giovedì 23 maggio 2019

VENERDI 24 MAGGIO A ROMA
"IL GRUPPO STORIA DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE AMORE E PSICHE"
PROPONE L’INCONTRO SU
"GRAMSCI GLI INTELLETTUALI E LA CULTURA PROLETARIA" DI CESARE BERMANI.
VENERDI 24 MAGGIO A FIRENZE L'INCONTRO PROMOSSO DA NETFORPP
SUL TEMA “STRATEGIE DI INTERVENTO NELLA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI BULLISMO.
VEDI DI PIÙ QUI DI SEGUITO.
DA VENERDI 24 MAGGIO I BIGLIETTI:


 I PROSSIMI EVENTI:
IL 25 MAGGIO E POI IL 1 GIUGNO A ROMA L’INCONTRO SUL TEMA
 “NEGAZIONE DELLA NATURALE SOCIALITÀ UMANA: IL NEOLIBERISMO”
UN CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA ASSOCIAZIONE CULTURALE AMORE E PSICHE
IL 26 MAGGIO AVRÀ LUOGO A ROMA IL QUARTO E CONCLUSIVO
INCONTRO DEL GRUPPO DI STUDIO SUL MONOTEISMO
SABATO PRIMO GIUGNODIPENDENZA DA SOSTANZE, UN MONDO SENZA SOGNI”
DI CINZIA FAZIO, SILVIA LEONARDELLI, EMANUELA LUCARINI E NICCOLÒ TREVISAN
SARÀ PRESENTATO ALLA IBS DI FIRENZE
 UN CORSO SU “HEIDEGGER, NAZISMO E FILOSOFIA” CON PROF. EMMANUEL  FAYE,
DELL'UNIVERSITÀ DI ROUEN NORMANDIE: LEGGI IL PROGRAMMA QUI
LEGGI DI PIÙ QUI DI SEGUITO

«il cristianesimo è la vera matrice culturale e storica del razzismo»:

«Non ci sarà mai libertà di ricerca fino a che c'è il pensiero religioso.
Credere e pensare sono senza possibilità di accordo»
Massimo Fagioli, Left 2006, L'asino d'oro, 2009, pag. [XIV]...


«... la religione cristiana ha una gravissima responsabilità professando che la vita umana inizia con lo zigote ed è solo biologica.
Nel ridurre l'uomo a mera realtà fisica, il cristianesimo è la vera matrice culturale e storica del razzismo. È una lunga tragedia storica
...»
Massimo Fagioli in Il Sogno della farfalla, n. 3/2012 pp. 63-66


ESSERE ANTIFASCISTI IN EUROPA OGGI









«Non ci sarà mai libertà di ricerca fino a che c'è il pensiero religioso. Credere e pensare sono senza possibilità di accordo»
Massimo Fagioli, Left 2006, L'asino d'oro, 2009, pag. [XIV]...

... la «religione cristiana ha una gravissima responsabilità, professando che la vita umana inizia con lo zigote ed è solo biologica. Nel ridurre l'uomo a mera realtà fisica, il cristianesimo è la vera matrice culturale e storica del razzismo (...) È una lunga tragedia storica...
Massimo Fagioli in Il Sogno della farfalla, n. 3/2012 pp.63-66
«Reazione, pulsione, vitalità, creazione, esistenza, tempo, capacità di immaginare.
Forza, movimento, suono, memoria, certezza che esiste un seno.
Percezione cosciente, fantasia, linea, senso, volto»
Massimo Fagioli sul n. 27/2016 di LEFT

«Una lotta, senza armi, soltanto rivoluzione del pensiero e parola»
Massimo Fagioli sul n°49/2008 di LEFT

«Una posizione personale di realizzazione umana completa nel senso di vivere una disponibilità per gli altri senza secondi fini di vantaggi materiali o di vantaggi psicologici».
Massimo Fagioli, Istinto di morte e conoscenza, L’Asino d’oro edizioni, Roma 2010, pag.248

«Troppo difficile per loro la comprensione della dialettica, troppo pesante il conflitto di sentirsi cattivi nel momento del rifiuto.Troppo lontano, da loro, l’interesse per gli altri, troppo povero l’amore per volere una realtà degli uomini diversa dall’attuale».
Massimo Fagioli, Premessa alla quinta edizione di Istinto di morte e conoscenza, L’Asino d’oro edizioni, Roma 2010, pag.43

«Origine materiale. Facile a dirsi. Poi, andando a fondo, si scopre che è difficile, difficilissimo nonostante più di 100 anni di materialismo storico ateo, più di 200 dall'illuminismo ugualmente ateo. È che accettare realmente, nell'inconscio, come realizzazione psichica profonda, e non soltanto come sbandieramento di un concetto astratto o come dovere di coerenza cosciente, l'origine materiale, innanzitutto la propria, significa subito accettare la fine di questa propria realtà materiale. Significa cioè rinunciare all'idea di eternità, spiritello maligno nascosto nella mente di tante persone.
Tutti vogliono restare, nessuno sa accettare di andarsene dopo essere stato ed aver fatto. L'annullamento della nascita, della prima e fondamentale separazione, conduce poi a non fare e non accettare più separazioni mai e da nessuno. Conduce a vivere come se il tempo non passasse, come se si fosse sempre nello stato di prima. Ogni novità, personale, sociale, storica, culturale, viene continuamente annullata. Perché la novità mette in crisi lo status, la norma, e lo rende passato. Lo mette da parte. E si scatena il conflitto e la lotta tra il nuovo e coloro che non sanno modificarsi. Coloro che non riescono ad aprirsi ad una recettività per rapportarsi a quanto prima non c'era.
L'uomo che non ha scoperto la nascita non riesce ad accettare nessuna nascita, resta sempre conservatore, reazionario, ovvero reagisce con l'annullamento di fronte ad ogni nuovo che compare. Non accetta neppure i propri nati, li distrugge, li fa impazzire».
Massimo Fagioli, in Bambino donna e trasformazione dell’uomo. Risposta alla Domanda n. 16

«Il tempo della vita umana che inizia con la nascita non è il tempo del feto che si forma nell’utero. Il tempo del movimento della realtà biologica rientra nella realtà dell’universo. Poi accade quanto detto: il giungere della luce sulla retina provoca la realizzazione di una realtà non materiale denominata pulsione. Una realtà non materiale che è la base del pensiero umano».
Left n°2/2017









Per una migliore organizzazione è gradita la prenotazione inviando una mail a posta@associazioneamorepsiche.org
https://associazioneamorepsiche.org/wp-content/uploads/2019/05/Programma-esteso.pdf


CONCLUDERÀ IL CICLO L'INCONTRO PROGRAMMATO PER DOMENICA 26 MAGGIO
LA REGISTRAZIONE DEL PRIMO INCONTRO È DISPONIBILE QUI:https://player.vimeo.com/video/326590516
LA REGISTRAZIONE DEL SECONDO INCONTRO È DISPONIBILE QUI: https://vimeo.com/329309780
LA REGISTRAZIONE DEL TERZO INCONTRO È DISPONIBILE QUI: https://player.vimeo.com/video/334861370

SUL MONOTEISMO:
UNA SELEZIONE DI MATERIALI RACCOLTI DA "SEGNALAZIONI"
i nostri Archivi dal 2009 al 2016


Il trionfo del monoteismo, Rai Storia - prof... di segnalazioni
Da Rai Storia
"a.C.d.C. Da Oriente a Occidente, il trionfo del monoteismo"
Una ricostruzione del prof. Alessandro Barbero, storico dell'Università di Torino
si ringraziano Isabella Timpano e Teresa Coltellese

SU QUESTO TEMA LEGGI ANCHE GLI ALTRI CONTENUTI
DISPONIBILI A SEGUIRE DA QUI

A partire da Venerdì 24 Maggio alle ore 17.00
sarà possibile acquistare i biglietti per la giornata di studio:
ventisecondi.it


Firenze Programma del Seminario internazionale
"HEIDEGGER  NAZISMO E FILOSOFIA"
Il Corso si terrà sabato 19 ottobre 2019, in Via Laura 48
Al centro di questa iniziativa saranno le ricerche del Prof. 
EMMANUEL FAYE
dell'Università di Rouen Normandie

Come presentazione del Seminario "HEIDEGGER. NAZISMO E FILOSOFIA"
vi  mettiamo a disposizione il link alla traduzione italiana della prefazione 
di Emmanuel Faye (dell'Università di Rouen-Normandie) al suo libro 
'L’introduction du nazisme dans la philosophie, Autour des séminaires 
inédits de 1933-1935'.
https://docs.google.com/document/d/1ioUYq6J5T7jr5vVecN2YCOHZ2nRY5IGegMyzJQ7ooY0/edit?usp=sharing 

Il seminario avrà al centro le ricerche del prof. Faye, che saranno 
discusse e approfondite da interventi in ottica storica, filosofica e 
politica di Simone Duranti, Michelangelo Bovero, Dimitri D'Andrea e Giulia 
Lanzirotti.


OLTRE IL PONTE
Testo di Italo Calvino
Musica di Sergio Liberovici
(e il film completo "Attacco a Stalingrado" è disponibile qui

NELLE EDICOLE

qui il sommario: https://left.it/left-n-20-17-maggio-2019/
qui l'editoriale :https://left.it/2019/05/16/come-farla-finita-con-il-fascismo/

È ONLINE IL NUOVO SITO DELL'ASINO D'ORO EDIZIONI
WWW.LASINODOROEDIZIONI.IT
Per qualsiasi problema a riguardo, puoi scrivere a:
 valeria.iodice@lasinodoroedizioni.it

I PROSSIMI EVENTI






19 maggio 2019 - Il flagello del neoliberismo - Enoteca SO2 from Mawivideo on Vimeo.

IL 19 MAGGIO 2019 ALL’ENOTECA SO2 È STATO PRESENTATO IL LIBRO “IL FLAGELLO DEL NEOLIBERISMO
- ALLA RICERCA DI UNA NUOVA SOCIALITÀ” DI ANDREA VENTURA, ECONOMISTA
E CANDIDATO ALLE ELEZIONI EUROPEE PER LA SNISTRA.
SONO INTERVENUTI SIMONE PIETRO CANESE, BIOLOGO E RICERCATORE
KATIA FRONTINO, DISTRIBUTRICE VINI NATURALI, VALERIA SEBASTIANI, IMPRENDITRICE
FRANCESCA ZAPPACOSTA, ESPERTA DIRITTO AMBIENTALE, 

HA COORDINATO COORDINA DONATELLA COCCOLI, GIORNALISTA DI "LEFT"
IL LIBRO È STATO EDITO DA L'ASINO D'ORO EDIZIONI 
UNA PRODUZIONE MAWIVIDEO
Si ringraziano William Santero e Leonardo Poggiali

LA REGISTRAZIONE È DISPONIBILE QUI


SEGNALAZIONI” NON è un social network a libero accesso, né una bacheca elettronica ma è invece una testata registrata sul www e un weblog quotidiano di libera espressione dei propri redattori oltre che di informazioni, segnalazioni e stralci dalla stampa e dal web. Per inviare un articolo una segnalazione un’informazione, per suggerimenti e richieste, scrivici un’e-mail al nostro indirizzo: SEGNALAZIONI.BOX@GMAIL.COM. In questa pagina sono disponibili i post pubblicati più di recente. Per contenuti di periodi precedenti cerca negli Archivi - se conosci la data che ti interessa - altrimenti utilizza il box di ricerca di “Google” disponibile qui a sinistra.
PER IL NECESSARIO AVVICENDARSI DELLE INFO COMUNICATE TRAMITE QUESTE PAGINE E PER LASCIARE COSÌ SPAZIO ALLA ATTUALITÀ CHE SEMPRE SI SUCCEDE, E INCALZA, NESSUN CONTENUTO QUI PUBBLICATO - SALVO CHE IN CASO DI RARISSIME ECCEZIONI DECISE ESCLUSIVAMENTE DA QUESTA REDAZIONE - RESTERÀ IN HOME PAGE IN PRIMO PANO PER PIÙ DI DUE SETTIMANE.
Questo weblog è pubblicato nell’osservanza degli articoli 65 e 70 della Legge 633.41 e della Licenza Creative Commons (qui a sinistra). Le immagini e la grande maggioranza dei testi sono state scaricati da Internet e quindi ritenuti di dominio pubblico. Se si desidera chiederne la rimozione è sufficiente scrivere alla redazione. Pagine ottimizzate per Firefox 64.
CHIUNQUE È LIBERO DI TRARRE DA “SEGNALAZIONI” MATERIALI DA PUBBLICARE SUI SOCIAL NETWORK COME FACEBOOK E SULLE PROPRIE PAGINE WEB O ALTROVE ED È ANZI INVITATO A FARLO. È RICHIESTO PERÒ CHE CHIUNQUE LO FACCIA CITI SEMPRE “SEGNALAZIONI” COME FONTE, E PUBBLICHI ANCHE UN LINK ALLA PAGINA ORIGINALE.

SPETTACOLI INIZIATIVE DI ASSOCIAZIONI E SINGOLI COLLEGATI ALLA NOSTRA RICERCA - SEMPRE GRADITE - SONO GESTITE SEPARATAMENTE E COMPARIRANNO ORDINARIAMENTE SU “SPAZI” E SULLE PAGINE SOCIAL CONNESSE O RIFERIBILI A "SEGNALAZIONI". LE RICHIESTE DI PUBBLICAZIONE VANNO INVIATE - ESCLUSIVAMENTE PER POSTA ELETTRONICA - ALL’INDIRIZZO: SPAZI.BOX@GMAIL.COM.
TRE E-POSTER PRESENTATI A VARSAVIA PER IL CONGRESSO DELL’EPA 2019  IL 6 APRILE - O. ORSINI, D. MONTANARO, A BERNARDINI, R.POMPEI, A.GIAMPÀ  qui 
VENTISECONDI FILOSOFIA POLITICA, KARL MARX 13 APRILE . E.LONGOBARDI, G.BECCARI, F.MONTANELLI, F.RINALDI, A.VENTURA  qui  
LINEE RESISTENTI DVL 2019-04-14 12 APRILE 2019 Maurizio Maturi on Vimeo. qui
14 dicembre 2018. Pres. di “LEFT 2015” di M. Fagioli: M.Fago, E.Longobardi, E.Pappagallo, F.Tulli: Feltrinelli, Roma - disponibile qui
9 dicembre 2018. Più Libri più liberi - Storia di una ricerca. Lezioni 2002 di M. Fagioli: C.Anzillotti, I.De Marchis, F.Montanelli: Sala Nuvola, Roma. - disponibile qui
ALTRE PRESENTAZIONI DEL PERIODO NOV/DIC 18 RESTANO ADESSO DISPONIBILI QUI
IL CALENDARIO COMPLETO DI TUTTI GLI EVENTI INDICIZZATI DA “SEGNALAZIONI” NEL PERIODO CHE È TRASCORSO DAL MAGGIO AL DICEMBRE 2018 È ADESSO DISPONIBILE SU QUESTA PAGINA
“Una nuova prospettiva sul delirio”, un incontro tenutosi il 18 gennaio 2019 a Firenze è ora disponibile qui 
  “Restiamo umani”tenutosi il 23 gennaio 2019 presso l’Istituto Di Vittorio Lattanzi di Roma è adesso disponibile qui


NEL TEMPO DI UNA PERTINACE RESISTENZA:

Sergej Rachmaninoff - Piano Concerto No. 2 from SEGNALAZIONI.BOX on Vimeo.
Hélène Grimaud e l'Orchestra sinfonica di Luzern diretta da Claudio Abbado
TORNA A "SEGNALAZIONI" ▲

m
QUELLO CHE SEGUE È L'INDICE DEGLI ARGOMENTI FIN QUI DISPONIBILI NELLA SEZIONE «REPRINT».
LO TROVI TUTTI I GIORNI QUI DI SEGUITO INSIEME ALLA RASSEGNA STAMPA INDIPENDENTE DI "SEGNALAZIONI" CON I "REPRINT" PIÙ RECENTI O AL MOMENTO PIÙ SIGNIFICATIVI:

«I REPRINT»!
DAL MOMENTO CHE COME CONSEGUENZA DEL LAVORO FATTO IN PASSATO POSSIAMO CONTARE SU UN NOSTRO ARCHIVIO DI CONTENUTI SEDIMENTATOSI IN PIÙ DI DICIOTTO ANNI DI RICERCA, FACENDO BASE SU QUESTO PATRIMONIO «I REPRINT» SONO PROPOSTI E PUBBLICATI NON QUOTIDIANAMENTE O CON UNA PERIODICITÀ PREFISSATA, MA OGNI VOLTA CHE LA RASSEGNA DELLA STAMPA QUOTIDIANA O LE SEGNALAZIONI, I SUGGERIMENTI O LE RICHIESTE DEI LETTORI CE NE PROPONGONO L'ESIGENZA: ASPETTIAMO I VOSTRI CONTRIBUTI (SCRIVETECI QUI). «AVANCES DI SEGNALAZIONI» ESISTE INVECE PER GARANTIRE SPAZIO DI LIBERO INTERVENTO A CONTRIBUTI ORIGINALI EVENTUALI DEI LETTORI: MANDATE LE VOSTRE PROPOSTE CON UNA E MAIL INDIRIZZATA QUI.
I «MOSTRI»: LE GENERAZIONI MITOLOGICHE
m
LE «QUATTRO PIAGHE»:
IL «NULLA EBRAICO», IL «PECCATO ORIGINALE», IL «MALE RADICALE» DI KANT, L’ANIMALITÀ DEL «LOGOS».

m
IL VELENO NAZISTA DI HEIDEGGER

m
LA RIVOLTA FALLITA DI NIETZSCHE 
m
IL CORAGGIO E LA FANTASIA DI GRAMSCI

LO SPIRITUALISMO MASCHERATO DI SPINOZA: UN DIO ANCORA PIÙ ONNIPOTENTE E INAFFRONTABILE

LA MENZOGNA SEDICENTE “ULTRASINISTRA” DI UNA CONTINUITÀ DI SPINOZA CON MATERIALISMO E MARXISMO

L’INVIDIA DI BELLOCCHIO PER BERTOLUCCI

MASSIMO FAGIOLI A PARTIRE DAL CONVEGNO SUL “CASO ERICA” DEL 2002  AFFONDA LA SFIDA CON LA CULTURA DISUMANA FRANCO - ITALIANA CHE TENTA DI AFFONDARE QUALSIASI POSSIBILITÀ DELL’ESISTENZA DI UNA SINISTRA RIVOLUZIONARIA IN ITALIA E IN EUROPA

FOUCAULT E TONI NEGRI, ALTHUSSER

GIORDANO BRUNO, ARISTOTELE E LA RICERCA DI MARIO VEGETTI

LE ANTICHISSIMA MITOLOGIE DELLA TRADIZIONE CHE FONDANO IL METRO EPICO CON GILGASMESH VIII E CON IL RAMAYANA, SONO OGGI FINALMENTE DISPONIBILI INTEGRALMENTE AGLI STUDIOSI
L'EPOPEA (O PIÙ SEMPLICEMENTE "IL GILGAMESH") È ANTERIORE AI VEDA INDIANI (1500 A.C.). LE PRIME REDAZIONI SUMERICHE DEL POEMA SONO FATTE RISALIRE AD OLTRE IL 2000 A.C. DOCUMENTI SU GILGAMESH SONO STATI RINVENUTI PIÙ O MENO OVUNQUE IN MESOPOTAMIA, MA ANCHE AL DI FUORI, COME IN ANATOLIA (HATTUSA, CAPITALE DELL'IMPERO ITTITA) O IN PALESTINA (MEGIDDO).  IL CICLO OMERICO VIENE FATTO RISALIRE CIRCA ALL’800 AC E IL MITO BIBLICO NELLE SU MANIFESTAZIONI PIÙ ARCAICHE AL 600 AC
IL RAMAYANA VIENE FATTO CIRCA RISALIRE AL 500 AC.  

ANCORA SU HEIDEGGER E LA SUA ESPOSIZIONE CONCLUSIVA DELLA VERITÀ METAFISICA CHE COINCIDE CON IL PROPRIO ANNIENTAMENTO, I CONTRIBUTI “INVOLONTARI” DI NIETZSCHE”, IL CHIARIMENTO DELLA QUESTIONE NELLA LETTURA DI MASSIMO FAGIOLI GRAZIE ANCHE AI CONTRIBUTI DI GIANFRANCO DE SIMONE

IL MATERIALISMO ASSOLUTO DI GIACOMO LEOPARDI E IL CONFRONTO  CON KIERKEGAARD

ANCORA SUL COMPLETAMENTO DELLA PUBBLICAZIONE DEI QUADERNI NERI DI MARTIN HEIDEGGER

L'ATEISMO RADICALE DI MASSA DEL MONDO NUOVO DI XI A EGEMONIA CINESE SI PREFIGURA COME L'ESATTO OPPOSTO DELL'ANNIENTAMENTO HEIDEGGERIANO

LE ANTICHISSIMA MITOLOGIE DELLA TRADIZIONE CHE FONDANO IL METRO EPICO CON GILGASMESH VIII E CON IL RAMAYANA, SONO OGGI FINALMENTE DISPONIBILI INTEGRALMENTE AGLI STUDIOSI
L'EPOPEA (O PIÙ SEMPLICEMENTE "IL GILGAMESH") È ANTERIORE AI VEDA INDIANI (1500 A.C.). LE PRIME REDAZIONI SUMERICHE DEL POEMA SONO FATTE RISALIRE AD OLTRE IL 2000 A.C. DOCUMENTI SU GILGAMESH SONO STATI RINVENUTI PIÙ O MENO OVUNQUE IN MESOPOTAMIA, MA ANCHE AL DI FUORI, COME IN ANATOLIA (HATTUSA, CAPITALE DELL'IMPERO ITTITA) O IN PALESTINA (MEGIDDO).  IL CICLO OMERICO VIENE FATTO RISALIRE CIRCA ALL’800 AC E IL MITO BIBLICO NELLE SU MANIFESTAZIONI PIÙ ARCAICHE AL 600 AC
IL RAMAYANA VIENE FATTO CIRCA RISALIRE AL 500 AC.  

