHIUNQUE È LIBERO DI TRARRE DA “SEGNALAZIONI” MATERIALI DA PUBBLICARE SUI SOCIAL NETWORK COME FACEBOOK E SULLE PROPRIE PAGINE WEB O ALTROVE ED È ANZI INVITATO A FARLO. È RICHIESTO PERÒ CHE CHIUNQUE LO FACCIA CITI SEMPRE “SEGNALAZIONI” COME FONTE, E PUBBLICHI ANCHE UN LINK ALLA PAGINA ORIGINALE.
TUTTE LE RICHIESTE DI PUBBLICAZIONE DI AVVISI E COMUNICAZIONI DI EVENTI CULTURALI CONCERTI MOSTRE SPETTACOLI INIZIATIVE DI ASSOCIAZIONI E SINGOLI COLLEGATI ALLA NOSTRA RICERCA - SEMPRE GRADITE - SONO GESTITE SEPARATAMENTE E COMPARIRANNO SU “SPAZI”. LE RICHIESTE DI PUBBLICAZIONE VANNO INVIATE - ESCLUSIVAMENTE PER POSTA ELETTRONICA - ALL’INDIRIZZO: SPAZI.BOX@GMAIL.COM


MASSIMO FAGIOLI IL 30 MAGGIO 2015 SU RAI UNO:


MASSIMO FAGIOLI AL TG3 LINEA NOTTE
DI VENERDI 28 NOVEMBRE 2014
 I PASSI SALIENTI DELLA TRASMISSIONE
SONO DISPONIBILI QUI DI SEGUITO:

LA REGISTRAZIONE INTEGRALE DELLA TRASMISSIONE
È DISPONIBILE QUI

LE PRESENTAZIONI DI "L'IDEA DELLA NASCITA UMANA"
DI TORINO, ROMA E FIRENZE
ALTRI VIDEO E ALTRI MATERIALI
QUI DI SEGUITO CLICCANDO SU "CONTINUA A LEGGERE"



SULLA STAMPA DI VENERDI 4 SETTEMBRE 2015





"La Nascita Rubata", le origini del pensiero violento sulla donna e sul bambino.
Liguori Editore, Napoli, Luglio 2015.
A cura di Ludovica Costantino. Coautrici Fulvia Cigala Fulgosi e Fina Rumore.
La nascita rubata è un accurata ricostruzione storica, filosofica e psichiatrica che fa luce sul pensiero violento che ha da sempre investito donna e bambino e che nasce dall'idea di una natura umana originariamente malata.
Viene proposta la possibilità della cura basata sulla Teoria della nascita, che parla di una uguaglianza originaria degli esseri umani e una importante ricerca sull'origine del linguaggio.
A partire dalla prima immagine della nascita, il primo anno di vita del bambino è caratterizzato da un pensiero per immagini fantasioso e creativo, che poi ritroviamo, di notte, nei nostri sogni.
Disponibile anche on-line al sito www.liguori.it 








Recensioni filosofiche 27.8.15
Di Cesare, Donatella, Heidegger e gli ebrei. I "Quaderni neri"
Recensione di Tiziana Gabrielli
qui
si ringrazia Francesco Maiorano

DI DONATELLA DI CESARE ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE GLI ULTIMI DIECI MINUTI
DELLA SUA COMUNICAZIONE VIDEO DISPONIBILE SU YOUTUBE QUI, E SEGNALATA IN AGOSTO IN "SEGNALAZIONI D'ESTATE 2015". Altri materiali sul tema qui (si ringrazia Francesco Maiorano)
Repubblica 30.8.15
Heidegger e l’antisemitismo
Heidegger e il mito della cospirazione ebraica di Peter Trawny Bompiani,
di Francesca Bolino
qui









MicroMega 30.8.15
Chiesa e pedofilia, se un vescovo muore alla Penitenzeria
di Federico Tulli
qui







Antonio Di Micco è stato intervistato a RADIO3 SUITE in occasione dell’apertura, il prossimo 4 settembre, di “PER APPIAM 2015”.
La locandina con l’indicazione di tutti gli eventi nei quali si articolerà la manifestazione e il comunicato stampa sono disponibili qui
Su Facebook: qui









Venerdì 18 settembre, alla Casa della cultura di Villa De Sanctis, a partire dalle 18:30: “Una scuola per pensare”, Assemblea annuale dei soci e dei sostenitori della Associazione “La scuola che verrà”. L’invito è disponibile qui