ANCORA SU HEIDEGGER E LA SUA ESPOSIZIONE CONCLUSIVA DELLA VERITÀ METAFISICA CHE COINCIDE CON IL PROPRIO ANNIENTAMENTO, I CONTRIBUTI “INVOLONTARI” DI NIETZSCHE”, IL CHIARIMENTO DELLA QUESTIONE NELLA LETTURA DI MASSIMO FAGIOLI GRAZIE ANCHE AI CONTRIBUTI DI GIANFRANCO DE SIMONE

IL MATERIALISMO ASSOLUTO DI GIACOMO LEOPARDI E IL CONFRONTO  CON KIERKEGAARD

ANCORA SUL COMPLETAMENTO DELLA PUBBLICAZIONE DEI QUADERNI NERI DI MARTIN HEIDEGGER

L'ATEISMO RADICALE DI MASSA DEL MONDO NUOVO DI XI A EGEMONIA CINESE SI PREFIGURA COME L'ESATTO OPPOSTO DELL'ANNIENTAMENTO HEIDEGGERIANO


















ALTRI E NUOVI CONTRIBUTI PER
DI "SEGNALAZIONI" SONO IN PREPARAZIONE
CON LA VERITÀ SU BARUCH SPINOZA
(E SU KARL MARX, E FOUCAULT, TONI NEGRI...)
CON «LE NOTTI DELL'ISTERIA» DI MASSIMO FAGIOLI»,
GIORDANO BRUNO E M. VEGETTI
QUI DI SEGUITO...





I PRETI SONO I NEMICI PIÙ FEROCI DELLE DONNE, IPOCRITI SUBDOLI FALSARI E MENTITORI ESSI STESSI
SEMPRE NEI SECOLI MANDANTI E COMPLICI DI LADRI DI PEDOFILI DI PSICOTICI PERICOLOSI
DI SPIE E DI TORTURATORI NAZISTI E FASCISTI:
DUNQUE CON I PRETI, MAI!
«NON CI SARÀ MAI LIBERTÀ DI RICERCA FINO A CHE C'È IL PENSIERO RELIGIOSO.
CREDERE E PENSARE SONO SENZA POSSIBILITÀ DI ACCORDO»

Massimo Fagioli, Left 2006, L'asino d'oro, 2009, pag. [XIV]...
Massimo Fagioli:
«.... Bisogna conoscere l'inizio della vita umana, per poter fare un rifiuto dell'istinto di morte. In questo, la «religione cristiana ha una gravissima responsabilità, professando che la vita umana inizia con lo zigote ed è solo biologica. Nel ridurre l'uomo a mera realtà fisica, il cristianesimo è la vera matrice culturale e storica del razzismo. Non dimentichiamo che nella Città di Dio i cristiani si pensavano come "razza privilegiata", ammazzavano i non cristiani o li respingevano nei ghetti. È una lunga tragedia storica...
in: La percezione delirante nei confronti del migrante. Razzismo e malattia mentale
Intervista di Flore Murard-Yovanovitch a Massimo Fagioli»
Il Sogno della farfalla, n. 3/2012 pp.63-66
















Il Fatto 21.1.19
Con un’app il Papa avvicina i giovani alla preghiera
di Domenico Agasso jr

qui





QUI SOPRA: 1946, NELLE EDICOLE DI TUTTO IL PAESE


SULLA STAMPA DI GIOVEDI 23 MAGGIO








SULLA STAMPA DI MERCOLEDI 22 MAGGIO

il manifesto 22.5.19
Radio Radicale affossata. Si discute sul fondo editoria
Editoria. Le commissioni Bilancio e Finanze bocciano gli emendamenti per salvare l’emittente. Ammesse le correzioni al dl Crescita firmate dal deputato di Leu, Fornaro
di Eleonora Martini

nella miscellanea qui

Corriere 22.5.19
Il muro del M5S
No al salvataggio di Radio Radicale
Lite sulla proroga voluta anche dalla Lega
di Dino Martirano

nella miscellanea qui

Corriere 22.5.19
Il processo sul depistaggio
Cucchi, parte civile anche il governo La sorella: emozionata
di Ilaria Sacchettoni

nella miscellanea qui

Corriere 22.5.19
«Per noi il futuro non c’era più»
Il pianto e la verità di Deborah
Roma, rilasciata la 19enne che ha ucciso il padre: «Eccesso di legittima difesa»
La madre: «Vivevamo nel terrore, lei si chiudeva in camera pur di non vederlo»
di Fulvio Fiano

nella miscellanea qui

Corriere 22.5.19
Libera la ragazza che ha ucciso il padre
Quella vita di odio e amore con il nemico dentro casa
di Dacia Maraini

nella miscellanea qui

Corriere 22.5.19
Il problema dei migranti è sul territorio, non in mare
Diminuzione
Tra giugno 2018 e aprile 2019 i rimpatri sono calati del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente
Aumento Secondo i dati dell’Ispi di questo passo nel dicembre 2020 gli irregolari nel nostro Paese saranno 718 mila
di Goffredo Buccini

nella miscellanea qui

Il Foglio 20.5.19
Carlo Sini, la vita in noi
I libri del filosofo bolognese, allievo di Enzo Paci, attraversano gli ultimi decenni lasciando segni indelebili e ricordandoci che la verità sta sempre nella relazione. Il “suo” Spinoza è diventato il nostro, la misura del filosofare senza cedere mai alle tentazioni modaiole
Davide D'Alessandro
di Davide D'Alessandro

qui


SULLA STAMPA DI MARTEDI 21 MAGGIO

il manifesto 21.5.19
Perché il 26 maggio votiamo La Sinistra

Appello al voto per le elezioni europee. La Ue così come è non ci piace per nulla e occorre rompere la gabbia dei trattati neoliberisti, ma lo spazio europeo è il terreno di lotta sul quale ha senso oggi battersi e costruire una solidarietà tra gli oppressi. Per questo vi invitiamo a reagire e a battervi assieme a noi per sconfiggere il neoliberismo di Maastricht così come il nazionalismo xenofobo e razzista delle destre
Hanno firmato tra gli altri:
Rossana Rossanda
Franco Berardi Bifo
Fausto Bertinotti
Luciana Castellina
Nichi Vendola
https://ilmanifesto.it/perche-il-26-maggio-votiamo-la-sinistra/
Questa mattina su La 7 a “Coffee Break”, per la campagna elettorale per le Elezioni europee è andata in onda una trasmissione nella quale Andrea Ventura per La Sinistra è stato intervistato con Elisabetta Gualmini del Pd e Federico Pizzarotti di +Europa
La registrazione della trasmissione è disponibile qui

Agenzia Vista Milano, 20 maggio 2019
Calenda va ad abbracciare Renzi prima del comizio a Milano: “Come ai vecchi tempi”
Abbraccio tra l'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi e l'ex ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda a Milano Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

qui

Repubblica 21.5.19
Verso le amministrative
Un bacione a Firenze "Qui Salvini non passa"
Lega e centrodestra inseguono il colpaccio nella città di Renzi ma Nardella spera di riconfermarsi sindaco al primo turno
di Ernesto Ferrara

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
Il manifesto nella «top ten» dei giornali digitali più venduti
iorompo.it. Qui al manifesto ci siamo messi davvero in gioco.Gli ultimi dati di vendita diffusi relativi all’Ads di marzo, ad esempio, ci vedono al decimo posto per vendite digitali "vere", al netto degli sconti (sopra le 2.500 copie al giorno). Ma vogliamo fare di più. E bisogna rompere, tanto

di Matteo Bartocci
nella miscellanea qui

Corriere 21.5.19
Il retroscena
I due timori della Chiesa
Chiesa divisa e preoccupata
Per il Vaticano Lega favorita dalla debolezza delle altre voci
«Noi siamo irrilevantie il catto-sovranismo avanza»
Sul campo. Il timore che le fratture politiche si riflettano nelle diocesi
e nelle parrocchie
di Massimo Franco

nella miscellanea qui

Corriere 21.5.19
Prima la Padania, ora i migranti Quei fischi leghisti ai pontefici
Salvini loda Wojtyla e Ratzinger: ma anche loro erano contro la chiusura dei confini
I rom. Giovanni Paolo II nel 2001 invitava a «riscoprire i valori tipici dei nomadi»
Con i lefebvriani.
Il Carroccio chiamò, per celebrare il Parlamento Padano, il negazionista Abrahamowicz
di Gian Antonio Stella

nella miscellanea qui

Repubblica 21.5.19
Chiesa antisovranista il Papa lancia un Sinodo su fede e politica
Padre Spadaro: "Indagherà anche le forme dell’impegno democratico dei cattolici". Il vescovo di Mazara: "Chi è con Salvini non può dirsi cristiano"
di Paolo Rodari

nella miscellanea qui

Corriere 21.5.19
La parlamentare
Mila Spicola «Censurare la storia è gravissimo»
di F.C.

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
Porti aperti alle armi, chiusi agli umani
Italia. Nella visione del governo la guerra è da tempo diventata «umanitaria» e l’accoglienza umanitaria è tout-court «criminale». Quando dovrebbe essere evidente che chi apre i porti ai mercanti di armi e li chiude al soccorso umanitario e all’accoglienza, distrugge la civiltà, cancella il futuro e prepara il campo aperto dell’odio
di Tommaso Di Francesco

nella miscellanea qui

Repubblica 21.5.19
Salvini e i porti aperti
Chi salva il nostro onore
di Luigi Manconi

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
Guerra alle ong, il manuale di Satana contro i soccorsi
Decreto sicurezza bis. Multe da 20 a 50 mila euro per chi dirige i salvataggi dei migranti e confisca delle navi. Un fondo per i rimpatri
di Adriana Pollice

nella miscellanea qui

Repubblica 21.5.19
Le toghe contro Salvini "Basta intimidazioni"
L’Anm dopo gli attacchi sul caso dei migranti soccorsi dalla Sea Watch: crea un clima di avversione L’ex procuratore di Torino Spataro: "Mi inchino ai colleghi, scendiamo in piazza per difenderli"
di Liana Milella

nella miscellanea qui

Repubblica 21.5.19
Agrigento
I pm di frontiera "La politica ci lasci lavorare"
I magistrati che hanno fatto scendere i migranti "Vogliamo solo prendere i cattivi, bianchi o neri"
di Alessandra Ziniti

nella miscellanea qui

Repubblica 21.5.19
La solidarietà ai magistrati
Il senso di scendere in piazza
di Armando Spataro

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
Tutta la Liguria chiusa alla guerra
Porto D'Armi. A Genova la vittoria dei camalli: il generatore per lo Yemen non sale sul cargo saudita. Cgil: sciopero in tutti i porti per evitare carichi. Indiscrezioni sull’aggiramento del blocco a La Spezia: all’arsenale potevano essere caricati anche 8 cannoni. La Bahri Yanbu accolto all’alba con razzi e lacrimogeni. Poi la prefettura dà ragione ai lavoratori: il materiale «border line» viene trasferito fuori dal porto
di Massimo Franchi

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
Bahri Yanbu, una flotta pendolare tra Usa e Golfo
Italia/Arabia saudita. Intervista a Carlo Tombola (Opal): «Hanno fatto bene i portuali a scioperare. Da Sunny Point, terminal della marina americana, a Santander: a bordo ci sono armi»
di Chiara Cruciati

nella miscellanea qui

Il Fatto 21.5.19
Toh, per sgonfiare il pallone gonfiato basta la democrazia
di Antonio Padellaro

nella miscellanea qui

Repubblica 21.5.19
Reportage dal Sudan
Le ragazze di Khartoum
Da dicembre migliaia di persone sono in strada per chiedere democrazia. In prima fila moltissime donne: cuoche, infermiere, giornaliste. La cacciata del dittatore Bashir non basta: ora il nemico sono i militari
di Giampaolo Cadalanu

nella miscellanea qui

Corriere 21.5.19
Il trionfo di Mussolini sulle ceneri della libertà
Nel 1922 la marcia su Roma con l’avallo del re
Poi vent’anni di dominio sfociati nel disastro
di Dino Messina

nella miscellanea qui

Il Fatto 21.5.19
Com’è umano il mostro
Il parco dei Mostri di Bomarzo, ideato da Pirro Ligorio nel XVI secolo
di Daniela Ranieri

nella miscellanea qui

Corriere 1935-2019
Scompare a 83 anni il poeta che fu tra gli animatori del Gruppo 63 e fondatore dei mensili «Quindici» e «Alfabeta»
Nanni Balestrini, il pioniere ribelle
Furore avanguardistico
Sconfinava tra i generi creando bricolage che facevano inorridire i fautori del romanzo tradizionale e della poesia postermetica
di Paolo Di Stefano

nella miscellanea qui

Il Fatto 21.5.19
Balestrini. Addio al Poeta dell’Avanguardia
Con Eco, Arbasino e altri era stato fondatore e voce di uno dei movimenti letterari più creativi degli anni Sessanta e Settanta: il suo “Vogliamo tutto” è stato il manifesto di una intera generazione
di Furio Colombo

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
Il rigore della speranza
Vogliamo tutto. Nanni Balestrini scrisse anche «L’orda d’oro»: è il lavoro che portò a termine insieme a Primo Moroni nell’anniversario del ’68, vent’anni dopo
di Sergio Bologna

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
Nel mio viaggio con Nanni
La ricerca del linguaggio la poesia e la pratica come irripetibile luogo di comunanza e parola che si rigenera nel «noi»
di Giairo Daghini

nella miscellanea qui

il manifesto 21.5.19
L’allegria che non demorde
Vogliamo tutto. Il ricordo che ho dei suoi collage anni settanta è di fogli un po’ spenti, un po’ grigiastri, era quello il suo bello, non ti pare? Perché l’immagine era grigia, e la vita a colori.
di Franco Berardi Bifo

nella miscellanea qui

Repubblica 21.5.19
Neoavanguardia
Balestrini addio al mite rivoluzionario
Lo scrittore e poeta è morto a 84 anni. È stato uno dei fondatori del Gruppo 63 e ha sostenuto le contestazioni del ’68. Fu accusato di terrorismo, ma poi fu assolto
di Paolo Mauri

nella miscellanea qui


LA REDAZIONE DI LEFT COMUNICA
Lunedì 20 maggio ore 18.00 presso la sede di Left in via Ludovico di Savoia 2b
L'Europa, il lavoro, la sinistra evento organizzato dal Coordinamento regionale della lista la Sinistra
in collaborazione con il Laboratorio politico Left
Modera Stefano Galieni, collaboratore di Left
L'accesso è libero e GRATUITO fino a esaurimento posti.
È necessario prenotare registrandosi su https://lavoroleft.eventbrite.it/



 
LA TEORIA DELLA NASCITA A SAN FRANCISCO:
In occasione del prossimo convegno dell'AAPDP - The American Academy of Psychodynamic Psychiatry
and Psychoanalysis, dal tema “Psicoterapia psicodinamica e psicoanalisi: progressi e innovazioni”,
per iniziativa degli organizzatori è stato presente un panel con tre presentazioni di 15’ ciascuna,
seguite da 10’ di domande dal pubblico, avente titolo “Emergenza della mente alla nascita:
istinto di morte e conoscenza”. La moderatrice del simposio è stata la neo-presidente eletta
Joanna E. Chambers, dell’Università dell’Indiana.
L’Associazione AAPDP, che ha caratteristiche di democraticità e apertura ed è ben nota internazionalmente,
si propone come luogo di confronto tra psicoterapeuti di formazione psicodinamica relazionale
e fornisce opportunità di formazione libera, non istituzionalizzata, frequentata perciò anche da molti giovani,
psicologi e specializzandi in psichiatria.
Una delle principali mission dell’Academy, fondata nel 1956, è l’introduzione della psichiatria psicodinamica
all’interno della psichiatria tradizionale e per questo scopo è consociata all’APA
(American Psychiatric Association) e alla WPA (World Psychiatric Association).
La stessa Academy ha anche organizzato il convegno di Toronto del 2015, di cui parlò
Massimo Fagioli il 30 settembre 2016 a Linea Notte www.aapdp.org


LA DIRETTA IN STREAMING DAL SALONE DEL LIBRO DI TORINO
DELLA PRESENTAZIONE DI “DEATH INSTINCT AND KNOWLEDGE”
DI MASSIMO FAGIOLI
- L’ASINO D’ORO EDIZIONI, UNA PRODUZIONE ASSOCIAZIONE
CULTURALE AMORE E PSICHE - È DISPONIBILE QUI

LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “AMORE E PSICHE”

- L'ASINO D'ORO EDIZIONI -  IN DIRETTA STREAMING
DAL SALONE DEL LIBRO DI TORINO,
UNA PRODUZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE AMORE E PSICHE
- DOMENICA 12 MAGGIO 2019 -  È DISPONIBILE QUI


12 Aprile 2019
presentazione del libro "Dipendenza da sostanze. Un mondo senza sogni" di Cinzia Fazio,
Silvia Leonardelli, Emanuela Lucarini, Niccolò Trevisan
L'asino d'oro Edizioni

IBS+Libraccio Roma
 Sono intervenuti: Gaia Esposito, Andrea Masini, Fiorella Quaranta, Emanuele Sassi

SI RINGRAZIANO L'ASSOCIAZIONE CULTURALE AMORE E PSICHE, MAWIVIDEO, DANIELE CARLEVARO, "SEGNALAZIONI"


SULLA STAMPA DI LUNEDI 20 MAGGIO

Corriere 20.5.19
L’alleanza sovranista
Il paradosso di un’Europa al servizio del nazionalismo
di Nadia Urbinati

Repubblica 20.5.19
Se decidono gli indecisi
di Ilvo Diamanti

Il Fatto 20.5.19
Il Veneto di Basaglia “emargina” i malati
di Chiara Daina

Il Fatto 20.5.19
II populismo clericale del Capitano e la tentazione della Dc di destra
In vista del previsto 30 per cento alle Europee, il leader leghista cerca un’identità da partito di massa
di Fabrizio D’Esposito

Il Fatto 20.5.19
I“Salvini in piazza col rosario è solo marketing, non fede”
Da “Famiglia Cristiana” a “Civiltà Cattolica”, la Chiesa critica Matteo l’opportunista
“Salvini in piazza col rosario è solo marketing, non fede”
di Camilla Tagliabue

Corriere 20.5.19
ll retroscena
La rabbia del ministro che voleva resistere fino al voto europeo: lasciato solo dagli alleati
di Fiorenza Sarzanini

Repubblica 20.5.18
Riace, indagata anche la candidata di Lucano E lui: "Processo politico"
Spanò verso il rinvio a giudizio per le carte d’identità concesse ai migranti
L’ex sindaco: "Curioso che la notizia arrivi a sette giorni dalle elezioni"
di Alessia Candito

Corriere 20.5.19
L’imbarazzo di Conte che rallenta l’iter del decreto Sicurezza
Oggi un Consiglio dei ministri in versione «light»
I provvedimenti chiave per ora soltanto annunciati
Il caso giudice di pace
Sul tavolo un disegno di legge che mantiene in servizio i giudici
di pace fino a 68 anni
di Monica Guerzoni

Repubblica 20.5.19
La polemica
La farsa umbra del Pd
di Claudio Tito

Il Fatto 20.5.19
Lula: “Da questa cella combatto per il mio Brasile”
L’ex presidente, Luiz Inacio Lula da Silva, in carcere dall’aprile 2018
di Domenico De Masi

Repubblica 20.5.19
Il racconto
L’amico che tradì Baudelaire
Quando il poeta implorò Sainte-Beuve di parlare delle sue opere E quando il critico ebbe paura di compromettersi Ecco perché, per i grandi artisti, la gloria è sempre postuma
di Pietro Citati

Il Foglio 19.15.9
La lezione di Emanuele Severino sull’Essere e l’eternità che affascinò Heidegger
Il senso spirituale dell’esistenza e la disputa con i teologi
di Massimo De Angelis

Il Giornale 19.5.19
La Rete è troppo cartesiana Strappiamola con Heidegger
La dittatura della connessione è figlia del «cogito» Un sano esistenzialismo può ridarci la libertà
di Daniele Abbiati


SULLA STAMPA DI DOMENICA 20 MAGGIO

Corriere 19.5.19
Padiglione Italia
Un guaio L’intellettuale senza ironia
Chiara Giannini: bastava leggerla per farsi quattro risate
di Aldo Grasso
L’ironia è un fiore che non può sbocciare nella rabbia e nello sdegno. Bastava leggerla, l’agiografia che Chiara Giannini ha scritto su Matteo Salvini per i tipi (i tipacci) di Altaforte, la casa editrice vicina a CasaPound. Al Salone del Libro, bastava leggerla per farsi quattro risate per la goffaggine con cui viene dipinto il Truce.
Salvini Stivalato: «È l’uomo più desiderato dalle donne dello Stivale, anche, di nascosto, da quelle di sinistra, malgrado non abbia propriamente la faccia del latin lover. C’è chi pagherebbe oro per vederlo nella quotidianità della vita privata o solo per prenderci un caffè». Salvini Stomacato: «Salvini ha la forza di chi sa parlare col cuore e tirare fuori l’energia dallo stomaco». Salvini Giustiziere: «D’ingiustizie, nella vita, ne ha subite anche lui, sin da piccolo, quando racconta ironicamente che all’asilo gli rubarono il suo pupazzetto di Zorro». Così via, senza sprezzo del ridicolo, nel Salone delle vanità.
Lingotto poliziotto. Bastava che Nicola Lagioia e Christian Raimo leggessero «Io sono Matteo Salvini» per usare l’ironia al posto dell’indignazione e dell’ostracismo, per non sollevare tutta quella cagnara che ha fatto solo il gioco di un brutto libro e di una casa editrice marginale.
Con una risata, l’ironista distingue e chiarisce quel che l’ideologo confonde.

Corriere 19.5.19
L’Onu chiede al governo di fermare Matteo Salvini
«Il decreto Sicurezza viola i diritti umani»
Lettera delle Nazioni Unite all’Italia. Sea Watch davanti a Lampedusa, Salvini: finché ci sono io non sbarcano
di Fabrizio Caccia

il manifesto  19.5.19
Marx per ripensare l’alternativa oggi
Marxismo. Gli argomenti che più hanno appassionato i partecipanti, perché per molti versi i più nuovi, quello dell’Ecologia e quello di Genere
di Luciana Castellina

Il Fatto 19.5.19
Alla fine che cosa resterà dell’Italia
di Furio Colombo

Corriere La Lettura 19.5.19
A confronto
Due atenei milanesi, Statale e San Raffele, hanno promosso una laurea magistrale per formare una classe dirigente proiettata nel futuro.
Quattro partecipanti all’iniziativa discutono il rapporto tra filosofia e scienze sociali
Dobbiamo inventare l’Illuminismo del 2019
conversazione di Maurizio Ferrare con Francesco Guala, Roberto Mordacci e di Francesca Mordacci

Corriere La Lettura 19.5.19
Un’allergia alla libertà più antica del fascismo
Si continua a ripetere, come ha fatto Antonio Scurati, che il regime mussoliniano «è dentro di noi». Ma la visione pseudo-antropologica che richiama una sorta di peccato originale degli italiani non appare convincente. Il vero problema è la scarsa attenzione verso i diritti individualiche ha caratterizzato le principali correnti politiche, compreso il movimento operaio di matrice marxista
di Fulvio Cammarano

il manifesto19.5.19
Un palco nero aggressivo ma fragile
Salvini a Milano. Proprio di fronte al palco su cui sfilavano i campioni dell’ondanera, era srotolato un lungo striscione con su scritto «Restiamo umani». Sullo stesso balcone uno Zorro in perfetto costume disegnava nell’aria a colpi di fioretto. Era la sintesi dell’alternativa che c’è, e cresce nel Paese: umanità e ironia.
di Marco Revelli

Corriere 19.5.19
Cgia di Mestre
Povertà: giovani a rischio più degli over 65
In 20 Paesi europei su 28 il rischio povertà tra gli under 16 (media Ue 24,4%) è nettamente superiore a quello riferito agli over 65 (18,2%), rileva la Cgia di Mestre, secondo la quale la situazione in Italia è ancor più drammatica. La percentuale di minori che si trova in una situazione di disagio economico è al 31,5% contro una media tra gli ultra 65enni del 22%. Nell’Ue a 28 solo in Grecia, in Romania e in Bulgaria la quota di minori a rischio povertà è superiore al dato riferito al nostro Paese. In Italia, la popolazione a rischio povertà o esclusione sociale con meno di 18 anni ha un’incidenza più elevata nel Mezzogiorno. In Sicilia, ad esempio, i minori in difficoltà sono il 56,8%, in Calabria il 49,5% e in Campania il 47,1%. Sono 3,1 milioni i giovani in Italia con disagio economico: tra questi, 498 mila circa sono campani e 488 mila circa siciliani.

Corriere 19.5.19
La vedova D’Antona
«Io e Massimo prima delle Br»
di Giovanni Bianconi

il manifesto  19.5.19
L’estrema destra in Europa, un mischione che faticherà a essere determinante
Interessi contrapposti. Rigoristi e nemici dell’austerità, grisaglie e croci uncinate, pro Putin e russofobici
di Anna Maria Merlo

Il Fatto 19.5.19
Giulia, l’avvocato che si fece ministro (e ancora avvocato)
di Pino Corrias

Repubblica 19.5.19
Il commento
Salviamo gli spazi sociali patrimonio della nostra città
di Christian Raimo

Il Fatto 19.5.19
La mia Africa è di popoli liberi
Mentre i Dogon, agricoltori, si sistemavano ai piedi delle falesie, la tribù dei Bozo, pescatori, si attestava sul Niger. In zona c’erano anche i Tuareg, nomadi, poi popolazioni di religione islamica. Alla fine però sono arrivati i francesi -
di Massimo Fini

Corriere La Lettura 19.5.19
Antichità
Annibale sfuggì ai Romani con un suicidio assistito
Ormai anziano, tradito dal re di Bitinia di cui era ospite, il grande condottiero si avvelenò per non cadere nelle mani dei nemici. E chiese a uno schiavo di strangolarlo per accelerare la fine
di Giovanni Brizzi

Corriere La Lettura 19.5.19
Il culto di Hitler
Una feroce e gentile divinità dell’odio
Una nuova biografia indaga sulle ragioni che indussero il popolo tedesco a seguire il Fuhrer
Era un bravo attore che certe volte appariva brutale e altre ammaliante
Ma soprattutto riuscì a suscitare intorno alla sua persona un culo diffuso e itenso di natura religiosa
di Sergio Romano

Il Fatto 19.5.19
Anche il rivale Tarantino plaude Yinan: la Cina è vicina alla Palma
Già Orso d’Oro a Berlino, il regista di Xi’an firma un gangster-movie raffinato: “The Wild Goose Lake”. Viceversa non convincono i criminali del rumeno Porumboiu
Anche il rivale Tarantino plaude Yinan: la Cina è vicina alla Palma
di Federico Pontiggia

Corriere 19.5.19
Le stelle del Mereghetti
Cina e Romania: due storie noir fuori dalle regole

Corriere 19.5.19
La televisione in numeri
«Propaganda Live»: su La7 la scelta vincente di Zoro è la satira

Repubblica 19.5.19
La eco polpetta. Il ristorante Paulpetta a Monza serve anche la carne verde
Sa di carne anche se è totalmente vegetale
Abbatte il consumo di acqua e CO2
Per molti è il cibo del futuro ed è arrivata anche in Italia. Siamo andati ad assaggiarla
di Ettore Livini

Corriere 19.5.19
La televisione in numeri
«Propaganda Live»: su La7 la scelta vincente di Zoro è la satira

nella miscellanea qui

Repubblica 19.5.19
La eco polpetta. Il ristorante Paulpetta a Monza serve anche la carne verde
Sa di carne anche se è totalmente vegetale
Abbatte il consumo di acqua e CO2
Per molti è il cibo del futuro ed è arrivata anche in Italia. Siamo andati ad assaggiarla
di Ettore Livini
 
nella miscellanea qui
Robinson supplemento di Repubblica 19.5.19
Chi cancella la Storia
In un Paese in cui ritornano gli spettri neri del Novecento ecco come, da una prova eliminata all’esame di maturità, è nata una grande mobilitazione civile Perché senza memoria del passato, non può esserci un progetto per il futuro
con Repubblica un inserto di 48 pagine

Il Sole 19.5.19
Inchieste e politica
Umbria: la Marini dice no alle dimissioni, l’ira di Zingaretti

Il Sole Domenica 19.5.19
I «senza voce». Adriano Prosperi ci riportain un contesto remotissimo che abbiamodel tutto rimosso, ma che ci riguarda: vitae miseria nelle campagne italiane dell’800
Il mondo scomparso dei contadini
di Massimo Bucciantini

Il Sole Domenica 19.5.19
Memoria e pedagogia. Nei «Dialoghi» Fabio Levi indaga l’«ansia urgente di raccontare» dell’autore sopravvissuto a Auschwitz e mette in luce un aspetto ancora poco studiato del grande uomo
Primo Levi come educatore
di Fabio Levi

Il Sole Domenica 19.5.19
Quando in Kenya i villaggi furono fatti sparire
di Lara Ricci

Il Sole Domenica 19.5.19
Piero Ignazi. La documentata indagine dello studioso comincia dalla questione delle parti politiche nella Grecia e nella Roma dell’età classica sino alle organizzazioni di massa, per arrivare alla crisi di fiducia (irrisolta) di oggi
Dentro e oltre il partito
di Paolo Pombeni

Il Sole Domenica 19.5.19
Dialoghi sull’uomo. A Pistoia il Festival di antropologia del contemporaneo affronta il difficile tema della convivenza in un’epoca di condivisioni virtuali, di muri e razzismo
Il senso perduto di comunità
di Marco Aime


SULLA STAMPA DI SABATO 18 MAGGIO

il manifesto 18.5.19
La sospensione della prof è un atto squadrista
Leggi razziali. Difendere Rosa Maria Dell’Aria vuol dire difendere noi stessi e la nostra costituzione, il principio della divisione dei poteri, della tutela delle nostre libertà fondamentali
di Christian Raimo

nella miscellanea qui

Il Fatto 18.5.19
A difesa della Carta restano gli studenti
di Tomaso Montanari e Francesco Pallante

nella miscellanea qui

Il Fatto 18.5.19
Rai e La7, Zingaretti fugge dal confronto in tv con Salvini
di Gi. Ros.

nella miscellanea qui

Il Fatto 18.5.19
Il maresciallo Mandolini disse al teste Casamassima: “Ti rendi conto di quello che hai fatto?”
di Antonella Mascali

nella miscellanea qui

Il Fatto 18.5.19
“Fermate la nave”. Genova non vuole il cargo delle armi
Città mobilitata - Dopo i camalli e la Cgil, l’appello del mondo cattolico: “Via dal porto, non saremo complici della morte”
di Andrea Moizo e Ferruccio Sansa

nella miscellanea qui

Il Fatto 18.5.19
“Votiamo subito lo stop alle bombe verso Riad”
Lia Quartapelle - La deputata Dem propone ai 5Stelle di approvare una risoluzione per sospendere l’export
di Salvatore Cannavò

nella miscellanea qui

Corriere 18.5.19
In Missouri un’altra legge contro l’aborto

nella miscellanea qui

il manifesto 18.5.19
Le fragili famiglie di Ken Loach ai tempi del precariato
Cannes 72. «Sorry We Missed You», il film in concorso del regista inglese ci parla dell'oggi e dei tanti che non ce la fanno a sopravvivere
di Cristina Piccino

nella miscellanea qui

Corriere 18.5.19
Storia e miti
«La ribelle Giovanna d’Arco non sia usata dai gilet gialli»
Dumont: ho voluto una bambina per il ruolo, no alla politica
di Stefania Ulivi

nella miscellanea qui


SULLA STAMPA DI VENERDI 17 MAGGIO

Repubblica 17.5.19
L’intervista alla leader Cdu
Kramp-Karrenbauer "La Lega ci preoccupa la Germania sarà vigile"
di Tonia Mastrobuoni

nella miscellanea qui

Repubblica 17.5.19
Gli eroi dimenticati del bus
A due mesi dal rogo a San Donato, non si parla più della cittadinanza a Rami e Adam
E i 51 ragazzi presi in ostaggio, tra incubi e paure, sono tutti seguiti dagli psicologi
dalla nostra inviata Brunella Giovara

nella miscellanea qui

Corriere 17.5.19
Il corsivo del giorno
Lo «sciopero del sesso» delle femministe usa per difendere l’aborto
di Gianluca Mercuri

nella miscellanea qui

Il Fatto 17.5.19
Armi, da Leonardo 171 milioni di intermediazioni. Ma non si sa a chi
Commerci - È la cifra pagata da Leonardo nel 2017 per i caccia Eurofighter al Kuwait. Ma la legge non rivela i nomi dei “sensali”
di Salvatore Cannavò

nella miscellanea qui

Il Fatto 17.5.19
Silvia Romano doveva sparire
Cinque mesi e nessun colpevole
di Massimo A. Alberizzi
nella miscellanea qui

Il Fatto 17.5.19
“Ci sfruttiamo da soli” A colloquio con Ken Loach
“Sorry, We Missed You” – La pellicola potrebbe consegnare a Ken Loach la terza Palma d’Oro in carriera
di Anna Maria Pasetti

nella miscellanea qui

Corriere 17.5.19
Cannes 2019 Il regista britannico in concorso con «Sorry We Missed You»
Le famiglie fragili di Loach
«Il lavoro precario rovina anche i sentimenti
No allo sfruttamento. Un’altra Palma? I fulmini non cadono mai nello stesso posto»
Ormai è intollerabi le la lotta tra poveri innescata dal sistema capitalistico
Le nuove generazioni sembrano confuse: c’è chi si ribella ai genitori e chi subisce
di Paolo Mereghetti

nella miscellanea qui











Lunedi 13 mattina alle 10, SIMONA MAGGIORELLI direttrice di Left è stata invitata a Studio24, su Rainews24  per parlare tra l'altro di europee e scenari politici che si potrebbero aprire in Ita e in Eu.
La registrazione è adesso disponibile qui
https://youtu.be/WeJSdBNUS-8
Nel corso della puntata è stata mostrata la copertina del nuovo libro di Left L'EUROPA RAPITA


SULLA STAMPA DI GIOVEDI  16 MAGGIO

Repubblica 5.16.19
Se il M5S guarda a sinistra
di Piero Ignazi

 nella miscellanea qui

il manifesto 16.5.19
Alabama choc: l’aborto è reato da ergastolo
Stati Uniti. Criminalizzato anche per stupro e incesto, carcere per i medici che lo praticano: è la legge più oscurantista di sempre negli Stati uniti. Associazioni e donne sul piede di guerra: la legge potrebbe finire alla Corte suprema
Stati uniti, manifestazione delle donne contro l’abolizione dell’aborto
di Marina Catucci

 nella miscellanea qui

La Stampa 16.5.19
In Alabama l’aborto è fuorilegge
anche in caso di stupro o incesto
di Paolo Mastrolilli

 nella miscellanea qui

La Stampa 16.6.1
Merkel: “Preoccupata per la Ue
Dobbiamo difenderne i valori
Salvini non può entrare nel Ppe”
La leader chiude alla Lega: nessun punto in comune, a Weber non servono i suoi voti “Spero che l’Italia trovi la strada per una maggior crescita, la stabilità dipende da tutti”
di Nico Fried Stefan Kornelius

 nella miscellanea qui

il manifesto 16.5.19
Gaza, Nakba permanente
Palestina. Ieri migliaia di persone hanno commemorato il 71esimo anniversario della Nakba, la "catastrofe" del 1948 che trasformò in profughi centinaia di migliaia di palestinesi. Gaza, in condizioni sempre più precarie, è stato il centro delle manifestazioni. Oltre 60 i feriti per gli spari israeliani
Manifestazioni palestinesi per la Nakba
di Michele Giorgio

 nella miscellanea qui

il manifesto 16.5.19
«L’indifferenza sembra perbene. Ma uccide proprio come l’odio»
L'intervista. Parla Philippe Claudel, autore di «L’arcipelago del cane» (Ponte alle Grazie) che richiama le tragedie dei migranti nel Mediterraneo e indaga, lungo le piste narrative del polar, il confine a volte tragicamente banale tra il bene e il male, l’indifferenza e la capacità di indignarsi e «prendere parte». Una voce preziosa e raffinata al servizio di una nuova narrativa civile
di Guido Caldiron

 nella miscellanea qui

Il Fatto 16.5.19
La galassia nera dei “demoni” di Salvini
di Tomaso Montanari

 nella miscellanea qui

Bombe per lo Yemen, guerra in Parlamento
Commercio d’armi - I 5Stelle chiedono risposte al sottosegretario Picchi (Lega)
Bombe per lo Yemen, guerra in Parlamento
di Salvatore Cannavò

 nella miscellanea qui

IL Fatto 16.5.19
Il “culto del Duce” mai rinnegato del numero uno
di Urbano Croce


IL Fatto 16.5.19
L’America bigotta e ipocrita di Donald Trump fa un altro passo indietro verso lo smantellamento dei diritti civili conquistati negli ultimi cinquant’anni

 nella miscellanea qui

Repubblica 16.5.19
In occitania
Nel castello dell’ideologo nero che sogna la “rimigrazione”
Renaud Camus è il padre di teorie razziste note sul web. Allievo di Barthes, scrittore di nicchia e ormai ex amico di Carrère, è diventato famoso per avere ispirato l’attentatore in Nuova Zelanda
di Anais Ginori

 nella miscellanea qui

Repubblica 16.5.19
Il reportage
“Per noi pochi yuan e lauree inutili” La crisi taglia le ali ai ragazzi di Pechino
Il rallentamento dell’economia e l’ostilità di Trump frenano le aspettative dei giovani cinesi che non trovano impieghi adatti al titolo di studio. Ma la disoccupazione miete vittime anche nel digitale e nell’industria
dal nostro corrispondente Filippo Santelli

 nella miscellanea qui


SULLA STAMPA DI MERCOLEDI 15 MAGGIO
Corriere 15.5.19
«Film su Buscetta, un’offesa nell’anniversario di Capaci»
Il figlio del caposcorta di Falcone protesta. Favino: un omaggio
di Felice Cavallaro

nella miscellanea qui

Il Fatto 15.5.19
Cina, la nuova Via della Seta apre la strada ai carri armati
Le paure del Pentagono - La strategia di Pechino: approfittare dei patti commerciali per costruire basi militari in Medio Oriente e nell’Artico
di Giampiero Gramaglia

nella miscellanea qui

Repubblica 15.5.19
Nei campi di Gaza “Meglio fuggire”
Tra i disperati della Striscia: la miseria e l’incubo di una nuova guerra “Marceremo ancora, altro che festival”. Ma i giovani non vogliono restare
di Davide Lerner

nella miscellanea qui

Repubblica 15.5.19
Normalità del fascismo 2.0

di Ezio Mauro
nella miscellanea qui


SULLA STAMPA DI  LUNEDI 13 MAGGIO

Repubblica 13.5.19
Attacco al Papa
A chi non piace Francesco
di Alberto Melloni

nella iscellanea qui

Corriere 13.5.19
Fascisti e democrazie
Lezioni (storiche) da Torino
di Ernesto Galli della Loggia

nella iscellanea qui

Il Fatto 13.5.19
“Caro Salvini, ecco perché sulla canapa ti sbagli”
La pianta della discordia - Polemiche tra il M5S e il Carroccio sull’erba light (mercato da 40 milioni) e su quella medica. Il Movimento fermato dal ministero dell’Agricoltura
La crociata della Lega ccontro i negozi che vendono canapa a basso contenuto psicotropo, sono circa un milione
di Virginia Della Sala

nella iscellanea qui

Il Fatto 13.5.19
La parola ai greci: prima e dopo la cura della Troika
L’incontro con lavoratori e cittadini avvenuto quando Syriza stava per salire al potere, nel gennaio 2015. Quattro anni dopo, quale è la loro situazione? L’economia va meglio ma resta la delusione
di Amelie Poinssot

nella iscellanea qui

Repubblica 13.5.19
La storia
Alla vecchia stazione Sud
Da Freud a Brecht un museo a Berlino per i grandi esiliati
Mezzo milione di tedeschi e austriaci scapparono dal nazismo. La Germania li ricorda con un omaggio ai geni in fuga
di Tonia Mastrobuoni

nella iscellanea qui
Programma del Seminario internazionale
"HEIDEGGER  NAZISMO E FILOSOFIA"


Il Corso di aggiornamento si terrà a  Firenze, sabato 19 ottobre 2019, in Via Laura 48
Al centro di questa iniziativa saranno le ricerche del Prof. EMMANUEL
FAYE, dell'Università di Rouen Normandie

http://eriac.univ-rouen.fr/author/eemmanuel-faye/
https://fr.wikipedia.org/wiki/Emmanuel_Faye

Emmanuel FAYE (Université Rouen Normandie)
La critique des fondements nationaux-socialistes de la pensée de
Heidegger.

https://docs.google.com/document/d/1BX2SJx4gz_D1VL6BB-1-s92TavvOuZpt-cDPGZtLK0I/edit?usp=sharing

TERMINE DELLE ISCRIZIONI: 21 settembre 2019.
Gli interventi del Prof. Faye saranno in francese, ma ne verranno forniti testi e relative traduzioni. II seminario sarà coordinato dai proff.  Parrini e Lanfredini per l'Università di Firenze e dal Prof. Conti per l'ARIFS.

Il Seminario rientra negli accordi di collaborazione tra Università di
Firenze e A.R.I.F.S.Verrà rilasciato Attestato di partecipazione.

Arifs

SETTIMANALI:



SULLA STAMPA DI DOMENICA 12 MAGGIO

SEVERINO E HEIDEGGER:
Il Sole Domenica 12.5.19
Il filo tra Martin ed Emanuele
Scoperte. Severino aveva dedicato ad Heidegger la sua tesi di laurea pubblicata nel 1950. Testi e testimonianze dimostrano che il filosofo tedesco seguì il lavoro del pensatore italiano
di Armando Torno

nella miscellanea qui

Il Sole Domenica 12.5.19
Sylvia Townsend Warner
«Amore e psiche» in una bella favola vittoriana
di Teresa Franco

nella miscellanea qui

Il Fatto 12.5.19
È ora di distruggere Facebook
L’appello del co-fondatore - Instagram e WhatsApp devono essere scorporate: “L’azienda, così, minaccia democrazia e concorrenza”
di Virginia Della Sala

nella miscellanea qui

Il Fatto 12.5.19
Commercio d’armi. L’Italia vende ancora le bombe dello Yemen
Esclusivo - La relazione del governo sulla 185: il traffico con Ryad è di 108 milioni. Il M5S vuole bloccarlo ma deve vedersela con la Lega e con l’eredità di Renzi
di Salvatore Cannavò

nella miscellanea qui

La Stampa 12.5.19
Wole Soyinka
Sul destino dell’Africa lo spettro del ritorno alla schiavitù razziale
di Wole Soyinka

nella miscellanea qui

Corriere La Lettura 12.5.19
Croce, lo strazio dentro
E la rottura con Gentile
di Giancristiano Desiderio

nella miscellanea qui

Corriere La Lettura 12.5.19
Detesto i faziosi e ho perso la gioia
di Benedetto Croce

nella miscellanea qui

Corriere La Lettura 12.5.19
I comunisti e via Rasella
L’attentato inspiegabile
Restano molte zone d’ombra sull’azione compiuta a Roma  il 23 marzo 1944 dai Gap, che uccise 33 militari tedeschi ma anche un ragazzino e un partigiano di un gruppo rivale del Pci.
Essa provocò la feroce rappresaglia delle Fosse Ardeatine, in cui morirono i dirigenti più in vista della Resistenza monarchica, di quella azionista e del gruppo marxista dissidente Bandiera rossa
di Federigo Argentieri

nella miscellanea qui

Corriere La Lettura 12.5.19
Jesi (Ancona)
Tina Modotti: l’obbiettivo rosso

nella miscellanea qui

Il Sole Domenica 12.5.19
La Ue e il fattore «identità»
Thierry Vissol. Di fronte all’affermazione di populisti e sovranisti, le istituzioni comunitarie devono essere capaci di costruire un modello fondato sulla solidarietà sociale e sullo sviluppo competitivo a livello globale
di Valerio Castronovo

nella miscellanea qui


SULLA STAMPA DI MERCOLEDI 8  MAGGIO

Repubblica 8.5.19
Azzariti
“Farlo partecipare con il suo stand nega uno dei fondamenti della Carta”
Gaetano Azzariti è docente di diritto costituzionale alla Sapienza.
di Liana Milella

nella miscellanea qui

Corriere della Sera 8.5.19
Emilio Gentile: il fascismo oggi non è la vera minaccia
Temo di più le urne deserte
di Antonio Carioti

nella miscellanea qui

Il Fatto 8.5.19
Pd e 5 Stelle uniti per far fuori l’editore di CasaPound
Il Lingotto è in allestimento: il Salone del libro si apre domani tra le polemiche
di Camilla Tagliabue

nella miscellanea qui

Il Fatto 8.5.19
Apologia, reato difficile da punire
La Costituzione e la “Scelba” rimangono spesso inapplicate. E il Parlamento è fermo
di Ferruccio Sansa

nella miscellanea qui

Il Fatto 8.5.19
“Boicottaggi da salotto: ci rimettiamo soltanto noi”
di Silvia D’Onghia


“Pubblico le vite e le opere dei più grandi comici anglosassoni, cioè la creme della satira e dell’anti-fascismo, e autori all’80% ebrei. Che dovrei fare, allora? Si va e si va proprio per questo”. Carlo Amatetti (Sagoma editore) si fa portavoce delle esigenze di molti “piccoli” – TerraRossa, D, Kellermann, La Vita Felice, Il Ciliegio, Goodfellas, Lavieri –, che assistono “incazzati” alle defezioni d’autore. “La strumentalità di questo boicottaggio è veramente urticante – prosegue – fascisti e massoni ci sono sempre stati ed è andata bene a tutti”. I valori sono condivisi, il portafogli no: “Io spendo più di 1500 euro per andare a Torino e, se va bene, ne porto a casa 2000. È bello fare le battaglie ideologiche quando non rischi nulla. Prova a combattere quando hai una famiglia. Non ci sentiamo eroi, ma ribadiamo che la vera diversità poggia sulle centinaia di piccole case editrici che si buttano su scommesse donchisciottesche. Poi però arriva qualche benpensante salottiero e decide di boicottare per farsi bello davanti a taccuini e telecamere”.