Flashmob Nürnberg 2014 - Philharmonie Nürnberg - Beethoven, Ode an die Freude:
 
si ringrazia Francesco Callari


Il Fatto 4.9.15
I congressi e le Feste dell’Unità
La sindrome di Stoccolma del Pd che applaude i rivali, da B. e Previti ad Alfano
di Fabrizio D’Esposito
qui
Il Fatto 4.9.15
2 per mille. I partiti costretti a dimagrire
Boom di donazioni, ma per coprire tutte le spese ci vuole ben altro
Premier e tesoriere Pd festeggiano per il mezzo milione di italiani che gli ha versato l’obolo alla politica, ma i conti non tornano per nessuno
Il finanziamento privato non basta a sostenere le strutture che amministrano
Nel 2015 già esaurito il fondo da 9,6 milioni, ma i contributi pubblici calano di più
di Carlo Di Foggia e Marco Palombi
qui
Il Fatto 4.9.15
D’Alema si sente Trockij e giura di essere buono
di Daniela Ranieri
Ado Cazzullo becca Massimo D’Alema appena sceso dall’aereo, reduce dall’Arabia Saudita
di Daniela Ranieri
qui
Il Sole 4.9.15
Riforme, Bersani attacca Boschi: la maggioranza ci sarà
Le tensioni nel Pd. L’«auspicio» di Zanda: soluzione più vicina
di Barbara Fiammeri
qui

Repubblica 4.9.15
Bersani attacca Renzi “Democrazia deformata ma mai una scissione”
Anche contestazioni per l’ex leader. Boschi: “Nuova maggioranza? Prematuro”
di Giovanna Casadio
qui

La Stampa 4.9.15

Incrocio Bersani-Boschi. Scintille alla Festa del Pd
L’ex segretario: “C’è disagio nel partito”. La ministra: “Andiamo avanti”
di Fabio Poletti
qui

Repubblica 4.9.15
Carta segreta del premier per il Senato la soluzione martedì al vertice pd
Il premier Matteo Renzi lavora a una soluzione per superare lo stallo interno al Pd sul Senato elettivo
di Francesco Bei
qui
Il Fatto 4.9.15
L’Antimafia Capitale del Pd ma la piazza è mezza vuota
Nel luogo dei funerali sfarzosi di Vittorio Casamonica qualche contestazione a Marino e appena un migliaio di persone
di Enrico Ferro
qui
Repubblica 4.9.15
Marino contestato, monetine e fischi nella piazza dei Casamonica
Contestazioni ma anche applausi al sindaco “Cacceremo i mafiosi”. Vertice Alfano-Gabrielli
di Giovanna Vitale
qui
La Stampa 4.9.15
Quelle 7 mila cattedre rimaste vuote
di Andrea Gavosto
direttore Fondazione Agnelli
qui
Corriere 4.9.15
L’algoritmo-lotteria che sceglie i prof
Assegna le cattedre incrociando punti e province
Il Miur: nessun errore, fatte più simulazioni
di Claudia Voltattorni
qui

il manifesto 4.9.15

Scuola, realtà e finzioni dell’autoritarismo di Renzi
Sulle decine di migliaia di docenti costretti a emigrare il governo sperimenta una gestione del «capitale umano» ispirata al comando: la forza-lavoro dev’essere muta e disciplinata. i diritti sono una concessione
Chi protesta è un “culo di pietra” o un ingrato. Ma la realtà è un’altra
Domani e domenica assemblea nazionale a Bologna del movimento "No Buona Scuola"
di Roberto Ciccarelli
qui
Corriere 4.9.15
Donne e lavoro, ecco come cambiano le regole anti dimissioni in bianco
di Rita Querzè
qui



Il Sole 4.9.15
Dallo ius soli al voto agli stranieri le 92 proposte presentate alle Camere
Fermo da 10 mesi il ddl che uniforma le procedure per l’identificazione dei minori stranieri
La Lega chiede un giro di vite su scafisti e trafficanti
di Nicoletta Cottone
qui
Ius soli
Lo Ius soli (diritto del suolo) è un'espressione giuridica che indica l’acquisizione della cittadinanza di un Paese come conseguenza del fatto giuridico di essere nati nel territorio, indipendentemente dalla cittadinanza dei genitori. In Italia trova applicazione solo in circostanze eccezionali. Un ddl alla Camera mira a introdurre uno “ius soli soft”, che pone alcune condizioni per l'ottenimento della cittadinanza : i minori stranieri nati in Italia o residenti da anni nel Paese potranno ottenere la cittadinanza italiana, se rispettano alcune condizioni come la frequenza scolastica o la residenza nel Paese da più anni da parte di uno dei genitori.