Il Fatto 8.5.19
“Il problema sono i legami con Salvini: noi non ci stiamo”
Montanari e Settis - “Ci opponiamo allo sdoganamento della voce fascio-nazista nel dibattito politico: niente Torino”
Come tutta una serie di altri intellettuali e scrittori, anche Tomaso Montanari e Salvatore Settis hanno deciso di non presentarsi a Torino
di Tomaso Montanari e Salvatore Settis

nella miscellanea qui

La Stampa 8.5.19
La Cassazione dice no al riconoscimento dei figli delle coppie con due papà
La sentenza riguarda chi è ricorso alla maternità surrogata all’estero e ora vorrebbe la trascrizione all’anagrafe

qui

La Stampa 8.5.19
In difesa della costituzione
di Vladimiro Zgrebelsky

qui

Corriere 8.5.19
Il ristorante italiano a Berlino che dice no ai politici AfD
«Non serviamo gli xenofobi»
Il posto è frequentato da politici e star. La reazione: ridicolo
di Paolo Valentino

nella miscellanea qui


vedi qui di seguito anche le scelte da L'Espresso in edicola questa settimana

Internazionale 7.5.19
Israele divide i palestinasi per controllarli meglio
qui di seguito
clicca sull'immagine per ingrandirla


















L’Espresso 5.5.2019
Quella sinistra che vince
Sánchez in Spagna. Corbyn nel Regno Unito. Costa in Portogallo. E non solo. Ecco dove e come i socialisti e i verdi possono fermare l’onda sovranista il prossimo 26 maggio
di Gigi Riva

 su L'Espresso

L’Espresso 5.5.19
Tutti a scuola da Pedro contro i fantasmi del passato
di Emanuele Felice

 su L'Espresso

L’Espresso 5.5.19
Digisex
I nuovi amanti
Sexbot, ovvero robot pensati per offrire piacere
e, in futuro, addirittura amore. Tra umanoidi e sex doll sta nascendo un’ inaspettata identità sessuale. Che solleva profonde questioni etiche e filosofiche
di Emanuele Coen

 su L'Espresso

L’Espresso 5.5.19
Con la macchina non è tradimento
colloquio con Kate Devlin

 su L'Espresso

L’Espresso 5.5.19
Lettere
Aspettando l’educazione civica
risponde Stefania Rossini

 su L'Espresso

L’Espresso 5.5.19
Eugenio Scalfari
Il vetro soffiato
Tolstoj, il violino e il pianoforte

 su L'Espresso



SULLA STAMPA DI MARTEDI 7 MAGGIO



Rossana Rossanda e Luciana Castellina, con La Sinistra alle elezioni europee

il manifesto 7.5.19
Per battere questi macho-nazionalisti «votiamo per un’Europa femminista»
Il confronto di domenica alla Casa delle donne. Rossana Rossanda chiede un voto a La sinistra, il confronto con Luciana Castellina, Ginevra Bompiani e Marilena Grassadonia: «Stiamo entrando nel nazismo, con consapevolezza»
di Daniela Preziosi

nella miscellanea qui

A TORINO LA ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI NON ANDRÀ...
Corriere 7.5.19
La presidente nazionale cancella la sua partecipazione
Anche Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi, l’Associazione nazionale partigiani, non sarà a Torino: situazione intollerabile

Anche Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi, l’Associazione nazionale partigiani, non sarà a Torino. La scelta — ha fatto sapere Nespolo, che al Salone avrebbe dovuto presentare, insieme a Bruno Gambarotta, il volume di Tina Anselmi La Gabriella in bicicletta. La mia Resistenza raccontata ai ragazzi — deriva «dall’intollerabile presenza della casa editrice Altaforte che pubblica volumi elogiativi del fascismo oltreché la rivista “Primato nazionale”, vicina a CasaPound e denigratrice della Resistenza e dell’Anpi stessa». Di diverso avviso Manni Editori, che pubblica il libro di Tina Anselmi: «Comprendiamo la decisione di Carla di dare un segnale forte di reazione e resistenza alla presenza sempre più pervasiva di rigurgiti della cultura e delle pratiche fasciste in Italia, avallata e favorita da alcune scelte politiche del governo e particolarmente della Lega di Salvini — dicono dalla casa editrice —. Ma crediamo che, proprio considerata la gravità del momento storico, è importante esserci, manifestare il proprio dissenso, ragionare su cos’è stato il fascismo e cosa la Resistenza». Manni conferma dunque la presenza a Torino, «nello stesso spirito dell’Anpi», e la presentazione del libro (il 10 maggio alle 10.30) con Gambarotta, presidente dell’Archivio nazionale cinematografico della Resistenza. «Dobbiamo reagire e resistere alla presenza fascista con il nostro presidio culturale», conclude l’editore.

La Stampa 7.5.19
“O noi o l’editrice di CasaPound”
Il museo di Auschwitz avverte Torino
Comune e Regione ribadiscono: siamo antifascisti. Ma per ora la richiesta è senza risposta
di Luca Ferrua

nella miscellanea qui

il manifesto 7.5.19
Egemonia culturale e pensiero critico: i nodi in scena a Torino
Il saloon del libro. La presenza di una casa editrice dichiaratamente fascista tra gli stand della kermesse ha scatenato la discussione a sinistra
Un merito a Christian Raimo bisogna riconoscerlo. Ha lacerato il velo di ipocrisia che nel corso degli anni ha avvolto l’appuntamento più importante dell’editoria italiana, ovvero il Salone del libro di Torino.
di Benedetto Vecchi

nella miscellanea qui

il manifesto 7.5.19
Roberto Piumini, l’antifascismo del singolo
Parla lo scrittore per ragazzi bresciano «La mia è una presa di posizione legata solo a questa situazione, una sottolineatura di tipo pedagogico»
intervistadi Mario Di Vito

nella miscellanea qui

il manifesto 7.5.19
Non dobbiamo abbandonare il campo
di Norma Rangeri

nella miscellanea qui

il manifesto 7.5.19
L’editore di CasaPound Francesco Polacchi
Chi è il responsabile della casa editrice dichiaratamente fascista che sarà presente al Salone
di Giansandro Merli

nella miscellanea qui

MicroMega 6.5.19
Se il Salone di Torino ignora che il fascismo è fuorilegge
Lo spazio concesso dal Salone del Libro di Torino ai fascistissimi delle edizioni Altaforte è l’ennesimo episodio con cui i valori della Costituzione – che dovrebbero essere l’abc ineludibile di una manifestazione culturale democratica – vengono calpestati e irrisi. Giustissime le proteste, da Raimo a Ginzburg e Wu Ming. Perché denigrare la Resistenza o esaltare il fascismo significa violare la legge. Ma troppi lo dimenticano.
di Paolo Flores d’Arcais

qui

MicroMega 6.5.19
Liliana Segre: “La Storia è l'antidoto alla barbarie”
A ottant’anni dalle leggi razziste antisemite dell’Italia fascista il Giornale di Storia pubblica un numero monografico con contributi che spaziano dalla ricerca all’analisi storiografica. Anticipiamo qui l’intervista alla senatrice a vita Liliana Segre, che avverte: “Se il fascismo è l’autobiografia della nazione, l’indifferenza è la chiave di lettura per interpretarlo”.
di Veronica Granata

qui

il manifesto 7.5.19
Dopo il flop, Guaidó resta senza esercito e senza popolo
Venezuela. Archiviata la disfatta dell’«Operazione libertà», il leader della destra torna a confidare nell’intervento militare Usa. Ma nessuno lo segue più
di Claudia Fanti

nella miscellanea qui

il manifesto 7.5.19
Per il Venezuela pronti 5 mila mercenari della Blackwater
WASHINGTON/CARACAS. Il vecchio progetto di John Bolton torna in pista. Miliziani di lingua spagnola, costo p
er 40 milioni di $. Il proprietario è «grande elettore» di Trump
di Roberto Livi
nella miscellanea qui

Il Fatto 7.5.19
Terrapiattisti, l’inganno del grande inganno
di Virginia Della Sala

nella miscellanea qui

Repubblica 7.5.19
Ma quale Patria? Si chiama Matria ed è la nostra lingua
di Massimo Cacciari

nella miscellanea qui

Le Scienze 30.4.19
Se "She" diventa "it"

qui
si ringrazia Teresa Coltellese



MARCO BELLOCCHIO OVVERO "DELLA RICONOSCENZA"...




































clicca sul testo qui sopra per ingrandirlo



SULLA STAMPA DI MARTEDI 1 MAGGIO E DI MERCOLEDI 30 APRILE

il manifesto 1.5.19
25 aprile: Caro Presidente, servirebbe una parola chiara
L'intervento. Penso che oggi, più di quanto non fosse nel 1994, sarebbe necessaria un’iniziativa assolutamente chiara e decisiva, per finirla con questo miagolio inutile, se non peggio. Proporrei che il giornale si facesse promotore di un appello al Presidente della Repubblica e al capo del governo perché intervengano in modo formale sulla situazione e dicano con chiarezza che le parole di Salvini sono inaccettabili
di Rossana Rossanda

nella miscellanea qui

il manifesto 30.4.19
La sinistra e le dimissioni dei filosofi dal secolo dei diritti
Sinistra. Le Dichiarazioni universali, le Costituzioni post-belliche, le Carte europee dei diritti. La ragion pratica, almeno riconosciuta sulla carta, è stata poi abbandonata
di Roberta De Monticelli

nella miscellanea qui

Repubblica 1.5.19
Landini e il 1 maggio
"Un sindacato unitario per tutti i lavoratori"
intervista a Roberto Mania

nella miscellanea qui

Il Fatto 1.5.19
Cara sinistra, pensa all’elefante
Le metafore creano e trasformano la realtà. Quelle tossiche o manipolatorie non si battono solo dicendo la verità. Piccola guida per i progressisti, impantanati in discorsi fiacchi, astratti e inefficaci
di Gianrico Carofiglio

nella miscellanea qui

Il Fatto 1.5.19
“A destra non c’è limite. E ora Salvini fa come CasaPound a Vallerano”
Il giornalista che fu aggredito nel 2012: “Serve una barriera al pensiero oscuro”
di Stefano Caselli

nella miscellanea qui

Corriere 30.4.19
i silenzi colpevoli
di Goffredo Buccini

nella miscellanea qui

Corriere 30.4.19
Trenta: «Sono bestie senz’anima
Salvini usa la paura delle donne per fare campagna elettorale»
di Fiorenza Sarzanini

nella miscellanea qui

La Stampa 1.5.19
Romano Prodi
“Il populismo presto si esaurirà
Il Pd si apra e potrà approfittarne”
intervista di Fabio Martini

nella miscellanea qui

l Fatto 30.4.19
Ciriaco De Mita - L’ex leader dc novantunenne si candida ancora a sindaco di Nusco: “Lo faccio per resistere, ho deciso tre giorni fa”
Ciriaco De Mita: “Volevo morire a 87 anni. Salvini rozzo e M5s destinato a sparire, ma il Pd non esiste”
di Antonello Caporale

nella miscellanea qui

La Stampa 30.4.19
lo scrittore e giornalista madrileno Juan Luis Cebrián
“Pedro insegna alla sinistra italiana: concentratevi sulle diseguaglianze”
intervista di Francesca Schianchi

nella miscellanea qui

il manifesto 30.4.19
La sinistra supera la prova delle urne, il peso degli indipendentisti
di Luca Tancredi Barone

nella miscellanea qui

il manifesto 30.4.19
La marea nera non sfonda, ma Vox entra in parlamento per la prima volta
Spagna. Murcia la regione con il consenso più alto, dove il partito di Santiago Abascal ha ottenuto un sorprendente 18,6%
Il leader di Vox Santiago Abascal
di Giuliano Malatesta

nella miscellanea qui

Il Fatto 1.5.19
Guaidó punge il governo ma la rivolta può attendere
Azione di forza - Il leader dell’opposizione chiama alla sollevazione partendo dalla base La Carlota, ma solo una parte dei militari lo segue Bilancio, 37 feriti e 11 arresti
di Roberta Zunini

nella miscellanea qui

Il Fatto 1.5.19
Arlacchi: “Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte”
Parla l’ex vicesegretario dell’Onu: “Si è verificato un golpe fallito, Guaidó è screditato e l’Ue deve capirlo”
di Salvatore Cannavò

nella miscellanea qui

La Stampa 1.5.19
Victor Orban: “Denaro, sicurezza, mercato. Oggi ci sono già tre Europe, ma fingiamo sia soltanto una”
Il premier ungherese: «Tutti i Paesi dovrebbero stare nell’unione economica, in futuro anche Regno Unito e Turchia». E su Salvini: «E’ l’eroe che ha fermato le migrazioni dal mare. Con lui un patto per una nuova Ue, il Ppe deve collaborare con le destre
intervista di Alberto Simoni

nella miscellanea qui

il manifesto 30.4.19
Le basi ideologiche della futura leadership
4 maggio 1919. Il marxismo fece breccia perché forniva risposte «scientifiche» all’arretratezza del paese e alle umiliazioni subite
di Alessandra Colarizi

nella miscellanea qui

Repubblica 30.4.19
L’«umanità esistenziale» di Leonardo Ricci
Mostre. A Santa Maria Novella, una rassegna sull’architetto fiorentino dedicata ai cento anni dalla sua nascita
di Maurizio Giufrè

nella miscellanea qui



SULLA STAMPA DI LUNEDI 29 APRILE

Corriere 29.4.19
La sinistra tra i sogni persi e una felicità più lontana
Caduta di tensione
Ammainata la bandiera rossa, si è prodotto un arretramento anche delle altre dottrine
Obiettivi comuni
Nulla lega le due visioni, tranne la convinzione che è tuttora giusto battersi per l’uguaglianza
di Paolo Franchi

nella miscellanea qui

Repubblica 29.4.19
Cacciari “La sinistra vive le forze dell’antipolitica non sanno governare”
Intervista di Goffredo De Marchis

nella miscellanea qui

Corriere 29.4.19
La collana
Ecco i filosofi
Voci scomode amanti del sapere
Esce domani in regalo con il quotidiano il titolo che apre la seriededicata ai grandi maestri del pensiero. Un’attività che scaturisce dallo stupore, una passione inquieta per la quale non esiste nulla di scontato Tutto viene così esposto all’indagine dell’individuo: persino colui che indaga
di Donatella Di Cesare

nella miscellanea qui

Corriere 24.4.19
Al centro l’essere umano
La rivoluzione di Socrate
Mandò in crisi i pregiudizi dell’Ateniese medio
Un esempio contro ogni forma di dogmatismo
di Luciano Canfora

nella miscellanea qui

La Stampa 29.4.19
“Cinque punti per cambiare l’Italia”
Di Maio riposiziona il M5S a sinistra
Dall’acqua pubblica alla paga minima, il capo del Movimento sfida gli alleati della Lega: “Siete con noi?”
di Federico Capurso

nella miscellanea qui

Repubblica 29.4.19
Capolavori nascosti
“Arancia meccanica così ho ritrovato il sequel segreto”
di Enrico Franceschini

nella miscellanea qui

Repubblica 29.4.19
Cacciari “La sinistra vive le forze dell’antipolitica non sanno governare”
Intervista di Goffredo De Marchis

nella miscellanea qui

Corriere 29.4.19
La collana
Ecco i filosofi
Voci scomode amanti del sapere
Esce domani in regalo con il quotidiano il titolo che apre la seriededicata ai grandi maestri del pensiero. Un’attività che scaturisce dallo stupore, una passione inquieta per la quale non esiste nulla di scontato Tutto viene così esposto all’indagine dell’individuo: persino colui che indaga
di Donatella Di Cesare

nella miscellanea qui

Corriere 24.4.19
Al centro l’essere umano
La rivoluzione di Socrate
Mandò in crisi i pregiudizi dell’Ateniese medio
Un esempio contro ogni forma di dogmatismo
di Luciano Canfora

nella miscellanea qui

La Stampa 29.4.19
“Cinque punti per cambiare l’Italia”
Di Maio riposiziona il M5S a sinistra
Dall’acqua pubblica alla paga minima, il capo del Movimento sfida gli alleati della Lega: “Siete con noi?”

di Federico Capurso
nella miscellanea qui

Repubblica 29.4.19
Capolavori nascosti
“Arancia meccanica così ho ritrovato il sequel segreto”
di Enrico Franceschini

nella miscellanea qui


SU L'ESPRESSO NELLE EDICOLE DA DOMENICA 29 APRILE

L’Espresso 28.4.19

Così Salvini ha fatto sparire tre milioni
Un vortice di passaggi per far girare i soldi del partito.
Finché approdano nelle casse di società private o sui conti di amici del ministro. A quale scopo?
di Giovanni Tizian e Stefano Vergine

su L'Espresso di questa settimana

L’Espresso 28.4.19
La Regione paga la Lega incassa

su L'Espresso di questa settimana

L’Espresso 28.4.19
Finis Europae.
Se l’unione fallisce
di Massimo Cacciari

su L'Espresso di questa settimana

L’Espresso 28.4.19
Quel che Grillo non sa di Radio Radicale
La trasparenza, la disintermediazione, l’informazione senza filtri: il M5S vuole chiudere un’emittente che ha anticipato i suoi princìpi
di Roberto Saviano

su L'Espresso di questa settimana

L’Espresso 28.4.19
Google e l’etica mancata
Un filosofo italiano ha fatto parte del comitato mondiale per dare regole all’intelligenza artificiale. Qui ne racconta i retroscena,
gli errori, il fallimento. E la necessità di rilanciare la sfida
di Luciano Floridi

su L'Espresso di questa settimana

L’Espresso 28.4.19
Fermate quei robot
«I software non conoscono il
confine tra il bene e il male».
Uno scienziato in campo contro la guerra condotta dalle macchine
colloquio con Noel Sharkey
di Francesca Sironi

su L'Espresso di questa settimana

L’Espresso 28.4.19
In Šostakovic ci sono tutti i fantasmi russi
Il sesso, l’amore, la noia, la gelosia, lo zarismo, la paura, Stalin.
E un Paese che sa fare miracoli nei momenti più tragici della sua storia
di Bernardo Valli

su L'Espresso di questa settimana




SULLA STAMPA DI DOMENICA 28 APRILE




















SU VENERDI DI REPUBBLICA ADESSO NELLE EDICOLE
(«A VOLTE RITORNANO... »:


























clicca sull'immagine peringrandirla
(si ringrazia Sonia Marzetti)





il manifesto 28.4.19
Michele Santoro: «Ho presentato un’offerta al proprietario dell’Unità»
Editoria. Il Comitato di redazione dell'Unità: "È una notizia importante perché riguarda il futuro di una testata storica, non solo per la sinistra ma per l'informazione e dei lavoratori"
di Marina Della Croce

nella miscellanea qui

Repubblica 28.4.19
L’analisi
La Chiesa, la pedofilia e quel tabù del celibato
di Alexander Stille

nella miscellanea qui

Repubblica 28.4.19
Milano, i neofascisti sfidano il questore “In corteo per ricordare Ramelli”
Vietata la manifestazione di domani. Ma CasaPound, Forza Nuova e Lealtà e Azione: sfileremo lo stesso
di Paolo  Berizzi

nella miscellanea qui



Il Fatto 28.4.19
Alla ricerca del tempio perduto: riapre il sito turco di Gobekli Tepe
La città sumera nell’allora Mesopotamia risale al 4000 a. C., ma l’edifico sacro è datato al 9500 a. C.
Alla ricerca del tempio perduto: riapre il sito turco di Gobekli Tepe
di Paolo Isotta

nella miscellanea qui

La Stampa 28.4.19
Università canadese: scoperta una nuova misteriosa regina egizia
Avrebbe regnato insieme alla sorella subito prima di Tutankhamon

nella miscellanea qui

Corriere 28.4.19
Ipotesi dal Canada
In Egitto due regine sorelle regnarono insieme prima di Tutankhamon

nella miscellanea qui

 