Il Sole 4.9.15
L’identificazione voluta dalla Ue porterà tensioni nei centri attuali
di Marco Ludovico
qui

Repubblica 4.9.15
I crocifissi di Padova
di Alessandra Longo
Che cosa manca nelle scuole e negli uffici comunali? Per la città di Padova la risposta è facile: manca il crocifisso, che il sindaco leghista Bitonci ha dichiarato «obbligatorio» sin dall’inizio del suo mandato. Aveva promesso di regalarlo a tutti attingendo dalle casse del Comune. Ma ora può risparmiare grazie a Nicola Lodi, Forza Italia, il più ricco dei consiglieri comunali, broker, e assicuratore dell’avvocato Ghedini. Lodi ha commissionato e poi pagato personalmente 1500 crocifissi. Ha voluto dare all’operazione un tono solenne: «Milioni di italiani, si sono sposati, abbracciati, sposati davanti a questo simbolo che ci accompagna dalla nascita alla morte...». Meno entusiasti quelli della Rete degli Studenti Medi: «E’ una crociata ridicola fatta da chi prima rinnega la carità cristiana chiedendo di mandar via i profughi e poi pensa ai crocifissi».
Repubblica 4.9.15
Il male assoluto che non si può nascondere
Oggi tutto accade sotto l’assidua attenzione dei media
Siamo davanti a una omologazione della Shoah, peggio, a una versione banalizzata
di Adriano Prosperi
qui
Il Sole 4.9.15
Adesso il mondo guarda la guerra che non voleva vedere
La causa principale dell’ondata di disperati è la destabilizzazione che Usa e Ue hanno contribuito a provocare
di Alberto Negri
qui

Repubblica 4.9.15

Il sociologo Alain Touraine
“Aiutare chi fugge è un dovere nel nome della fratellanza”
“I rifugiati scappano da guerre che l’Europa non sa fermare”
intervista di Anais Ginori
qui

Repubblica 4.9.15
“L’architettura si occupi di accoglienza”
Parla Daniel Libeskind “Saranno le città i luoghi chiamati a realizzare politiche d’integrazione”
di Marco Mathieu
qui
La Stampa 4.9.15
Ecco il piano Ue: quote obbligatorie e sanzioni per chi rifiuta i profughi
La proposta della Merkel e di Hollande. Cameron “apre” a una maggiore accoglienza
La redistribuzione sarà almeno quadruplicata. Regole comuni per il diritto d’asilo
di Marco Zatterin
qui
La Stampa 4.9.15
Orban non si piega: “Colpa della Germania
Non vogliamo i musulmani nel nostro Paese”
di M. Zat.
qui

La Stampa 4.9.15
Il grande inganno dell’Ungheria
Il treno per la Germania va al campo
Dopo pochi chilometri la polizia blocca il convoglio: dobbiamo identificare i profughi
di Niccolà Zancan
qui

Corriere 4.9.15
Io, un ungherese in fuga, fui salvato dai contadini
Da quando dopo Yalta il mondo è stato suddiviso in due come un giocattolo, il numero dei fuggiaschi, degli esiliati, dei profughi è enormemente cresciuto
E il mondo si è sempre più differenziato per la maniera di trattarli
di Giorgio Pressburger
qui










Il Fatto 4.9.15
Caos greco
Tsipras e lo spauracchio del pareggio che fa tremare l’Unione europea
Rush finale prima del voto: Syriza in calo tra defezioni e recupero dei conservatori
di Roberta Zunini
qui

 




il manifesto 4.9.15
Israele/Territori Occupati
Terror Act, sarà terrorismo anche sventolare la bandiera palestinese
La nuova legge antiterrorismo, voluta dalla ministra della giustizia Ayelet Shaked, è stata approvata in prima lettura dalla Knesset
Se approvata renderà reato qualsiasi forma di opposizione palestinese, anche non violenta, all'occupazione militare israeliana
di Michele Giorgio
qui
Corriere 4.9.15
La resistenza di Abu Mazen a una svolta necessaria
di Antonio Ferrari
qui

il manifesto 4.9.15
Palestina. Kefiah, l’ultima fabbrica
Reportage dall’impianto tessile della famiglia Hirbawi, nel centro di Hebron. Oggi ormai sono gli unici a produrre, seguendo i metodi tradizionali, il tipico capo di abbigliamento arabo, divenuto negli anni un simbolo della resistenza dei palestinesi all’occupazione britannica prima e israeliana poi. Indossata negli anni durissimi della prima e della seconda Intifada col tempo la «kufiya» ha assunto il ruolo di simbolo di resistenza per i popoli di tutto il mondo
di Pablo Castellani
qui