La Stampa 28.4.19
Xi elogia Roma tra capesante e vini
“Ci avete aperto le porte dell’Europa”
di Francesco Radicioni

nella miscellanea qui

La Stampa 28.4.19
Medici europei emigranti, più della metà
sono italiani
di Michele Sasso

nella miscellanea qui












Domenica del Sole 24 Ore 28.4.19
Ipazia, Teano e le altre
Quando già le donne facevano la «vera» filosofia
di Maria Bettetini

nella miscellanea qui











Domenica del Sole 24 Ore 28.4.19
Medici e fascismo
Camicie nere in camice bianco
di Armando Torno

nella miscellanea qui

La Lettura del Corriere 28.4.19
Finanza ebraica, un mito
di Michela Valente

nella miscellanea qui

La Lettura del Corriere 28.4.19
Psicologia 

Colloquio con Matteo Motterlini: ecco perché l’evoluzione cognitiva ci predispone al cospirazionismo
La nostra mente cerca le streghe
Matteo Motterlini, filosofo ed economista dell’Università San Raffaele di Milano, studia l’irrazionalità umana e i modi in cui prendiamo le decisioni. È autore di saggi divulgativi editi da Rizzoli, fra cui Economia emotiva (2006), Trappole mentali (2008) e Psicoeconomia di Charlie Brown (2015). Gli abbiamo chiesto di spiegarci le basi cognitive della mentalità complottistica.
di Vincenzo Pinto

nella miscellanea qui

La Lettura del Corriere 28.4.19
E Magellano ridisegnò la Terra
di Alessandro Vanoli

nella miscellanea qui

La Lettura del Corriere 28.4.19
Un sito per esplorare la mappa mundi del ’300
di Annachiara Sacchi

nella miscellanea qui

Repubblica Robinson 28.4.19
Le operette morali di Kurt Vonnegut
di Stefano Massini

nella miscellanea qui
 
Repubblica Robinson 28.4.19
Pietro Citati
Sopporto la realtà solo attraverso i libri
di Antonio Gnoli

nella miscellanea qui


"IL PAESE SERA" TORNA NELLE EDICOLE


Il quotidiano Il Paese Sera torna nelle edicole con 40.000 copie, nacque il 21 gennaio 1948. Alla fine degli anni cinquanta e per tutti gli anni settanta aveva sei edizioni giornaliere.
La crisi cominciò con la comparsa sul mercato della concorrenza di nuovi quotidiani come sopratutto La Repubblica fondata da Eugenio Scalfari nel 1976 quando Il Paese Sera era diventata una delle più diffuse testate in Itali, quando vendeva ancora 100.000 copie al giorno delle quali ben 13.000 in abbonamento
https://it.wikipedia.org/wiki/Paese_Sera


SULLA STAMPA DI SABATO 27 APRILE

Corriere 27.4.19
Michele Santoro Dopo un lungo silenzio, il conduttore svela i suoi piani
«La Rai è casa mia, ma ora seguo la Rete. E vorrei comprare L’Unità»
di Stefano Lorenzetto

nella miscellanea qui

Repubblica 27.4.19
La tragedia davanti agli occhi del paese
"Stasera andiamo dal pazzo" E le risate dopo i pestaggi finivano nei video in chat
"Lo abbiamo fatto per passare il tempo" dice uno degli aguzzini, 17 anni A perseguitare il vecchio erano in tanti, in competizione. E tutti sapevano
di Giuliano Foschini

nella miscellanea qui

Repubblica 27.4.19
La violenza di Manduria
I giovani permale
di Michela Marzano

nella miscellanea qui

La Stampa 27.4.19
La Corte di Cassazione
Per negare l’asilo ai migranti bisogna provare l’assenza di rischi
di Andrea Carugati

nella miscellanea qui

Corriere 27.4.19
La decisione
La Cassazione: stop alla stretta sull’asilo senza prove certe

nella miscellanea qui

Corriere 27.4.19
Il messaggio
L’argine del Quirinale a quelle regole sul filo della costituzionalità
di Marzio Breda

nella miscellanea qui

Corriere 27.4.19
Il neurologo
Le reazioni imprevedibili del cervello in pericolo
di Rosario Sorrentino

nella miscellanea qui

Corriere 27.4.19
Stare nella Ue è positivo?
Il sì del 45% degli italiani batte gli scettici (24%)
Fiducia in lieve crescita: l’indice è al 40 per cento
di Nando Pagnoncelli

nella miscellanea qui

il manifesto 27.4.19
Lega e 5s pari sono, vadano a casa». Perché Zingaretti ora parla come Renzi
Il Pd e la richiesta di tornare al voto. Il leader: mozione di sfiducia e poi una raccolta di firme, questa ipocrisia deve finire
di Daniela Preziosi

nella miscellanea qui

Repubblica 27.4.19
Le parole che vogliamo dalla sinistra
di Guido Crainz

nella miscellanea qui

La Stampa 27.4.19
Razzismo e populismo proliferano nei Paesi dei “senza memoria”
di Mirella Serri

nella miscellanea qui

il manifesto 27.4.19
Giuseppe Conte, in Cina, prova a capire cosa ha firmato con la Cina
Via della Seta 2.0. Il presidente cinese nel suo discorso prova a rassicurare tutti: la Bri sarà verde, sostenibile e trasparente
di Simone Pieranni

nella miscellanea qui

Corriere 27.4.19
Diplomazie
Via della seta, se l’Europa segue l’Italia
di Guido Santevecchi

nella miscellanea qui

La Stampa 27.4.19
Sánchez e Casado sotto assedio
Destini in mano ad alleati ingestibili
di F. Oli.

nella miscellanea qui

La Stampa 27.4.19
Razzismo e populismo proliferano
nei Paesi dei “senza memoria”
di Mirella Serri

nella miscellanea qui

il manifesto 27.4.19
Cuba è sotto attacco: «Fermate Trump, prima che sia troppo tardi»
L'appello del governo alla comunità internazionale. Il nuovo pacchetto di sanzioni e limitazioni si somma alle menzogne sul ruolo delle missioni umanitarie cubane in Venezuela. Ma l'isola teme lo strangolamento anche per effetto della battaglia per le presidenziali Usa. Una «politica insensata e irresponsabile», come denuncia dall'Avana il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez - che rischia di incendiare tutta l'America latina
di Roberto Livi

nella miscellanea qui

La Stampa 27.4.19
Bertolucci, l’inconscio della nostra storia
di Antonio Scurati

nella miscellanea qui

Repubblica 27.4.19
Dashiell Hammett, processo all’America in formato noir
di Giancarlo De Cataldo

nella miscellanea qui

Repubblica 27.4.19
L’iniziativa
"Non cancellerete lo studio della storia" L’appello lanciato su "Repubblica" da Andrea Camilleri, Andrea Giardina e Liliana Segre è al centro del festival organizzato da Laterza che si è aperto a Napoli. Studiosi di diverso orientamento da Canfora a Cardini, da Barbero a Cantarella aderiscono: la politica restituisca il valore civile alla disciplina
di Simonetta Fiori

nella miscellanea qui

Repubblica 27.4.19
Il testo in difesa dello studio della Storia
Il manifesto ll passato è un bene comune Ecco le prime firme

nella miscellanea qui


SULLA STAMPA DI VENERDI 26 APRILE

Il Fatto 26.4.19
Disturbava i genitori in intimità, perciò la mamma lo ha ucciso

Il piccolo Antonio è stato ucciso perché avrebbe disturbato un rapporto intimo dei suoi genitori, separati e da poco tornati insieme. È questa la terribile verità che emerge dai primi atti d’indagine: secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica, il bambino di due anni avrebbe cominciato a piangere mentre la coppia si era appartata in un campo poco fuori Cassino.
Disturbata dal pianto, la madre l’avrebbe soffocato, davanti al marito che assisteva senza fare nulla. Poi rientrati a casa i due avrebbero inscenato il falso investimento del bimbo, con la madre che sosteneva fosse stato travolto da un auto pirata, mentre il padre si era allontanato. Hanno anche mentito sugli spostamenti, senza però riuscire a ingannare la polizia, che dopo aver arrestato la donna negli scorsi giorni aveva fermato anche il padre, con l’accusa di essere stato presente al momento dell’omicidio.
Mercoledì ai funerali del bambino tutto il paesino di Piedimonte e i centri limitrofi si sono fermati, per l’ultimo ricordo del piccolo.


Corriere 26.4.19
Roma, la madre confessa: «Lui gli ha dato due schiaffi, ma sono stata io a ucciderlo»
di Rinaldo Frignani

nella miscellane qui

Repubblica 26.4.19
Migranti, per negare l'asilo i giudici devono provare che nel Paese d'origine non ci sia rischio per la vita
Sentenza della Corte di Cassazione rischia di incidere sulla stretta nella concessione dei permessi. Non bastano più generiche "fonti internazionali"
di Alessandra Ziniti

nella miscellane qui

La Stampa 26.4.19
Il 25 aprile di Mattarella
“Non si baratta la libertà con promesse di ordine”
Il presidente contro la narrazione del derby tra comunisti e fascisti “Non solo partigiani, la Resistenza fu serbatoio di valori morali e civili”
di Ugo Magri

nella miscellane qui

La Stampa 26.4.19
Il linguaggio della Costituzione
di Giovanni Sabbatucci

nella miscellane qui

il manifesto 26.4.19
La Nuova via della Seta 2.0
Cina. È iniziato a Pechino il 2° summit del progetto cinese. La parola d’ordine è «ribilanciamento». La Cina prova a rassicurare gli scettici sui rischi in tema di trasparenza e «trappola del debito»
di Simone Pieranni

nella miscellane qui

Il Fatto  26.4.19
Caro ministro Salvini, sul 25 aprile mi ricorda chi a Palermo non dice “la mafia fa schifo”: la lotta a Cosa nostra e la Resistenza si somigliano
Promemoria per la visita del vicepremier leghista oggi a Corleone: da un radical chic di sinistra con portafogli a destra (ma senza attico). La Liberazione è simile a chi ha combattuto le cosche: patriota è chi, osteggiato dai più, decise di sconfiggere l'impossibile. Al prezzo della propria vita. Probabilmente troverà una parte di Corleone che sottovoce che la mafia è nelle istituzioni e che alla fine Cosa nostra "ha fatto anche cose buone". Le ricorda qualcosa?

nella miscellane qui

Il Fatto 26.4.19
Brescia aspetta il 28: riti e incontri in onore del Duce
La città di piazza della Loggia celebra la morte di Mussolini: non solo sottobosco nero ma imprenditori e gente che conta
di Urbano Croce

nella miscellane qui

Il Fatto 26.4.19
Crimini di guerra nazisti: “La Germania deve ancora all’Italia 100 miliardi di euro”
La stima - Dopo la richiesta della Grecia, anche Roma potrebbe pretendere i risarcimenti
di Maria Cristina Fraddosio

nella miscellane qui

Corriere 26.4.19
Crisi libica e profughi l’Italia è troppo isolata
di Goffredo Buccini

nella miscellane qui

Il Fatto 26.4.19
Burgess, vendetta all’Arancia (filosofica)
Ritrovato un dattiloscritto sulla “condizione umana”: la risposta dell’autore alla trasposizione di Kubrick
di Federico Pontiggia

nella miscellane qui

La Stampa 26.6.19
Sudan
Un milione di manifestanti in piazza contro i militari
di Lorenzo Simoncelli

nella miscellane qui

La Stampa 26.4.19
Quel velo che confonde le tre grandi religioni
Il sondaggio. Per 2 italiani su 3 il trasferimento dei ragazzi all’estero è una minaccia pari o superiore all’arrivo dei migranti
di Federico Fubini

nella miscellane qui

Corriere 26.4.19
La fuga dei giovani è la nuova paura

nella miscellane qui

Repubblica 26.4.19
In vista delle elezioni di domenica, è diventato virale il video di un lavoratore che parteggia per Abascal, leader del partito filofranchista. Non è il solo. E chi sceglie la sinistra si vergogna
L’operaio e la destra
Viaggio nella periferia di Madrid alla ricerca degli elettori di Vox “Difende le donne e l’unità spagnola”
di Concita De Gregorio

nella miscellane qui



SULLA STAMPA DI GIOVEDI 25 APRILE

Il Fatto 25.4.19
Scurati: “Dissociarsi dal 25 Aprile è un’offesa al futuro”

nella miscellanea qui

Corriere 25.4.19
La ferita e la Nostra Storia
Non è un gioco
di Giovanni Bianconi

nella miscellanea qui

Il Fatto 25.4.19
Lo Squadrismo mediatico contro la Raggi
di Moni Ovadia

nella miscellanea qui

Il Fatto 25.4.19
Caro ministro Salvini, sul 25 aprile mi ricorda chi a Palermo non dice “la mafia fa schifo”: la lotta a Cosa nostra e la Resistenza si somigliano
Promemoria per la visita del vicepremier leghista oggi a Corleone: da un radical chic di sinistra con portafogli a destra (ma senza attico). La Liberazione è simile a chi ha combattuto le cosche: patriota è chi, osteggiato dai più, decise di sconfiggere l'impossibile. Al prezzo della propria vita. Probabilmente troverà una parte di Corleone che sottovoce che la mafia è nelle istituzioni e che alla fine Cosa nostra "ha fatto anche cose buone". Le ricorda qualcosa?

nella miscellanea qui

Il Fatto 25.4.19
25 aprile, Fico: “E’ grazie alla Liberazione che la Lega è al governo. Siri? Quando c’è odore di mafia c’è bisogno di un atto durissimo”
Il presidente della Camera su 25 aprile, migranti e il sottosegretario
di Luca De Carolis

nella miscellanea qui

Il Fatto 25.4.19
“Foto inopportuna. Per criticare la Raggi ci sono altri modi”
Sulla copertina dell’Espresso: “Si poteva evitare”
“Foto inopportuna. Per criticare la Raggi ci sono altri modi”
di Silvia Truzzi

nella miscellanea qui

La Stampa 25.4.19
2030 odissea single: sorpasso imminente dei soli sulle coppie. Così finisce un mito
I dati della Global Market Research Company
di Maria Corbi

nella miscellanea qui

Repubblica 25.4.19
Il teatro di Salvini
Ecco che cosa si nasconde dietro la messa in scena del vicepremier che oggi va a sfidare la mafia a Corleone Vuole creare uno strano cortocircuito: mettere in contrapposizione la lotta per la Liberazione a quella contro le cosche
E trattare questa festa come un derby tra fascisti e comunisti significa dire che si può tifare per l’una o per l’altra parte indistintamente. È un favore ai gruppi della destra radicale che non aspettano altro che sentirlo uno di loro
di Roberto Saviano

nella miscellanea qui

Il Fatto 25.4.19
Lo scandalo Boy Scout. Le molestie fra “lupetti” cuore nero dell’America
12.254 vittime - La docente Janet Warren ha passato 5 anni a studiare i “fascicoli della perversione”; richieste di risarcimento in aumento, l’organizzazione rischia
di Giampiero Gramaglia

nella miscellanea qui

La Stampa 25.4.19
Dodicimila abusi su minori in 70 anni
I Boy Scouts Usa rischiano la bancarotta
di Paolo Mastrolilli

nella miscellanea qui


SULLA STAMPA DI MERCOLEDI 24 APRILE

La Stampa 24.4.19
“La Costituzione è antifascista
Il capo leghista non lo capisce”
di Filippo Femia

nella miscellanea qui

Il Fatto 24.4.19
C’è la sede di CasaPound sulla via, il prefetto cambia il percorso del corteo del 25 Aprile
di Ferruccio Sansa

nella miscellanea qui

Il Fatto 24.4.19
Alla paura dell’Islam ci pensa Capitan Mitra
di Antonio Padellaro

nella miscellanea qui

Il Fatto 24.4.19
New Ira, il capo di Saoradh: “La lotta armata è legittima”
di Sabrina Provenzani

nella miscellanea qui

La Stampa 24.4.19
E Einstein mise il Duce sulla forca
”Come giustamente meritato” Lo schizzo in una lettera all’amica Ernestina
di Gabriele Beccaria

nella miscellanea qui

La Stampa 24.4.19
Genocidio degli armeni, l’allarme inutile
di Laura Mirakian

nella miscellanea qui

Repubblica 24.4.19
Verso il 25 aprile
Ada Gobetti la Liberazione spiegata ai bambini
di Paolo Di Paolo

nella miscellanea qui

Corriere 24.4.19
L’enigma Stauffenberg
Germania Polemica sul congiurato a 75 anni dal 20 luglio 1944. Lo difende la nipote: fece una scelta morale
Dubbi sull’esecutore dell’attentato a Hitler: ex nazista, non fu mai democratico
dal nostro corrispondente
di Paolo Valentino

nella miscellanea qui




il manifesto 20.4.19
Bocciato il ricorso. Lucano non può tornare a Riace
La Comune di Riace. La Cassazione aveva annullato il divieto di dimora. Ma il Riesame ha dato ragione ai pm
di Adriana Pollice

Repubblica 20.4.19
Portogallo
Quell’alleanza a sinistra che in tre anni ha vinto la sfida contro l’austerità
di Ettore Livini

nella miscellanea qui


SULLA STAMPADI MARTEDI 23 APRILE

il manifesto 23.4.19
Il mio ministro è uomo saggio…
di Ascanio Celestini

nella miscellanea, qui

La Stampa 23.4.19
Salvini: Italia a rischio attentato
“Migliaia di luoghi da proteggere”
Il ministro dell’Interno: leva obbligatoria negli Alpini. La Difesa boccia l’ipotesi
di Flavia Amabile

nella miscellanea, qui

Corriere 23.4.19
Foto con il mitra
Sotto accusa lo spin doctor del leader. Ma lui lo difende
I fedelissimi del vicepremier: questa fase è irrazionale, può diventare imprevedibile
I leghisti: no a norme pro Raggi nel Consiglio dei ministri di oggi
di Marco Cremonesi

nella miscellanea, qui

Il Fatto 23.4.19
Strage di cristiani, allarme ignorato per dieci giorni
290 morti - Nella carneficina anche 500 feriti: gli 007 erano stati avvisati, inutilmente
di Roberta Zunini
nella miscellanea, qui

Il Fatto 23.4.19
Il ministro con il mitra adesso rivuole la naja. Trenta: “Impossibile”

“Si avvicinanole Europee e se ne inventeranno di ogni tipo per fermare il Capitano. Ma noi siamo armati e dotati di elmetto!”. Parola di Luca Morisi, alias il responsabile della comunicazione di Matteo Salvini, che nel giorno di Pasqua pubblica sul suo profilo social una foto che lo ritrae in compagnia del vicepremier. Il quale imbraccia un mitra. Inevitabili le polemiche di chi ha visto nell’immagine un incitamento alla violenza: “Un messaggio eloquente e agghiacciante”, dice lo scrittore Roberto Saviano. Silenzio da parte di Salvini, che non si è espresso sulla questione ma ha lanciato una nuova provocazione ieri, rilanciando l’idea della leva obbligatoria. In un comizio nel comune trentino di Pinzolo, il leader del Carroccio ha infatti dichiarato: “Da settembre l’educazione civica diventerà materia obbligatoria nelle scuole e dovremo anche reintrodurre il servizio militare obbligatorio, magari nel Corpo degli Alpini”. Ipotesi, quest’ultima, bocciata dalla ministra della Difesa, Trenta: “Impossibile”.

La Stampa 23.4.19
Libia, centomila migranti pronti a sbarcare in Italia
L’allarme nelle comunicazioni fra Roma e Washington in caso di guerra civile
Il governo Conte potrebbe affrontare l’emergenza umanitaria prima delle elezioni europee.
di Paolo Mastrolilli

nella miscellanea, qui

Il Fatto 23.4.19
Libia, l’intervento Nato che bombardò la ragione
Guerre umanitarie - Nel 2011 l’Alleanza atlantica ribaltò il conflitto con il pretesto dell’emergenza. Da allora si contano 10 mila morti
di Pino Arlacchi

nella miscellanea, qui

il manifesto 23.4.19
Fascismo: Emilio Gentile e Umberto Eco, letture e riletture per affrontare le nuove sfide
di Guido Caldiron

Per lo storico l'allarme sul possibile ritorno del fascismo rischia di distogliere l’attenzione generale «da altre minacce, queste veramente reali, che incombono sulla democrazia». Mentre per il compianto semiologo, esiste un «ur-fascismo, un fascismo eterno», definibile attraverso «una lista di caratteristiche tipiche» che vanno dallo «sfruttare la naturale paura della differenza trasformandola in razzismo», al tentativo di definire una «comunità nazionale» in virtù dei nemici che dovrebbe combattere, fino all’«ossessione del complotto»
nelle edicole


Il Fatto 23.4.19
Scalzone: “Il 25 aprile è a Torre Maura, non con l’Anpi”
nella miscellanea, qui

Il Fatto 23.4.19
Per i 130 anni dalla nascita di Hitler il concerto è negli spazi del Comune
Polemiche dopo l’evento nazirock di venerdì a Cerea. Il 25 aprile è pure vicino…
di Giuseppe Pietrobelli
nella miscellanea, qui

Repubblica 23.4.19
L’allarme
Raduni e concerti nel nome di Hitler l’onda neonazi sfida la Liberazione
Gli ultimi due eventi a Verona e Varese. Con migliaia di partecipanti. E nel silenzio delle istituzioni
di Paolo Berizzi

nella miscellanea, qui

Repubblica 23.4.19
Così il suo no rilancia la Resistenza
Il boomerang di Salvini che riduce a un derby la festa del 25 aprile
di Gad Lerner
 
nella miscellanea, qui

Il Fatto 23.4.19
La memoria di Kiev nella fossa dei 30 mila liquidati dalle SS
di Stefano Citati

nella miscellanea, qui

Il Fatto 23.4.19
“La pace è stata una promessa mancata: ora New Ira arruola”
Dieter Reinisch - “Il Nord Irlanda resta uno dei posti più poveri d’Europa, l’hard Brexit darà pretesto a nuove violenze”
di Sabrina Provenzani
nella miscellanea, qui










Corriere 23.4.19
Sudafrica L’anniversario
Quel grido, 25 anni fa
«Addio all’apartheid»
Ora la nuova sfida dell’Anc è superare le denunce per corruzione
dal nostro inviato a Johannesburg Pier Luigi Vercesi
nella miscellanea, qui