La Stampa 4.9.15
La Cina mostra il suo arsenale al mondo
Xi Jinping: non cerchiamo l’egemonia. Ma a Pechino sfilano i nuovi armamenti
di Ilaria Maria Sala
qui
Corriere 4.9.15
Cina
Meno soldati, largo ai missili
Sulla «Bandiera Rossa» Il presidente cinese Xi Jinping, 62 anni, sfila, in piedi sulla limousine Hongqi (Bandiera Rossa), lungo il viale Chang’an (della Lunga Pace) La parata è una recita «imperiale» di Xi Che mostra, con Putin al fianco, armi capaci di colpire gli Usa Missili Mezzi semoventi con i missili DF-26, capaci di colpire gli Usa
di Guido Santevecchi
qui

Repubblica 4.9.15
Cina
La parata hi-tech che archivia Mao “Niente egemonia vogliamo la pace”
A piazza Tienanmen 12.000 soldati celebrano la vittoria nella Seconda guerra mondiale.
Per la prima volta il pubblico gira le spalle al mausoleo del Grande timoniere
Così Xi Jinping mostra i muscoli al paese e al mondo, ma promette: “Taglieremo le Forze armate”
di Giampaolo Visetti
qui

Il Sole 4.9.15
Cina-Russia
La santa alleanza tra Xi e Putin
di Rita Fatiguso
qui
il manifesto 4.9.15
Saggi
L’esercito in ritirata incontra un nemico in abiti civili
«I crimini di guerra tedeschi in Italia 1943-1945» di Carlo Gentile per Einaudi
di Enzo Collotti
qui
















Il Fatto 4.9.15
Maestri dimenticati
Piero Calamandrei e la Resistenza intellettuale
La Costituzione, antidoto al pericolo dell’indifferenza
di Maurizio Viroli
qui

Corriere 4.9.15
Perché i 50enni diventano sempre più intelligenti
I test dimostrano a distanza di 6 anni un aumento delle capacità cognitive Il segreto? Si chiama «effetto Flynn»
di Edoardo Boncinelli
qui








il manifesto 4.9.15
Da oggi a Sarzana il Festival della Mente
qui



La Stampa 4.9.15
Tra i profughi e gli angeli
il mix di Torino Spiritualità
Presentata l’undicesima edizione della rassegna, al via il 23 settembre Centocinquanta celebrità si confronteranno sull’impasto umano
di Mario Baudino
qui
Corriere 4.9.15
Torino Spiritualità
Gli ingredienti del genere umano
di Antonio Carioti
qui



Repubblica 4.9.15
Via Appia
Un appello per far rivivere la Regina delle strade
Il viaggio rifatto al contrario,da Brindisi a Roma, per fare di questo tragitto il Cammino di Santiago d’Italia
Basterebbe ripulire i sentieri e una segnaletica unitaria per garantire l’accesso agli utenti Un flusso di camminatori potrebbe mostrare che l’archeologia è una risorsa per tutti
di Paolo Rumiz
qui

Repubblica 4.9.15

Il Memoriale italiano di Auschwitz sarà smontato e portato a Firenze
qui


La Stampa 4.9.15
Festival di Venezia 2015
Spotlight, coltello nella piaga della pedofilia nella Chiesa
“Spero che il Papa lo veda”
L’attore Ruffalo: opportunità per risarcire le vittime
di Fulvia Caprara
qui
il manifesto 4.9.15
Festival di Venezia 2015
È la stampa, reverendo
Fuori Concorso. Giornalismo d’inchiesta a Boston, travolgente film di genere: «Spotlight» di Tom McCarthy presentato fuori concorso, con Mark Ruffalo e Michael Keaton. Come si indagò e si lanciò la campagna contro i preti pedofili
Silvana Silvestri
qui









Avvenire 4.9.15
Chiesa e pedofilia, le verità di Spotlight
Fa discutere alla Mostra del Cinema il film di Tom McCarthy sull’inchiesta che il Boston Globe dedicò agli abusi commessi dai sacerdoti
di Alessandro Zaccuri
qui
si ringrazia Noemi Ghetti







Corriere 4.9.15
Festival di Venezia 2015
L’intervista «Quell’ultimo giorno di Rabin Il mio film è un atto d’accusa»
Amos Gitai: documento i legami dei servizi con l’estrema destra
di Valerio Cappelli
qui



Il Fatto 3.9.15
Festival di Venezia 2015, è Sangue del mio Sangue il nuovo film di Marco Bellocchio: la clip in esclusiva
Nel convento-prigione di Bobbio, in questa cittadina della Val Trebbia, luogo cinematografico e dell’anima, tra passato e presente, prende vita Sangue del mio Sangue
La sinossi è ancora una volta una traccia, una linea che si snoda tra un qui ed ora, e un altrove onirico, storico, lontano ma immediato, sulfureo e vitale
di Davide Turrini
qui