La Stampa TuttoScienze 23.4.19
Un’eredità di neuroni
L’intelligenza è un processo ma c’è anche una base biologica che trasmette ogni madre
di Marco Pivato

nella miscellanea, qui




SULLA STAMPA NEI GIORNI DAL 20 AL 21 APRILE




Repubblica 21.4.19
Emanuele Macaluso: “Non mi manca il Pci mi manca la sinistra”
Si avvicinò ai comunisti mentre era ricoverato in sanatorio. Di quel partito è stato fra i massimi dirigenti. Qui racconta la crisi ungherese, gli errori di Togliatti, il litigio fra Sciascia e Berlinguer. Poi Vittorini e Guttuso. E le tante donne di una vita
“Sento il vuoto delle persone dei gesti e delle intelligenze. Qualche giorno fa ho festeggiato i 95 anni. Ero lì e pensavo ai pochi della mia generazione rimasti, come Giorgio Napolitano. Non so se avrò il tempo di vedere un nuovo schieramento progressista
colloquio con Antonio Gnoli

nella miscellanea qui

Repubblica 21.4.19
Psicoanalisi
Quant’è marxista questo Lacan
di Massimo Recalcati

nella miscellanea qui

Repubblica 21.4.19
Franco Marcoaldi
Da Spinoza A Heidegger la casa rivela ciò che siamo

nella miscellanea qui










Il Sole Domenica 21.4.19
La rivincita di Schelling
Lezioni monachesi. Il filosofo viene spesso confinato nell’indigesto repertorio scolastico dell’idealismo tedesco. Oggi è al centro di pubblicazioni in Italia e all’estero
di Gaspare Polizzi

nella miscellanea qui

Repubblica 21.4.19
Guerra e Resistenza nell’incubo di Dick
“L’uomo nell’alto castello”, tratta da “La svastica sul sole”
di Katia Riccardi

nella miscellanea qui

Repubblica 21.4.19
L’omicidio di Cassino
Ucciso perché piangeva arrestato anche il padre
Dopo il fermo della madre, svolta sulla morte del bimbo di due anni Lui non si dava pace: “Sono arrivato tardi”. Ma l’alibi non ha retto
di Clemente Pistilli

nella miscellanea qui

Corriere La Lettura 21.4.19
La strategia della Cina in 4 pilastri
di Danilo Taino

nella miscellanea qui


Repubblica 21.4.19
Memoria 25 aprile
Ora e sempre resistenza
Perché tutti cantano Bella ciao
L’ho imparata quando mio padre mi ha portato alla sfilata della Liberazione nel 1964. Era una canzone così diversa Non triste, melanconica e quasi romantica. La intonano ovunque nel mondo. Ma io mi sono commosso una sola volta: quando accompagnava il finale di una serie tv
di Maurizio Maggiani

nella miscellanea qui

Corriere 21.4.19
Italiani Massimo Cacciari
«Dopo aver letto Nietzsche ho deciso di non sposarmi
Mi diverto a fare i tarocchi»
di Candida Morvillo
 
qui

Corriere 20.4.19
Il neurologo
Gay da curare?
Antiscientifico
Il nostro sesso è nel cervello
di Rosario Sorrentino

in questa miscellanea

il manifesto 20.4.19
Bocciato il ricorso. Lucano non può tornare a Riace
La Comune di Riace. La Cassazione aveva annullato il divieto di dimora. Ma il Riesame ha dato ragione ai pm
di Adriana Pollice

in questa miscellanea

La Stampa 20.4.19
Crisi economica e nazionalismo
Stalin batte il record di popolarità
di Giuseppe Agliastro

in questa miscellanea

La Stampa 20.4.19
Marijuana, valutiamo i rischi prima di legalizzarla
di Antonio Maria Costa

in questa miscellanea

La Stampa 20.4.19
Cose da Kafka
Israele, la battaglia per i manoscritti supera la fantasia del “Processo”
di Meir Ouziel

in questa miscellanea

Repubblica 20.4.19
Portogallo
Quell’alleanza a sinistra che in tre anni ha vinto la sfida contro l’austerità
di Ettore Livini

in questa miscellanea





complici!

Pasqua di sangue in Sri Lanka
Redazione ANSA ROMA
Otto esplosioni hanno colpito, nel giorno di Pasqua, chiese e hotel tra la capitale Colombo e un'altra città dello Sri Lanka. Il bilancio  è salito a 185 morti e oltre 560 feriti
Nel Paese dell'Asia meridionale la minoranza cristiana è circa il 7,5% della popolazione
Il capo della polizia aveva messo in guardia, 10 giorni fa, contro possibili attentati kamikaze a "chiese di rilievo" del Paese: lo scrive il giornale The Irish Sun.








Identità insorgenti 11.4.19
Sudan
La regina della Nubia e il “suo” Esercito rovesciano Al-Bashir

qui
LEGGI ANCHE QUI 

La Stampa 21.4.19
La app per scoprire
i luoghi dei partigiani
di Manuela Arami

qui


















La Stampa 20.4.19
Crisi economica e nazionalismo
Stalin batte il record di popolarità
di Giuseppe Agliastro

Repubblica 20.4.19
Portogallo
Quell’alleanza a sinistra che in tre anni ha vinto la sfida contro l’austerità
di Ettore Livini

nella miscellanea qui

La Stampa 20.4.19
Marijuana, valutiamo i rischi prima di legalizzarla
di Antonio Maria Costa

Repubblica 20.4.19
Portogallo
Quell’alleanza a sinistra che in tre anni ha vinto la sfida contro l’austerità
di Ettore Livini

nella miscellanea qui

La Stampa 20.4.19
Cose da Kafka
Israele, la battaglia per i manoscritti supera la fantasia del “Processo”
di Meir Ouziel

Repubblica 20.4.19
Portogallo
Quell’alleanza a sinistra che in tre anni ha vinto la sfida contro l’austerità
di Ettore Livini

nella miscellanea qui

Repubblica 20.4.19
Portogallo
Quell’alleanza a sinistra che in tre anni ha vinto la sfida contro l’austerità
di Ettore Livini

nella miscellanea qui


SULLA STAMPA DI VENERDI 19 APRILE

Corriere 19.4.19
II Guerra mondiale
Atene chiederà risarcimenti alla Germania

La Grecia chiederà ufficialmente alla Germania il pagamento del risarcimento - calcolato in circa 290 miliardi di euro - per le distruzioni e i massacri provocati dal Terzo Reich. Berlino respinge la richiesta greca: non sono previsti «ulteriori risarcimenti» rispetto ai 115 milioni di marchi dell’intesa stipulata nel 1960.

La Stampa 19.4.19
“Piange troppo, così starà zitto”
Donna strangola il figlio di 2 anni
di Edoardo Izzo

nella miscellanea qui

Repubblica 19.4.19
L’intervista
Parla il giurista De Siervo ex presidente della Corte costituzionale
"I voleri del ministro elevati a legge Così si mette in crisi lo Stato di diritto"
di Liana Milella

nella miscellanea qui

Repubblica 19.4.19
Tensioni in periferia a Roma
Donne in prima linea
Presidiano la chiesa e il parroco cede niente più pacco viveri per i rom
Alcune donne della Magliana, a Roma, si oppongono alla distribuzione di pacchi alimentari alle famiglie rom
di Paolo G. Brera

nella miscellanea qui

La Stampa 19.4.19
“Così abbiamo trovato l’anima di Buscetta”
La storia di un uomo che ha tradito la propria famiglia perchè questa ha tradito lui»
di Francesco La Licata

nella miscellanea qui

il manifesto 19.4.19
Marco Bellocchio: «La figura di Tommaso Buscetta unisce orrore e moralità»
Cannes 72. Il regista racconta il lavoro sul boss mafioso divenuto collaboratore di giustizia
di Cristina Piccino

nella miscellanea qui

il manifesto 19.4.19
Lucifero, la stella del mattino
di Alberto Olivetti

nella miscellanea qui


UN ESTRATTO DA LIMES ATTUALMENTE NELLE EDICOLE:





Il Foglio 8.4.19
Filosofeggiando con…
EMANUELE SEVERINO

“La Follia sta andando verso il suo punto più alto. Heidegger è un grande pensatore, il cui accecamento non ha però avuto la radicalità che esso ha in Nietzsche, Gentile, e innanzitutto in Leopardi. L’Europa è nata vecchia. La tecnica è destinata a scompaginare ogni forma di aggregazione, vecchia o nuova, che non abbia come scopo lo scopo della tecnica, cioè l’incremento indefinito della potenza. Ogni giorno il mio lavoro è guardare il tempo. La morte è l’apparire della Gioia”
di Davide D'Alessandro





RADIO TRE PRIMA PAGINA DEL 11 APRILE 2019 CON FEDERICO FUBINI
RATZINGER E LA PEDOFILIA: «IL COLLASSO SPIRITUALE È COMINCIATO NEL ’68»
Il Giornale 12.4.19
Perché la lettera di Ratzinger ha fatto infuriare i progressisti
Il ritorno in campo di Joseph Ratzinger ha suscitato la consueta bufera. I progressisti continuano a odiarlo, mentre i conservatori provano ancora nostalgia
di Francesco Boezi
qui








Corriere 11.4.19
Heidegger critico della modernità: un cammino su lastre di ghiaccio
Nel nuovo volume dei «Quaderni neri», che esce in questi giorni in Germania
per Klostermann, l’allarme del pensatore per il dominio del calcolo e della tecnica
di Donatella Di Cesare



La Stampa 12.4.19
Maurizio Landini: “La Flat tax è una presa in giro. Così il Paese andrà a sbattere”

Il segretario Cgil critica il governo: anche l’Fmi chiede la patrimoniale. Pronti allo sciopero generale
intervista di di Roberto Giovannini



MASSIMO FAGIOLI SU

 


il manifesto ALIAS 7.4.19
Annamaria Zesi «Amore e Psiche» con le illustrazioni di Daniele Durante
L’Asino d’oro edizioni
La fiaba di Apuleio diventa collettiva,
ispirandosi alle lettura di Massimo Fagioli
di Rossella Petretto



















si ringrazia Giovanni Senatore, ufficio stampa L'Asino d'oro editore

Donne e uomini della Resistenza
Emilio Lussu

Armungia (Cagliari) 4 dicembre 1890, Roma il 5 marzo 1975, laureato in Legge, tra i fondatori di "Giustizia e libertà", scrittore.
 
Combattente come ufficiale nella prima guerra mondiale, tornato in Sardegna Lussu è animatore del movimento che nel 1919, a Cagliari, portò alla nascita del Partito Sardo d'Azione. Eletto deputato nel 1921 e nel 1924, dopo il delitto Matteotti fu tra i più fermi accusatori di Mussolini, tanto che il 31 ottobre del 1926 gli squadristi assaltarono in forze la sua casa di Cagliari. Lussu si barricò e si difese, respingendo l'assalto a colpi di pistola. Arrestato, restò in carcere per tredici mesi. Assolto in istruttoria per legittima difesa, per volere di Mussolini fu confinato per 5 anni a Lipari. Ma Lussu, il 27 luglio 1929, riuscì ad evadere dal confino con Carlo Rosselli e Fausto Nitti e a rifugiarsi a Parigi dove, con altri rifugiati politici italiani, dà vita a "Giustizia e Libertà". Nel 1937 sostituisce Rosselli (assassinato dai fascisti) alla guida di GL. È alla testa di "Giustizia e Libertà" anche quando i tedeschi invadono la Francia. Nell'agosto del 1943 riesce a rientrare in Italia e nel mese di settembre è a Firenze, alla prima riunione nazionale del Partito d'Azione. Dopo l'armistizio è uno dei capi della Resistenza romana e, finita la guerra, entra a far parte, nel 1945, del governo Parri e del successivo primo governo De Gasperi. Nel 1946 è deputato all'Assemblea Costituente. Con lo scioglimento del Partito d'Azione aderisce, nel 1947, al PSI per essere poi, nel 1964, tra i fondatori del Partito Socialista di Unità Proletaria e dirigente nazionale dell'ANPI Fra le sue opere: Teoria dell'insurrezione, edito in Francia nel 1936, il saggio Marcia su Roma e dintorni e quello che è unanimemente considerato un capolavoro letterario, ma che di fatto rimane il suo manifesto politico: Un anno sull'altipiano.







«Trent'anni, mio compagno, trent'anni...  non c'è niente di buio e di definitivo in questo tuo essere assente e il mio non è un aspettare ma nemmeno una perdita o una voragine in cui non sei più perché sei dentro tante cose parole immagini idee sentimenti aspirazioni stimoli movimenti presenti».
Joyce Lussu, 1985 (cfe: Portrait, L'Asino d'oro "2012
Giorgio Amendola: «Emilio Lussu è stato l'unico esule antifascista italiano che durante la seconda guerra mondiale, riuscito a passare dalla Francia occupata all'Europa Libera, tornò di proposito nella zona sotto occupazionetedesca per continuare la Resistenza»

LEFT: presentazione di Vauro, La Zecca: giovedì 11 aprile
Per riservare il tuo posto all’evento clicca qui: https://leftvauro.eventbrite.it
vedi quidi seguito

il manifesto 6.4.19
Un puzzle di idee per leggere il presente
Scaffale. «Gramsci e il populismo», a cura di Guido Liguori

Nel volume Unicopli sono stati raccolti i contributi degli studiosi al simposio di ottobre
di Lelio La Porta

https://spogli.blogspot.com/2019/04/il-manifesto-6.html

QUI DI SEGUITO:
UGO TONIETTI: ALLE ORIGINI DELL'ABITARE, UNO SPECIALE DI LEFT, ZINGARI...
______________________________








«ALL'ORIGNE DELL'ABITARE, APPUNTI DI UN VIAGGIO NEL TEMPO»
Incontro con Ugo Tonietti, mercoledì 20 marzo 2019 alla Biblioteca di Architettura dell'Università di Firenze, Sistema bibliotecario dell'università di Firenze, si ringrazia Paola D’Ettole -  UniFiBiblioteche. Il video diretto e montato da Alessandro Leonelli, e pubblicato il 5 apr 2019,
È DISPONIBILE QUI : https://www.youtube.com/watch?v=d2VYelBilUs&feature=youtu.be

si ringrazia Assunta Amendola


DOMENICA 7 APRILE SI È TENUTA LA PRESENTAZIONE DI LINEE RESISTENTI, CON IL QUADRACORO


GIANCARLO LEONELLI E ANDREA GIANNASI
HANNO PRESENTATO  "GRAMSCI PER LA SCUOLA"  L’ASINO D’ORO EDIZIONI
LUCCA IL 6 APRILE DI 
 m
 mmm
VENERDI 29 MARZO
NICCOLÒ TREVISAN È STATO OSPITE A TG3 LINEANOTTE SU RAI TRE
CON “DIPENDENZA DA SOSTANZE - UN MONDO SENZA SOGNI
LE REGISTRAZIONE DELLA TRASMISSIONE
È ADESSO DISPONIBILE QUI
L'ASINO D'ORO EDIZIONI
 
QUI DI SEGUITO A PARTIRE DAL MINUTO 28 CIRCA
IL 27 MARZO 2019 SI È TENUTA ALLA CAMERA
LA CONFERENZA SULLA SCUOLA DELL’INFANZIA,
È INTERVENTO BENIAMINO GIGLI CITANDO LA TEORIA DELLA NASCITA DI MASSIMO FAGIOLI.
UNA REGISTRAZIONE È DISPONIBILE  QUI
QUI DI SEGUITO È DISPONIBILE
LA REGISTRAZIONE DELL'INCONTRO SUL MONOTEISMO
CHE HA AVUTO LUOGO DOMENICA 24 MARZO A ROMA


si ringrazia William Santero
Questo è il link per la condivisione sui social : https://youtu.be/xL7g0D3OQY4?t=595
  La scienza e l'Europa, dalle origini a oggi
Mercoledì 20 Marzo 2019, ore 16,30
Sapienza Università di Roma - Aula Magna del Rettorato
INGRESSO LIBERO

SABATO 16 MARZO MARZO A ROMA PER "VENTISECONDI": "MARCO POLO
Sabato 16 marzo è stato trasmesso
«Marco Polo»

DOMENICA 17 MARZO A MILANO AL BOOKPRIDE:


Le due presentazioni al Book Pride di domenica
17 marzo sono state trasmesse in diretta.
A cura dell'Associazione culturale Amore & Psiche e Mawivideo
URL VIDEO
https://youtu.be/EL6iE15yf2g



URL AL VIDEO

DAL 5 ALL'8 MARZO SI È TENUTO A PARIGI
L'OTTAVO CONGRESSO MONDIALE DELLA SALUTE MENTALE DELLA DONNA (IAWMH).
HANNO PARTECIPATO EMANUELA LUCARINI, CINZIA FAZIO,
NICCOLÒ TREVISAN, BARBARA GUALCO.
CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA



CHIESA E PEDOFILIA
GLI ABUSI DEI PRETI CATTOLICI CONTRO L'INFANZIA
IL 25 FEBBRAIO SU RAI RADIO 3
A TUTTA LA CITTÀ PARLA È STATO INTERVISTATO FEDERICO TULLI REDATTORE DI LEFT 
Giovanni Senatore Ufficio stampa L'Asino d'oro edizioni

È DISPONIBILE ON LINE LA REGISTRAZIONE DELLA PRESENTAZIONE DI "AMORE E PSICHE"  - L'ASINO D'ORO EDIZIONI
CHE HA AVUTO LUOGO DOMENICA 24 ALLA LIBRERIA FELTRINELLI APPIA DI ROMA
Domenica 24 febbraio 2019 alla Libreria Feltrinelli Appia di Roma alle ore 17 di Annamaria Zesi e Daniele Durante per L 'Asino d'oro edizioni
Insieme agli autori intervengono 
Bruno Lo Turco, docente di religioni e filosofie dell'India
Ziba Mariam Moinzadeh, psicologa specializzata
Gaia Ripepi, archeologa
Riprese e diretta streaming  prodotte da:
Associazione Amore e Psiche e Mawi

SI RINGRAZIANO WILLIAM SANTERO E DANIELE CARLEVARO
 VENERDI 8 MARZO E' STATA INTERVISTATA AL TG3 DI LINEA NOTTE (QUI)
VENERDI 8 MARZO A LINEA NOTTE SU RAITRE
ANNAMARIA ZESI È STATA INTERVISTATA SU STORIE DI AMORE E PSICHE
L’ASINO D’ORO EDIZIONI
la registrazione è disponibile qui
Giovanni Senatore Ufficio stampa 

PAOLA TURCI OH L'OLANDA: QUI




LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI 4.3.19

il manifesto 4.3.19
Il partito che ha perduto il popolo
di Rossana Rossanda

qui

La Stampa 4.3.19
Marx torna in Italia passando per gli Usa
di Giuseppe Salvaggiulo

qui

il manifesto 4.3.19
Perché il destino di Radio Radicale ci riguarda tutti
«La stampa serve chi è governato, non chi governa»
Corte Suprema degli Stati uniti, 30 giugno 1971
di Andrea Pugiotto

qui

Corriere 2.3.19
la famiglia chiede nuovi controlli
Il mistero Orlandi porta a una tomba dentro il Vaticano
di Fiorenza Sarzanini

qui

Il Fatto 2.3.19
Re Bibi alle strette, ora parla di “persecuzione politica”
Corruzione - Netanyahu con un discorso di 16 minuti in tv risponde all’incriminazione con la tattica di Trump: delegittimare chi lo accusa
di Fabio Scuto

qui

La Stampa 4.2.19
Svolta dell’islam sunnita
“Praticare la poligamia è ingiusto per le donne”
L’annuncio del Grande imam Ahmed al-Tayeb in Egitto Avere più mogli non rispetta “il principio di equità”
di Giordano Stabile

qui

La Stampa 4.2.19
Milionari, politici e star del cinema
Al via l’assemblea che giudica Xi
di Francesco Radicioni

qui

Corriere 4.3.19
Il commento
L’ordine di Xi ai dirigenti politici: «Autovalutatevi»
dal corrispondente Guido Santevecchi

qui

Corriere 4.12.19
Un libro di Mauro Canali
Nel dopoguerra furono quasi tutti vani i tentativi di punire le passate ruberie
Le tangenti del littorio
La corruzione dilagava tra i Gerarchi
Farinacci e Rossoni due casi clamorosi
Mauro Canali e Clemente Volpini (Mondadori) passano in rassegna gli arricchimenti di noti personaggi del regime fascista, Mussolini compreso
di Paolo Mieli

qui

Corriere 4.3.19
A fil di rete di Aldo Grasso
«Propaganda Live» di Zoro, le liturgie di una scommessa vinta

qui

Repubblica 4.3.19
Tullio Gregory
L’uomo che insegnava a pensare bene (anche a tavola)
di Antonio Gnoli

qui

Repubblica 4.3.19
Il filosofo
Alla ricerca del sapere senza starsene mai in cima alla Torre
di Massimo Cacciari

qui

si ringrazia Barbara Calvetta


CLICCA SULL'IMMAGINE PER RENDERLA LEGGIBILE
si rringrazia Barbara Calvetta
da L'Espresso 17 Febbbraio 2019

LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI LUNEDI 25 FEBBRAIO

Il Fatto 25.2.19
Il Papa: “Pedofilia mostruosa”. Ma le vittime: “Solo parole”

Il vertice sulla protezione dei minori nella Chiesa si è chiuso, ma il lavoro è appena iniziato. Per dare l’esempio, il Vaticano si doterà di una legge di contrasto alla pedofilia valida per il territorio dello Stato Città e per la Curia, quindi anche per il personale diplomatico in forza all’estero. La legge, che sarà presentata a breve, accompagnerà un Motu Proprio del Papa e delle Linee guida per il Vicariato della Città del Vaticano.
Dice papa Francesco: “Vogliamo che tutte le attività e i luoghi della Chiesa siano sempre pienamente sicuri per i minori; che si prendano tutte le misure possibili perché simili crimini non si ripetano”. Il Papa ha chiuso il summit con un discorso duro: “Ogni abuso è una mostruosità. Nessuno abuso deve essere coperto, come era abitudine”. Le vittime, però, che si aspettavano un cambiamento nella Chiesa, non sono soddisfatte: “Nelle parole del Papa, il Vaticano si ritiene vittima. Allora si costituisca parte civile nei tribunali contro i preti pedofili, non li copra”. dice Francesco Zanardi, presidente di Rete l’Abuso.


La Stampa 25.2.19
Il Papa prepara un Motu proprio contro chi copre i preti pedofili
di Domenico Agasso Jr

qui

Corriere 25.1.17
L’intervista
«Un patto tra etica e tecnologia
Oppure robot e algoritmi comanderanno noi uomini»
Monsignor Paglia e il convegno «Robo-ethics» in Vaticano
di Paolo Conti

qui

Repubblica 25.2.19
Vaticano
Il Papa: basta coprire i pedofili Ma le vittime: sono solo parole
La condanna di Francesco: dietro gli abusi c’è Satana. Un Motu proprio con le nuove regole
di Paolo Rodari
 
qui

Repubblica 25.2.19
Intervista a Francesco Zanardi
"Bisognava cacciare subito qualche vescovo così la Chiesa non è credibile"
Città del Vaticano
di P.R.

qui

Repubblica 25.2.19
Francia
"Sinistra unita alle europee" la scommessa dei giovani francesi
La proposta del movimento Place Publique a tutti i partiti della gauche: una lista unica Il leader Glucksmann: "Se non ci stanno facciamo un partito vero, verranno loro da noi"
di Anais Ginori,

qui

Il Fatto Quotidiano
Cuba, il voto sulla nuova Costituzione per uno Stato “socialista”: scompare la parola comunista ma non l’egemonia del Partito
I cittadini cubani sono chiamati a promuovere o bocciare la Magna carta che sostituirà quella del 1976. Un grande cambiamento che però porterà a poche modifiche radicali. Tra queste la non discriminazione per identità di genere, orientamento sessuale, origine etnica e disabilità. La vittoria del Sì viene data per scontata, ma prevalgono apatia e disillusione
di Adele Lapertosa

qui

Corriere 25.9.19
Referendum
La prima volta dei cubani: per il voto sulla Costituzione
un risultato (quasi) incerto
di Rocco Cotroneo

qui

Corriere 25.2.19
I negoziati con la Cina
La via della Seta è più vicina: l’invito all’Italia di Xi Jinping
di Federico Fubini

qui

Il Fatto 25.2.19
Spagna, la prima crisi di Podemos: sinistra in panne
Addio – Errejon, Iglesias e Irene Montero alle Cortés.
di Fabien Escalona

qui

Il Fatto 25.2.19
Reggio Emilia, 18 dirigenti indagati per “violazioni nell’assegnazione di incarichi esterni”. C’è la moglie del sindaco Pd
I dipendenti erano in servizio nel 2013, quando il primo cittadino era l'attuale deputato Graziano Delrio. La Procura della Repubblica contesta a loro i reati di falso ideologico e abuso d’ufficio. Nel 2016 i 5 stelle presentarono una serie di esposti alla Corte dei Conti e si rivolsero all'Anac per segnalare le presunte anomalie
di Paolo Bonacini

qui

L’Espresso 10.2.19
2019 
l’Italia è omofoba 
Violenze, minacce, discriminazioni. Così la persona Lgbt diventa
il nemico. Nel nuovo clima 
di Simone Alliva
qui

L’Espresso 10.2.19

Quel bisogno di umiliare l’altro 

di Natalia Aspesi
qui


L’Espresso 10.2.19 

Oltre il buio, l’umanesimo 

La questione in Italia non è se serve o no un partito dei cattolici. La questione è se per uscire dall’odio servono o no i valori cristiani. Opposti a quelli branditi oggi dalla destra 
di 
Giuseppe Genna 

qui

L’Espresso 10.2.19

Disuguaglianze, indietro tutta 
Hanno prodotto ingiustizia, rabbia e sovranismo. Eppure si possono ridurre, invertendo una tendenza trentennale. Le proposte del Forum di Fabrizio Barca 
di Alessandro Giulioli
qui

L’Espresso 10.2.19
Hovistocose di Beatrice Dondi 

qui


LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI DOMENICA 24 FEBBRAIO

il manifesto 24.2.19
Preti pedofili, j’accuse del vescovo Marx: il Vaticano ha insabbiato
Corpus demoni. Al Sinodo l’alto prelato tedesco schierato con Bergoglio: «Dossier sulle violenze distrutti o mai creati». Scontro con i conservatori
La Chiesa ha messo in atto un’azione sistematica di copertura degli abusi sessuali commessi dal clero per proteggere i preti pedofili, «calpestando» le vittime
di Luca Kocci

qui
Il Fatto 24.2.19
Pedofilia, card. Marx: “Tanti dossier sugli abusi fatti sparire”

qui
Corriere 24.2.19
Il vertice
Il consigliere del Papa:
«Distrutti i dossier sugli abusi nella Chiesa»
di Gian Guido Vecchi

qui
Repubblica 24.2.19
Preti pedofili, l’atto di accusa del cardinale vicino al Papa
Marx, presidente della Conferenza episcopale tedesca, parla di carte distrutte e chiede un cambio di passo: “ Basta segreti, le prove devono essere registrate”
di Paolo Rodari

qui
Repubblica 24.2.19
La forza della Chiesa e le marionette in Italia
23 Febbraio 2019
Sovranismo e populismo nel nostro Paese sono strettamente alleati e Di Maio in questa fase politica desidera dimostrarlo in tutti i modi possibili. A cominciare dall'appoggio a Salvini affinché eviti il processo che hanno chiesto giudici di Catania
di Eugenio Scalfari

qui
Repubblica 24.2.19
Il ritorno di Francis Fukuyama
Cara sinistra svegliati, la Storia non è finita
Intervista con Francis Fukuyama di Federico Rampini Fotografie di Mark Peterson

qui
Repubblica 24.2.19
Se questa è l’élite meglio la Thatcher
La provocazione di Donald Sassoon
di Donald Sassoon

qui
Repubblica 24.2.19
Imprese da manuale
Il mio Kant libero, la filosofia è per tutti
Intervista con Maurizio Ferraris di Marco Bracconi

qui

Il manifesto 24.2.19
Nel cocktail di «Roma», canzoni e politica nel Messico del 1970
Musica . Nel film di Alfonso Cuarón lo spazio sonoro della capitale, silenzi inclusi, viene ricostruito da Lynn Fainchtein. Una colonna sonora che si muove tra il pop dell’argentino Leo Dan ai divi come Javiér Solís e Juan Gabriel
di Dimitri Papanikas

qui
Repubblica 24.2.19
Casta Diva
Ho già vinto il mio Oscar vendicando noi indios
Intervista con Yalitza Aparicio di Laura Tillman

qui
Il manifesto 24.2.19
Nel cocktail di «Roma», canzoni e politica nel Messico del 1970
Musica . Nel film di Alfonso Cuarón lo spazio sonoro della capitale, silenzi inclusi, viene ricostruito da Lynn Fainchtein. Una colonna sonora che si muove tra il pop dell’argentino Leo Dan ai divi come Javiér Solís e Juan Gabriel
di Dimitri Papanikas

qui
Il manifesto 24.2.19
Salvare Radio Radicale, una missione per tutti
Editoria. Mauro Palma: «Senza costruttori culturali cresce solo la cultura populista»
di Eleonora Martini

qui

Corriere la Lettura 24.2.19
Visioni Le scienze naturali allargano la prospettiva degli studi tradizionali sul mondo omerico
Darwin combatteva a Troia
di Sandro Modeo

qui

Corriere La Lettura 24.2.19
La morale identitaria disumanizza i migranti
Leader come Matteo Salvini, giornalisti come Maurizio Belpietro, sovraniste come
Francesca Totolo rimuovono l’imperativo di «salvare tutti i corpi» richiamato da Albert Camus. La smania di mostrarsi «cattivi» li induce a considerare inevitabile sacrificare vite secondo una logica particolaristica e rattrappita. Rimuovono un dato decisivo: non può esserci etica che non sia universale
di Luigi Manconi

qui

Corriere La Lettura 24.2.19
Parla l’autrice di origine nigeriana che vive negli Stati Uniti
Non ci si deve adeguare alla mentalità dominante
Il mio demone africano sfida le vostre certezze
di Viviana Mazza

qui

Repubblica 24.2.18
Angelo Del Boca
di Antonio Gnoli, ritratto di Riccardo Mannelli

qui
























Sanremo 2019 - Motta e Nada cantano "Dov'è l'Italia" from SEGNALAZIONI.BOX on Vimeo.





Siamo tutti invitati mostra fotografica Fiori di strada. L’impegno di Kisedet per la Tanzania.





La IGS comunica la pubblicazione su “Dialettica e filosofia” del saggio dal titolo
“Quale Marx? Lo scontro egemonico tra Gramsci e Gentile”, di Emiliano Alessandroni
Lo scritto è ripartito nei seguenti capitoli: Premessa 1. L'accusa di economicismo 2. Dal monismo dello spirito al monismo della materia 3. Il marxismo di Gramsci 4. Gentile contra Marx: dall'accusa di messianesimo al rifiuto dell'oggettivismo 5.Soggettivismo idealista e oggettivismo materialista in Gramsci e può essere scaricato gratuitamente al seguente indirizzo:

OZON, IL SUO NUOVO FILM ORA IN USCITA IN FRANCIA
SULLA VIOLENZA DEGLI ABUSI SESSUALI NELLA CHIESA CATTOLICA:




















LA REGISTRAZIONE DELL'EVENTO È DISPONIBILE QUI









Il Fatto 9.2.19
Fratelli di Crozza, il psicoanalista Recalcati e il trionfo dell’ovvio: ecco come spiega la sua “psicobanalisi”
Fratelli di Crozza e Crozza torna dal 22 febbraio in prima serata sul Nove

qui
segnalazione di Mariopaolo Dario







MicroMega 11.2.19
Il mondo della scuola contro l’imbarbarimento del Paese: qalcosa si muove
di Marina Boscaino

qui
segnalato da Leda Di Paolo

L'ARTICOLO DI D. DI CESARE 
APPARSO SU LA LETTURA DEL CORSERA DEL 10 FEBBRAIO È DISPONIBILE QUI:
https://issuu.com/segnalazioni.box/docs/de_cesare_su_la_lettura_del_10.2.19 

























STORIA: LA GERMANIA DALLA FINE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE
AL NAZISMO. CRONOLGIA DI UNA PRESA DEL POTERE



LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI MERCOLEDI 13  FEBBRAIO
















La Stampa 13.2.19
Ecco perché anche i papà possono cadere nella depressione post-partum
Non partoriscono, ma partecipano attivamente a tutte le fasi della gestazione. Dalle ecografie alla nascita, le emozioni e le paure che possono coinvolgere il futuro genitore
di Angela Nanni









La Stampa TuttoSalute
Perché non capiamo gli adolescenti
Gli studi della neuroscienziata Jayne Blakemore svelano i meccanismi che spingono i giovani al rischio e alla ribellione: “Conoscerli significa aiutarli a diventare adulti consapevoli”
di Stefano Massarelli


















Il Fatto 13.2.19
“Sto con gli anarchici, sovversivo è lo Stato”
Donatella Di Cesare La filosofa sullo sgombero dell’Asilo: “Chi esprime dissenso oggi è criminalizzato”
di Maddalena Oliva

 







Il Fatto 13.9.19
Un hotel nella villa Medicea. Con lo zampino di Lotti
Montelupo Fiorentino. Il piano per affidare la gestione dell’Ambrogiana ad un privato, in barba ai cittadini
di Tomaso Montanari







il manifesto 13.2.19
Consiglio d’Europa: «Roma minaccia la libertà di stampa»
Rapporto sull'informazione nel Vecchio Continente. Governo nel mirino per il «taglio ai finanziamenti» e l’atteggiamento negativo verso i media. L’Italia osservata speciale con Russia, Turchia e Ungheria. Preoccupazione per la linea e i toni dell’esecutivo. «Di Maio e Salvini usano regolarmente sui social una retorica ostile nei confronti dei giornalisti»
di Guido Caldiron

il manifesto 13.2.19
«Stampa sotto attacco perché ostacola il potere»
Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi al XXVIII Congresso. Tagli all’editoria, social network e precarizzazione minacciano la libertà di stampa
di Giansandro Merli

il manifesto 13.2.19
Foibe, il revisionismo storico forma della politica
di Davide Conti






Bertolt Brecht, La guerra che verrà

La guerra che verrà
non è la prima. Prima
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ultima
c’erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente egualmente.









Il Fatto 13.2.19
Venezuela, governo su posizioni opposte
In Parlamento - Oggi relazione del ministro Moavero. La Lega sostiene il premier autoproclamato Guaidó, M5S con Maduro
Venezuela, governo su posizioni opposte
di Wanda Marra







il manifesto 13.2.19
L’Accademia ungherese sotto attacco
Senza più autonomia, fondi e ricerca. Professori e studiosi scendono in piazza a Budapest per difendere la prestigiosa Mta, su cui il governo Orbán ha messo le mani
di Massimo Congiu




La Stampa 13.2.19
L’eroe della Mauritania: “Libererò il popolo dalla schiavitù”
Biram Dah Abeid da 20 anni sfida le élite religiose di Nouakchott: «L’Europa smetta di fare affari coi governi corrotti»
di Francesca Paci
 
















La Stampa 13.2.19
Felici nella prigione di Orwell
Con “1984” ha anticipato l’attuale società del controllo digitale
di Massimiliano Panarari
Repubblica 13.2.19
Nelle profezie di McLuhan ci siamo tutti noi
Lo studioso scomparso, autore di formule celebri come "il mezzo è il messaggio" e "villaggio globale", torna in libreria con un volume rielaborato dal figlio. Che svela l’attualità delle sue teorie nell’era dei social e dei populismi
di Marco Belpoliti
 

La Stampa 13.2.19
Audible porta i libri game sui dispositivi Amazon Echo
La compagnia realizzerà due contenuti interattivi, fruibili attraverso l’interazione con Alexa. Il tutto in collaborazione con Chooseco, casa editrice leader del settore
di Marco Tonelli



NELLE EDICOLE E NELLE LIBRERIE




SUI SETTIMANALI:

L’Espresso 10.2.19
2019 
l’Italia è omofoba 

Violenze, minacce, discriminazioni. Così la persona Lgbt diventa
il nemico. Nel nuovo clima 

di Simone Alliva

L’Espresso 10.2.19

Quel bisogno di umiliare l’altro 

di Natalia Aspesi

L’Espresso 10.2.19

Oltre il buio, l’umanesimo 

La questione in Italia non è se serve o no un partito dei cattolici. La questione è se per uscire dall’odio servono o no i valori cristiani. Opposti a quelli branditi oggi dalla destra 

di Giuseppe Genna 


L’Espresso 10.2.19

Disuguaglianze, indietro tutta 
Hanno prodotto ingiustizia, rabbia e sovranismo
Eppure si possono ridurre, invertendo una tendenza trentennale. Le proposte del Forum di Fabrizio Barca
di Alessandro Giulioli

L’Espresso 10.2.19
Hovistocose di Beatrice Dondi

LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI LUNEDI 11 FEBBRAIO
Oggi ricorre l’anniversario dei Patti Lateranensi che è il nome ufficiale del “Concordato” tra il Regno d'Italia e la Santa Sede sottoscritto l'11 febbraio 1929 con il quali per la prima volta dall'Unità d'Italia la chiesa cattolica confermò il proprio dominio e la propria quasi incontrastata egemonia culturale ideologica e  pratica sul nostro sfortunato Paese







Repubblica 11.2.19
Le idee
Mussolini, Pio XI e la lunga notte della libertà di culto
Il futuro fondatore della Dc scrisse: “Qualcuno crederà di tornare ai secoli in cuilo scettro e il pastorale erano uniti
L’accordo sarebbe durato anche se la vera svolta laica ci fu con gli articoli 7e 8 della Costituzione
di Alberto Melloni

Repubblica 11.2.19
Il volume autobiografico di Luigi Saraceni
La storia d’Italia raccontata in tre vite
Dal padre socialista alla figlia terrorista
di Giancarlo De Cataldo






La Stampa 11.2.19
Le nostre aziende vendono aerei, navi, armi pesanti e leggere all’esercito turkmeno
Nell’Eldorado degli armamenti il primo fornitore è l’Italia
Il presidente-dittatore Berdymukhamedov è corteggiato da Russia e Cina ma preferisce il nostro Paese. Un risultato dei governi Prodi, Berlusconi e Renzi. Nell’ex repubblica sovietica si moltiplicano commesse e accordi
di Francesco Grignetti
La Stampa 11.2.19
“Forniture e potere tribale


Dal gas venduto ai cinesi incassano fiumi di denaro”
di fra. gri.

qui








Il Fatto 11.2.19
Calabresi-Repubblica, il giornalismo del cane che non mangia mai cane
I giovani (e non) precari pagati 20 euro ad articolo e il mondo dei super-garantiti che si aiutano
di Pietrangelo Buttafuoco














La Stampa 11.2.19
Foibe, Salvini: i bimbi morti come quelli di Auschwitz
di Davide Lessi
Corriere 11.2.19
Il racconto delle foibe per ricordare la ferocia di quegli anni terribili
di Aldo Grasso

qui












Repubblica 11.2.19
L’intervento
Quella nuova idea d’Europa che possiamo far nascere insieme
di Jacques Attali
 

La Stampa 11.2.19
Brexit, i guai dei britannici riguardano anche noi
di Caterina Soffici



Repubblica 11.2.19
Il reportage
Le conseguenze del referendum
Viaggio al confine della Brexit dove le paure degli irlandesi incrociano il futuro dell’Europa
Lo stallo della politica un’autobomba e il ritorno delle fratture nella società
Siamo andati a vedere che cosa succede se torna la frontiera
di Antonello Guerrera
Repubblica 11.2.19 
Mio nonno comprò queste terre nel 1910 spero proprio di non rivedere i checkpoint"
qui

Repubblica 11.2.19 
"La mia città ha avuto il record di bombe ora non provate ad ammazzare le imprese"
qui

Repubblica 11.2.19 
"Ero un paramilitare, sono sopravvissuto non possiamo tornare a quell’inferno"
qui

Repubblica 11.2.19
"Ma ora dobbiamo avere la possibilità di votare anche per unificare il Paese"
qui

Repubblica 11.2.19
"Un muro qui stravolgerebbe le nostre vite la Ue non può difenderci, tocca a noi"
qui

 














Repubblica 11.2.19
I Democratici Usa
La riscoperta di Bernie Sanders
di Federico Rampini









Repubblica 11.2.19
Israele
Un brutale assassinio riaccende la crisi con i palestinesi
di Vincenzo Nigro

 










La Stampa 11.2.19
Erdogan sfida Xi sugli uiguri

“Chiudere subito i campi”
di Marta Ottaviani











La Stampa 11.2.19
Ritrovata una città perduta in Sudafrica. Ed è molto più grande del previsto
di Noemi Penna


La Stampa 11.2.19
La prima globalizzazione
Da giovedi a Cagliari

Il Mediterraneo di 4000 anni fa un mondo interconnesso con la Sardegna come crocevia
La mostra è promossa da Regione Sardegna, Polo museale della Sardegna Comune di Cagliari, Fondazione di Sardegna, Museo dell’Ermitage
di Giorgio Ieranò

qui

Corriere 11.2.19
In Puglia
«Noi archeologi offriamo le cene preistoriche»
di A.Gr

qui





Repubblica 11.2.19
La scelta di Meryl Streep "Volevo questa serie tv. È la mia droga"
L’attrice americana cede alle lusinghe del piccolo schermo ed entra nel cast della seconda stagione di "Big little lies", storia corale tutta al femminile con Nicole Kidman, Reese Witherspoon e Laura Dern
di Filippo Brunamonti


LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI DOMENICA 10 FEBBRAIO























Il Fatto 10.2.19
Il 170esimo anniversario dell’“immortale fantasma” della Repubblica romana
di Massimo Novelli

La Stampa 10.2.19
Una bimba cade dal quinto piano
La sorella la prende al volo: è salva
di Monica Serra

La Stampa 10.2.19
Raddoppiano gli adolescenti che scelgono di cambiare sesso
Il percorso di transizione è lungo e complesso: la durata media è di due anni
di Claudia Luise

il manifesto 10.2.19
San Giovanni a tre colori: «Finalmente in piazza»
Il Corteo. La maggior parte dei manifestanti è partita di notte da tutta Italia: «Era proprio ora di tornare in corteo». Il serpentone che esonda il percorso per la troppa gente
di Riccardo Chiari
Il Fatto 10.9.19
I sindacati tornano in piazza: “Ora veniteci a contare voi”
Sfida al governo - Cgil, Cisl e Uil: le tre confederazioni manifestano di nuovo insieme. A San Giovanni arrivano in 200 mila. E per l’occasione Di Maio e Salvini stanno zitti
di Salvatore Cannavò

qui

il manifesto 10.2.19
Landini: «Seminiamo unità, cambiamo in meglio il paese»
Dal Palco. Il neosegretario della Cgil: «Di Maio in Francia va dai gillet gialli, da noi non ha il coraggio di incontrarci». Furlan: «Come si fa a dire che il 2019 sarà bellissimo e incredibile? Lo sarà, ma perché non ci crede più nessuno». Barbagallo: una folla così immensa il governo non la può ignorare
di Massimo Franchi

qui

il manifesto 10.2.19
Dalla piazza avviso ai governanti
Manifestazione Cgil Cisl e Uil. In sostanza si reclama un vero cambiamento strutturale e si mette in evidenza il limite di una politica principalmente affidata alla redistribuzione del reddito
di Norma Rangeri

qui

Repubblica 10.2.19
Welfare
La maledizione dei working poors
Un milione e mezzo di lavoratori poveri non avrà il reddito di cittadinanza
Esclusi dalla misura nonostante il basso tenore di vita perché superano di poco i requisiti richiesti
Le famiglie povere che avranno invece diritto all’assegno senza l’obbligo di accettare altri lavori
di Marco Ruffolo

qui







Il Fatto 10.2.19
Torino, la protesta degli anarchici diventa guerriglia
Cassonetti incendiati, un bus assaltato: per ore la città assediata da oltre mille manifestanti. Dodici i fermati
di Stefano Bertolino
Il Fatto 10.2.19
Gli antagonisti in pista contro il Viminale
Gli obiettivi - La difesa degli spazi occupati e la guerra contro Cpr e Cie
di Davide Milosa
qui

La Stampa 10.2.19
Bombe carta e paura
Gli anarchici scatenano la guerriglia a Torino
La protesta contro lo sgombero dell’Asilo occupato. Dodici fermati Strade bloccate, cassonetti in fiamme e un autobus di linea devastato
di Irene Famà e Lodovica Poletto

qui










La Stampa 10.2.19
Prato
La scossa a sinistra: pranzi anti-crisi alle Case del popolo
di Mario Neri









Il Fatto 10.2.19
Roma e Parigi in lite pure sul viaggio del presidente Xi
Nella partita con la Francia anche gli accordi con Pechino. Il leader cinese ha deciso di incontrare prima il governo italiano
di Luca De Carolis



il manifesto 10.2.19
Foibe, la memoria corta degli italiani
Se nello sterminio degli ebrei furono complici dei nazisti, nel caso delle foibe furono coinvolti da un insieme di circostanze più complesse, che solo la memoria corta degli italiani e l’ipocrisia di buona parte della classe dirigente hanno espulso dalla memoria collettiva
di Enzo Collotti
La Stampa 10.12.19
Foibe, il ricordo che divide
La destra contro gli storici e l’Anpi
di Mario Baudino

qui

La Stampa 10.2.19
Gonfiare le cifre serve solo a alimentare l’odio
di Eric Gobetti

qui

La Stampa 10.2.19
La storia utilizzata come un randello nel confronto politico
di Giovanni De Luna

qui
il manifesto 10.2.19
La guerra civile di Guaidó e Trump senza il popolo
Venezuela. In preparazione un attacco militare al Venezuela di Maduro. Ma otto venezuelani su dieci sono contrari all’intervento: dialogate. E le forze armate rimangono compatte al fianco del governo bolivariano
di Claudia Fanti
La Stampa 10.2.19
Venezuela, la crisi sulla pelle delle donne
A Bogotà il 90% delle prostitute arriva dal Venezuela
Quando sono arrivate hanno scatenato una guerra dei prezzi acconlocalidi un sesto della paga delle colleghe
Migliaia di giovani fuggite in Colombia sono costrette a prostituirsi: “Maduro ha distrutto il nostro Paese”
di Filippo Femia

qui







La Stampa 10.2.19
Armi, alleanze militari e aiuti finanziari
La Cina stringe l’assedio attorno all’India
Dal Bhutan allo Sri Lanka, la Repubblica popolare espande il suo controllo nel Sudest asiatico
di Carlo Pizzati












Il Fatto 10.2.19
Dietro al Muro di Trump anche la star di Cuarón
Messico - Alla notte degli Oscar il 24 febbraio potrebbe non arrivare Jorge Guerrero, protagonista di “Roma”, uno dei tanti “straccioni” a cui gli Usa hanno rifiutato il visto
Jorge Guerrero: “Se si riuscisse a far leggere a qualcuno dell’ambasciata le lettere di invito agli Oscar, forse capirebbe la mia figura artistica e lo scambio culturale che è in atto tra le due nazioni”
di Alessia Grossi











Repubblica 10.2.19
Anja Rubik
In Polonia una top model sfida il governo in nome del sesso sicuro
di Andrea Tarquini


Repubblica 10.2.19
Cina
Gli intrighi alla Città proibita non piacciono al partito 
Censurata la serie dei record
di Filippo Santelli

Il Fatto 10.2.19
Il primo re fonda Roma e il Fascismo
di Furio Colombo

Corriere La Lettura 10.2.19
Tutte le morti di Alessandro Magno
di Francesco Maria Galassi

 











Corriere La Lettura 10.2.19
La persistenza del mito
L’ardore di Achille la mente di Ulisse
E la terra ammutolì al suo cospetto
di Valerio Massimo Manfredi






Correre La Lettura 10.2.19
Miseria e lussuria
Il destino di Weimar
Cent’anni fa nasceva la prima repubblica tedesca, fragile e delegittimata
Una Costituzione avanzata, una vita culturale intensa, costumi disinibiti, ma anche inflazione edisoccupazione incontenibili, famiglie alla fae
Berlino sembrava la nuova Babilonia del vizio e dello splendore, ma tutto venne stroncato dall’avvento al potere di Adolf Hitler
di Ranieri Polese










Il Sole Domenica 10.2.19
Il ricordo. È passato un anno dalla morte di Giuseppe Galasso
Per una funzione sociale della storiografia
di Emilio Gentile

 










Il Sole Domenica 10.2.19
Ricostruzioni. Uno studio lo libera dai residui di cent’anni di socialismo
Il pensiero di Karl Marx attraverso la biografia
di Giuseppe Vacca


LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI SABATO 9 FEBBRAIO






La Stampa 9.2.19
Dopo la scarcerazione. Appena liberata tornò a Cogne
Annamaria Franzoni a novembre nella villetta dove nel 2002 fu ucciso il figlio. Nel paese dove vive ora la tomba del piccolo Samuele è senza nome
di Niccolò Zancan

Corriere 9.2.19
Franzoni, i giorni a Cogne dopo la libertà
«Ora finalmente mi godo la nuova vita»
Nel borgo bolognese dove vive protetta dalla famiglia. Il vicino: «Le affiderei i miei figli»
«Lei ha cercato di incolpare dei poveracci, è meglio che qui non ci ritorni più»
di Gianluca Rotondi













Corriere 9.2.19
Il regista
Ozon scuote la Berlinale con il caso dei preti pedofili
«Grazie a Dio» del regista francese, tratto da una storia vera
di Paolo Mereghetti

La Stampa 9.2.19
La concubina etiope
di Mattia Feltri 

Il Fatto 9.2.19
Il sindacato sfida il governo: il “risveglio” della sinistra
Cgil, Cisl e Uil - Corteo a Roma fino a piazza San Giovanni: è la prima manifestazione dalle Politiche del 2018. Il debutto di Landini da leader
di Salvatore Cannavò

 





il manifesto 9.2.19
Parigi, non più cara
Crisi Italia-Francia. Un inquietante precedente storico. L’attacco alla Francia del 1940 fu chiamato dagli antifascisti «la pugnalata alla schiena». E una larga parte del mondo intellettuale, che alla cultura d’Oltralpe si era sempre ispirato, versò lacrime, almeno nel foro interiore: nessuno ebbe il coraggio di esporsi
di Angelo d'Orsi

La Stampa 9.2.19
Jacques Attali, “Si rischia una deriva come nel 1940”
“L’unica soluzione definitiva è un nuovo governo a Roma”
La querelle tra Parigi e Roma? «Non sta succedendo nulla fra l’Italia e la Francia. Succede solo qualcosa con il vostro governo, rivelatore di quella che è la dimensione nefasta del populismo in Europa».
intervista di L. Mar.

La Stampa 9.2.19
“Mettete il tricolore francese alle finestre”
La rivolta delle bandiere parte dal Nord-Ovest
Si moltiplicano i gesti di appoggio a Parigi
L’appello del rettore di Torino: “Riempiamo la città di stendardi”
di Federico Callegaro e Lodovico Poletto

Repubblica 9.2.19
Lettera da Parigi
Che ci importa degli italiens
di Philippe Ridet
di ”Le Monde". È stato corrispondente a Roma dal 2008 al 2016 Ha scritto "L’Italie Rome et moi" (Flammarion, 2013)

Corriere 9.2.19
Incerti e astenuti al 42,5: primo partito alle Europee
Lega in testa alle intenzioni di voto (34,4). Cresce FI (8,1)
Penalizzati 5 Stelle e Pd
di Nando Pagnoncelli

Repubblica 9.2.19
Mappe Il sondaggio
Gli italiani e gli altri Paesi cresce la voglia di isolamento
Dopo le polemiche degli ultimi mesi aumenta il disagio verso la Francia
Il disincanto riguarda anche Usa e Germania. Sale, invece, la stima per la Russia
di Ilvo Diamanti












Corriere 9.2.19
I criteri per valutare la condotta del ministro
Caso Diciotti
Il Senato si esprimerà sulla richiesta di autorizzazione a procedere contro Salvini:dovrà vagliare anche questioni di ordine giuridico, non solo politico
di Valerio Onida
Presidente emerito della Corte Costituzionale
il manifesto 9.2.19
Cucchi, «esami sbagliati» e «telefonate sparite»
Processo bis. Masciocchi: «Dal corpo sezionata e analizzata parte di colonna sana, senza lesioni»
di Eleonora Martini

Il Fatto 9.2.19
“Ho cambiato io l’annotazione sulla salute di Cucchi: me l’ha dettata il maresciallo Mandolini”
di A.Masc.

La Stampa 9.2.19
Processo Cucchi, il carabiniere: scrissi la nota sotto dettatura
di Edoardo Izzo

Il Fatto 9.2.19
I pm: “Alemanno va condannato a 5 anni, era l’uomo politico di riferimento di Mafia Capitale”

il manifesto 9.2.19
L’invasione brutale del senso comune
Scaffale. «La Lega di Salvini», di Passarelli e Tuorlo, per il Mulino. Come è nato un nuovo partito di estrema destra. «La crescente importanza della questione immigrazione nella retorica politica leghista - spiegano gli autori - è forse la dimensione che più di altre aiuta a cogliere questa trasformazione»
di Guido Caldiron






 



Corriere 9.2.19
La Brexit
Brexit, italiani (ed europei) esclusi dal voto
di L. Ip.









Corriere 9.2.19
Facce nuove
Sophie Passmann, la giovane in un partito vecchio
di Paolo Lepri

Repubblica 9.2.19
Lungo i confine
Nuovi scontri a Gaza I soldati sparano uccisi 2 palestinesi
di Vincenzo Nigro
Dopo alcuni giorni di calma, si sono riaccesi gli scontri lungo il confine di Gaza. Da mesi ogni venerdì i palestinesi si avvicinano al confine israeliano lanciando aquiloni incendiari e bottiglie molotov: ieri i soldati hanno sparato uccidendo un ragazzo palestinese di 14 anni Hassan Iyad Shalabi, e un giovane di 18, Hamza Mohammad Rushdi. Secondo il ministro della Sanità di Hamas, l’organizzazione che controlla la Striscia, ieri i feriti sarebbero stati 20. Il 14enne ucciso da un colpo di proiettile al petto era nipote della sorella di Ismail Haniyeh, uno dei leader del movimento islamico. Dal 30 marzo Hamas ha organizzato e sostenuto proteste in massa a ridosso della barriera che divide la striscia da Israele: da allora ci sono stati 295 morti fra i palestinesi, 6000 feriti e un militare israeliano è stato ucciso da un cecchino palestinese.




Repubblica 9.2.19
La repressione di Bashir
Minacce alla reporter italiana che racconta le proteste in Sudan
di Gabriella Colarusso
Prima il fermo, a Khartoum, il 6 gennaio scorso mentre documentava la dura repressione del regime di Omar Al Bashir contro le proteste di piazza che vanno avanti da settimane e in cui hanno perso la vita almeno 50 persone, secondo le cifre fornite da medici e opposizione sudanesi. Poi le minacce. «Sei il nemico del Sudan. Non sei la benvenuta nel nostro Paese. Se non ci ascolterai e tornerai qui, te ne pentirai. Ma sarà troppo tardi»: questo il contenuto di una mail inviata ieri alla giornalista Antonella Napoli, che si occupa di Sudan, e firmata da sedicenti "Fratelli Musulmani del Sudan".
«Chiunque parli delle rivolte sudanesi è un nemico da abbattere», dice Napoli che qualche giorno fa aveva raccontato la storia di Ahmed Awadal Karim, un insegnante 30 enne ritrovato morto a Khartoum con segni di torture.

il manifesto 9.2.19
La Polonia va allo scontro di culture
Incontri. A Varsavia, con il poeta Jarosław Mikołajewski, «l’odio sta nel linguaggio, il pensare con i simboli, vedere l’immigrato come una minaccia»
di Angelo Ferracuti








Il Fatto 9.2.19
Finlandia, il “reddito di base” aiuta la salute, ma non il lavoro
Meglio solo la qualità della vita (però l’Italia non c’entra)
di Stefano Feltri














La Stampa 9.2.19
Il Libano scuote il mondo arabo: quattro ministre nel governo
di Giordano Stabile

Il Fatto 9.2.19
Giggino, cultura Millenaria
L’ha fatto notare Pietrangelo Buttafuoco, ospite di Otto e mezzo, su La7: da un movimento che affida la sua promessa di democrazia diretta a una piattaforma che si chiama “Rousseau” ci si aspetterebbe almeno una rudimentale conoscenza della storia francese. Anche qui, invece, il capo politico dei Cinque Stelle Luigi Di Maio è riuscito a inciampare nell’ennesima gaffe. Nella lettera riparatoria a Le Monde, il ministro ne ha scritta una grossa: descrivendo il rapporto di amicizia che lega il popolo italiano e quello transalpino, Di Maio non ha potuto esimersi dall’apprezzare “la tradizione democratica millenaria” dei francesi. Ahia. Dovrebbe essere una nozione storica macroscopica, una data che s’impara a memoria anche solo per l’estate di terza media: la Rivoluzione francese inizia il 14 luglio 1789 e spazza via secoli di monarchia e ancien régime. Il conto è facile: sono passati “appena” 230 anni, nemmeno il quarto di un millennio. E sì che l’ardore rivoluzionario dovrebbe essere fonte di profonda ispirazione per i “nostri”, quelli che promettevano di radere al suolo il vecchio sistema per edificarne uno nuovo di zecca. Di Maio se la racconti così, magari poi non se la scorda: nel 1789 i francesi aprirono la Bastiglia “come una scatoletta di tonno”.







Il Fatto 9.2.19
Pd Primarie senza soldi. Così Renzi può farle fallire
Casse vuote. Ci sono solo 550 mila euro e tutti per la propaganda social. Il tesoriere accusa i morosi
di Wanda Marra










Corriere 9.2.19
Idee
Brevi saggi per orientarsi in questi «tempi agitati»: l’agile guida realizzata da Mauro Bonazzi per Ponte alle Grazie
Il buon politico: Pericle discute con Protagora: le parole non sono neutre ma sono lo strumento per costruire una prospettiva condivisa
Pensieri antichi per capire l’oggi
Così la filosofia spiega il presente
di Eva Cantarella









La Stampa 9.2.19
Dio vide tutto quello che aveva fatto e allora creò l’umorismo ebraico
di Elena Loewenthal








La Stampa TuttoLibri 9.2.19
Olimpiade, la mamma feroce che fece di Alessandro Magno un re
Una biografia ricostruisce intrighi, delitti e ambizioni della sovrana epirota Mentre il figlio conquistava il mondo lei elargiva consigli su come trattare i sudditi
di Giorgio Ieranò





Repubblica 9.2.19
Il reportage
Il nuovo tempio a Roma
Sfarzo e fede in fila per entrare nell’astronave dei mormoni
Il pubblico ammesso solo fino al 10 marzo
di Maria Novella De Luca

La Stampa 9.2.19
Napoli, i seguaci di Banksy alla conquista dei Quartieri Spagnoli
di Emanuela Minucci











La Stampa 9.2.19
Scoperta nel deserto del Sahara un'oasi preistorica con misteriosi monumenti in pietra
di Noemi Penna



LA RASSEGNA DELLA STAMPA DI VENERDI 8 FEBBRAIO
LEFT PROPONE QUESTA INTERVISTA DI SIMONA MAGGIORELLI A MASSIMO FAGIOLI
PUBBLICATA LA PRIMA VOLTA SU "AVVENIMENTI" NEL 2002

La Stampa 8.2.19
Franzoni libera dopo aver scontato 11 anni
“La gente deve capire che sono innocente”
Nel 2007 fu condannata a 16 anni per l’omicidio del figlio Samuele. Il prete amico: ora ha ricostruito la sua vita
di Franco Giubilei Enrico Martinet
Corriere 8.2.19
La morte di Samuele e il processo
La mamma di Cogne torna libera «Vorrei dire che sono innocente»
Annamaria Franzoni ha scontato in anticipo la pena. Era stata condannata a 16 anni
di Andreina Baccaro

qui

Corriere 8.2.19
Il delitto di Cogne
Franzoni libera: vorrei far capire che sono innocente
di Marco Imarisio

qui

Repubblica 8.2.19
Il delitto di Samuele 17 anni dopo
La libertà di Annamaria che non ha mai fatto i conti con Cogne
di Brunella Giovara

qui

La Stampa 8.2.19
L’orrore che divise l’Italia e anticipò l’odio dei social contro la madre assassina
di Pierangelo Sapegno

qui

La Stampa 8.2.19
L’ex procuratore di Aosta Maria Del Savio Bonaudo
“Se la incontrassi le direi che mi dispiace ma per me rimane una lucida assassina”
di Claudio Laugeri

qui
Corriere 8.2.19
A fil di rete di Aldo Grasso
Eluana Englaro, Mentana ripercorre «una storia italiana»
A dieci anni dalla sua scomparsa, Enrico Mentana ha presentato uno speciale Bersaglio Mobile dal titolo: «Eluana, una storia italiana» (La7, mercoledì, 21.15).

il manifesto 8.2.19
Landini: «Riempiremo piazza San Giovanni per un cambiamento reale»
Intervista a Maurizio Landini. Il neosegretario della Cgil: reddito e Quota 100 non risolvono i problemi, servono diritti e uguaglianza e un’Europa diversa. Alla vigilia della manifestazione con Cisl e Uil l’ex leader Fiom punta «sull’unità come nuova strategia»
di Massimo Franchi
La Stampa 8.2.19
Maurizio Landini. Il leader della Cgil “Finanziaria recessiva, il governo non ha cambiato nulla suitemi del lavoro
Siamo pronti al confronto, domani torniamo in piazza a Roma con la Cisl e la Uil per una grande manifestazione unitaria
“Un piano straordinario di investimenti. Così si recuperano i ritardi del Paese”
di Paolo Baroni

qui

Il Fatto 8.2.19
Il sindacato torna in piazza: la notizia è buona per tutti
di Salvatore Cannavò
 
qui





Corriere 8.2.19
Il rapporto dell’Onu. Torture, stupri
L’inferno libico per i migranti
di Goffredo Buccini
Repubblica 8.2.19
Migranti, per la strage dei 117 sotto inchiesta ora c’è il cargo " Ignorò i naufraghi per 2 ore"
La procura di Roma cambia le accuse: archiviazione per la Guardia costiera "Il primo allarme lo hanno preso i libici".  Stallo sbloccato dagli 007 italiani
di Fabio Tonacci

qui
il manifesto 8.2.19
Prodi dice sì a Zingaretti, ma ora deve riempire i gazebo
Congresso/ Le primarie del Pd. L'appello di Zingaretti: al popolo del centrosinistra dico che è tempo di ricostruire una proposta e una identità diversa per l’Italia. Io ce la metto tutta
di d.p.

Corriere 8.2.19
Il caso
«Mancano 460 mila euro»
Il Pd in rosso dà l’ultimatum ai parlamentari morosi
Tra chi non versa i contributi anche Delrio, Orlando e Richetti
La parola
Il decreto ingiuntivo è  il provvedimento attraverso il quale il giudice, su richiesta del titolare di un credito, intima al debitore di corrispondere una somma di denaro o di consegnare un bene mobile, entro il termine di 40 giorni dalla notifica
Lo scorso anno il Pd chiese 60 provvedimenti nei confronti di altrettanti parlamentari morosi.
di Claudio Bozza





La Stampa 8.2.19
Il crollo delle nascite mette in gioco il diritto alla maternita’
di Linda Laura Sabbadini

Corriere 8.2.19
I dati dell’istat
Meno genitori e meno figli: 9.000 culle vuote
di Candida Morvillo

Repubblica 8.2.19
Il Paese che non cresce
Recessione demografica
di Alessandro Rosina

il manifesto 8.2.19
L'ex diplomatico Sergio Romano: «Mai uno scontro così grave dai tempi del fascismo»
Crisi Italia-Francia. Intervista all'ex diplomatico, autore di saggi e pamphlet che spiega: "Con Parigi una storia di screzi fin dai tempi della Disfida di Barletta. Di recente si erano però sempre ricomposti per il comune spirito europeista. Con la posizione assunta dal governo Roma ora è impossibile"
di Guido Caldiron
 
Corriere 8.2.19
Nello scontro con Parigi l’Italia ha più da perdere
di Massimo Nava

qui

Il Fatto 8.2.19
“Anche i Gilet gialli possono far parte di The Movement”
Mischaël Modrikamen, il braccio destro dell’ideologo populista Bannon e
di Andrea Valdambrini

qui
Corriere 8.2.19
Il corsivo del giorno
Il cibo inglese, Orwell e le scuse di Londra, meglio tardi che mai?
di Matteo Persivale

















La Stampa 8.2.19
Anche Guaidó si appella al Papa in tv
Vaticano: non è una richiesta formale
di Domenico Agasso Jr









il manifesto 8.2.19
Guerra di Spagna, una lunga resistenza in otto canzoni
1936-39. Storia di straordinaria solidarietà internazionalista da raccontare all’Europa di oggi. Attraverso i suoni, le parole e le immagini
La volontaria francese Marina Ginestà (1919-2014) in Spagna, all’età di 17
di Rudi Assuntino

La Stampa 8.2.19
La garibaldina dimenticata
Rosalia sedotta e abbandonata da Crispi
di Mirella Serri






Repubblica 8.2.19
Storia di Stella, ebrea delatrice al servizio della Gestapo
Il romanzo di Takis Würger, oggetto di feroci stroncature in Germania
di Tonia Mastrobuoni

Il Fatto 8.2.19
Giorgio Colli
La filosofia stana tutte le apparenze
di Pietrangelo Buttafuoco

Corriere 8.2.19
Il reportage di Zoro sulla Basilicata
di Maria Volpe
Diego Bianchi «Zoro» (foto) ospita il giurista Gustavo Zagrebelsky per parlare di politica italiana. Poi un reportage di Diego Bianchi in Basilicata: a Pomarico dove per il maltempo c’è stata una frana e sono state evacuate diverse persone, poi a Craco, chiamata città fantasma, evacuata negli anni 60. Da allora è vuota.
Propaganda Live La7, ore 21.15


Il Fatto 8.2.19
Il Festival sotto l’ipnosi di Salvini (e della noia)
Ospiti Venditti, Vanoni, Raf, Tozzi. E oggi arrivano i Gilet gialli
di Silvia Truzzi

Il Fatto 8.2.19
Sette (buoni) motivi per dire che Sanremo è una ciofeca
In principio fu l’epurazione dei conduttori: Baglioni è un’ottima spalla, Bisio è diventato democristiano e la Raffaele, a furia di imitare Belen, vuole sembrare Belen
di Selvaggia Lucarelli